Vivi e rivivi l'esperienza in Fattoria

Auguri e ricetta del dolce di Pasqua di Montalcino

Buona Pasqua, auguro a tutti di riempirsi d’amore con lo spirito della Pasqua, quello della Resurrezione. Ecco il dolce di Pasqua di Montalcino

Dolce-di-Pasqua-di-Montalcino.Schiacciata

Dolce-di-Pasqua-di-Montalcino.Schiacciata

Di Donatella Cinelli Colombini

Da noi, nella terra del Brunello, la vigilia di Pasqua cioè l’astinenza dalla carne, finisce con la “finocchiata” (capocollo) servita insieme alle uova sode benedette e alla panina o “schiacciata” a base di formaggio e rigatino di maiale. Quest’ultima è tipica della Valdichiana ed è arrivata nella terra a Montalcino in tempi recenti creando anche una certa confusione perché da noi, tradizionalmente, la schiacciata di Pasqua è dolce. Per complicare ulteriormente le cose è bene dire che, a dispetto del nome, la

Uova-di-Pasqua-e-pane-di-Pasqua-Fattoria-del-Colle

Uova-di-Pasqua-e-pane-di-Pasqua-Fattoria-del-Colle

schiacciata è alta cioè si tratta di una sorta di ciambellone che all’esterno ha una crosticina lucida e marrone.
Tra l’antipasto e il dolce, il tipico pranzo di Pasqua montalcinese prevede i tagliolini in brodo oppure, nelle case più tradizionaliste, l’acquacotta dei boscaioli a base di bietole e cipolla. Il piatto forte è l’arrosto di agnello e di pollo accompagnato da patate al forno e sformato di cavolo.
Alla fine arriva il dolce di Pasqua di Montalcino -la schiacciata- che le massaie più abili realizzano nell’antica forma di bambola con l’uovo infilato nel grembiulino, la così detta “popa”.
Così come il delizioso profumo di pepe nero del pan coi santi e del panforte pampepato, riesce a commuovere ogni senese, allo stesso modo gli anici della schiacciata sono, per noi, il vero aroma della Pasqua.

Schiacciata di Pasqua - ingredienti

Schiacciata di Pasqua – ingredienti

La ricetta sembra facile ma in realtà poche cuoche riescono a eseguire impeccabilmente la schiacciata. Provare per credere. Se il risultato è deludente venite a mangiare quella della pasticcera Patrizia alla Fattoria del Colle

RICETTA DEL DOLCE DI PASQUA DI MONTALCINO- LA SCHIACCIATA DI PASQUA
Ingredienti: 30 g di lievito di birra, 6 uova, 3 cucchiaini di olio extravergine di oliva, 300 g di zucchero, farina, 50 g di latte, 100 g di strutto, un pizzico si semi di anice, 2 cucchiai di rosolio di menta, mezzo limone, mezza arancia, un pizzico di vaniglia e una punta di zafferano in polvere.

Preparazione: Sciogliere il lievito in mezzo bicchiere di acqua tiepida, aggiungere un uovo intero, un cucchiaio di olio extravergine, un cucchiaio di zucchero e incorporare nella farina fino a ottenere un impasto omogeneo . Coprire con un panno e lasciare il composto in un luogo caldo per una notte intera in modo che lieviti.
Bollire gli anici in 30 g d’acqua e farla raffreddare. Mescolarla con 4 uova, il latte, lo strutto, 2 cucchiai di olio extravergine, il rosolio la scorza grattata dell’arancia e del limone, lo zucchero, la vaniglia e lo zafferano. Disporre l’impasto del giorno prima ad anello, versarvi gli altri ingredienti e lavorarlo fino a ottenere una amalgama consistente e omogenea. Metterlo in uno stampo circolare e lasciarlo lievitare coperto in un ambiente molto caldo per 3-5 in modo che triplichi il suo volume.
Cuocere in forno a 200-220°C per circa un’ora finché la superficie esterna non prende un bel colore bruno. Spennellarla con uovo sbattuto e spolverarla con grani di zucchero .
Piccolo tocco finale, accompagnatela con Vin Santo e con della crema calda.

Clara Melchiorre, fashion photographer

I giovani che cambiano il mondo, quelli capaci di puntare in alto e di farsi strada rimanendo sé stessi: Clara Melchiorre e suo fratello Ezio

Clara-Melchiorre- emp(a)t(h)y_1

Clara-Melchiorre- emp(a)t(h)y_1

Di Donatella Cinelli Colombini, Fattoria del Colle, agriturismo in Toscana

Aprite il sito claramelchiorre.com e vi troverete davanti immagini belle come opere d’arte ma dure come un romanzo di Saviano. Essenziali, costruite come architetture fatte di line dritte, ma sensibili alle ultime tendenze del gusto.
Colpisce l’evoluzione stilistica di Clara Melchiorre una giovanissima fashion photographer che sa mantenersi al passo con il capriccioso e velocissimo mondo della moda ma intanto elabora una poetica sua fatta di giochi geometrici e di un’interiorità di luce e ombre.

Clara-Melchiorre

Clara-Melchiorre

Vi chiederete perché scrivo di Clara Melchiorre fotografa di moda lontanissima dal mondo del vino. Perché i giovani come lei possono cambiare il futuro del mondo. Lei o suo fratello Ezio, architetto di talento in un grande studio di Bruxelles che a meno di trent’anni progetta le nuove città albanesi. Questi giovani sono la speranza.
Clara Melchiorre ha sempre sentito il bisogno di fotografare, fino da ragazzina aveva un istinto infallibile. Quando le chiesi di ritrarre le istallazioni artistiche che circondano la cantina del Casato Prime Donne lo fece in pochissimi minuti come un turista che passa di li per caso e invece lei fece delle foto stupende. Leggi tutto…

Luca Bianchini Nessuno come noi

Nessuno come lui Luca Bianchini il più amato e social scrittore italiano. Grande amico mio e della Fattoria del Colle dove viene per scrivere i suoi libri 

Luca-Bianchini-Nessuno-come-noi

Luca-Bianchini-Nessuno-come-noi

Di Donatella Cinelli Colombini, agriturismo, Toscana

Nessuno come noi, un libro bellissimo, forse il libro più bello scritto da Luca Bianchini (Mondadori pp. 245 €18). E’ il racconto della terza G del Liceo Majorana di Moncalieri e di tre inseparabili “cuori in affitto” Vince, Cate e Spagna a cui si aggiunge Romeo, il fighetto bello, ma ripetente, di una ricca famiglia con villa sulle colline torinesi. 1987 un ritratto vero di come erano i diciassettenni di una città industriale dove le distanze sociali erano forti, la voglia di apparire rigurdava la cerchia locale, ma la scuola era ancora una palestra di talenti e di carriere professionali.
Luca Bianchini mette da parte i paradossi esilaranti che hanno caratterizzato i suoi libri precedenti – vezzi e  vizi della società italiana che diventano burle – per costruire una narrazione più intima e aderente al vero. Certo è un romanzo e il racconto è immaginario ma l’atmosfera e i protagonisti ci donano uno spaccato autentico del 1987 nell’hinterland torinese. E’ un libro bellissimo in cui ciascuno trova sé stesso, i suoi figli o le persone che ha conosciuto, trova una finestra aperta sul passato prossimo che fa riflettere sulla velocità dei cambiamenti, sono passati trent’anni ma pare un secolo: le famiglie, la scuola, lo stile di vita dei giovani, le loro aspirazioni sono completamente diverse da oggi. Leggi tutto…

Ponte 25 aprile con l’Orcia Wine Festival 2017

Alla Fattoria del Colle per tre giorni -dal 22 al 25 aprile- dedicati a “acque antiche e vini moderni” in un intenso e lungo weekend di benessere e grandi vini

25-aprile-in-agriturismo-Fattoria-del-Colle

25-aprile-in-agriturismo-Fattoria-del-Colle

Ponte del 25 aprile: unite le attività dell’Orcia Wine Festival a San Quirico d’Orcia (degustazioni, cene, spa e massaggi, trekking, musica, video ….) a quelle proposte nelle cantine del Casato Prime Donne a Montalcino e alla Fattoria del Colle a Trequanda e avrete un programma spettacolare, qualcosa di unico e irripetibile con emozioni, suggestioni e un effetto rigenerante imbattibile.
Conoscere e scoprire i segreti dei grandi vini è divertente … provate per credere!
La Fattoria del Colle è un piccolissimo borgo intorno alla villa e alla cappella cinquecentesche. Un luogo autentico dove gran parte degli arredi, nelle camere e negli appartamenti turistici, sono di antiquariato. Ristorante, zona benessere,

wellness-e-vino-brindisi-nella-jacuzzi-alla-Fattoria-del-Colle

wellness-e-vino-brindisi-nella-jacuzzi-alla-Fattoria-del-Colle

parchi, cantina, scuola di cucina e percorsi di trekking sono la cornice di esperienze dedicate alla cucina tipica (piccole lezioni e cene a tema) e agli assaggi studiati nel dettaglio per creare emozione, come la degustazione itinerante e il gioco del piccolo enologo dove ciascuno creerà il vino supertuscan dei suoi sogni.
A Montalcino, nella cantina Casato Prime Donne ci sarà un’altra sorpresa: una visita delle cantine con degustazione enomusicale studiata dal sommelier musicista Igor Vazzaz  e nella nuova sala da vinificazione la proiezione del video “The dove’s flight”. Il programma delle degustazioni comprende l’assaggio guidato di 5 annate di Brunello, da quello appena nato del 2016 alle grandi riserve.
In omaggio al tema “Acque antiche e vini moderni” il centro benessere della Fattoria del Colle proporrà bagni nella Jacuzzi panoramica con calici di vino, vinoterapia nella speciale vasca di legno di ginepro e massaggi che sfruttano le virtù rigeneranti dell’uva. Per visualizzare il programma completo e le offerte clicca qui

Per informazioni e prenotazioni holiday@cinellicolombini.it 0577662108

Leggi tutto…

Pasqua in agriturismo con famiglia e cani

Primavera dell’anima e della natura, la Pasqua è il primo ponte per godersi gli affetti, i piaceri della tavola e i grandi vini

Pasqua-Agriturismo-in-Toscana-Fattoria del Colle- primavera - Felix nel parco delle piscine

Pasqua-Agriturismo-in-Toscana-Fattoria del Colle-Felix nel parco delle piscine

Dove meglio che in Toscana, nella campagna più bella del mondo? Una terra dove l’armonia di immensi panorami ha un effetto benefico e si chiama appunto “terapia del paesaggio”, dove ci sono luoghi di grande spiritualità come l’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore (12 km) e Assisi è a un’ora di viaggio.
A questi luoghi che santificano la Pasqua si aggiungono le proposte più golose e divertenti legate alle cantine di Brunello e Orcia Doc di Donatella Cinelli Colombini, alle cene a tema e alla lezione di cucina adatta anche ai bambini, alle visite guidate e al wellness.
C’è tempo per il sacro e per il profano in un luogo grande e antico come la Fattoria del Colle. Un luogo che ha nell’autenticità il suo elemento di maggior attrattività. Abitare nelle case degli antichi contadini, trasformate in agriturismo, dove parte dell’arredamento è d’antiquariato da la sensazione di essere a casa dei nonni toscani. La libertà di spazi immensi e incontaminati (le vigne solo coltivate in modo biologico) in cui prendere il primo sole e far correre i propri figli e i propri cani, è un vero toccasana dopo lo stress della città.

Pasqua-Fattoria-del-Colle - Agriturismo-Toscana

Pasqua-Fattoria-del-Colle – Agriturismo-Toscana

Tradizione e autenticità a tutti livelli: ecco che le massaie insegnano a fare i pinci, la tipica pasta fresca senese a grandi e piccini. La visita della cantina Casato Prime Donne di Montalcino avviene con una degustazione itinerante che combina musica e grandi vini, storia antica e folclore moderno. Un mix in grado di emozionare anche i più esperti wine lovers e di divertire i bambini. I Brunello in assaggio hanno ricevuto premi internazionali ma il modo di raccontarli è avvincente come un romanzo. Leggi tutto…

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account