Vivi e rivivi l'esperienza in Fattoria

Arcobaleno d’Estate domenica 18 nell’Orcia DOC

Domenica 18 giugno brindisi Arcobaleno d’Estate alla Fattoria del Colle con merenda contadina, visite, panorami, racconti e grandi assaggi di vino Orcia

Arcobaleno d'Estate.2017-Fattoria-del-Colle-Doc-Orcia- Cenerentola-e-Leone-Rosso

Arcobaleno d’Estate.2017-Fattoria-del-Colle-Doc-Orcia- Cenerentola-e-Leone-Rosso

Domenica 18 giugno per la prima volta i due progetti: Arcobaleno d’Estate e Toscana Ovunque Bella si uniranno in tanti appuntamenti nella regione. Gli organizzatori hanno eletto evento clou della giornata quello di Trequanda alla Fattoria del Colle in virtù della bellezza della location ma soprattutto per il fatto che sono coinvolti ben 3 comuni (Trequanda, Pienza e Montalcino), ognuno dei quali racconterà la propria storia inedita.

Una domenica in campagna come ai vecchi tempi, alle 17 alla Fattoria del Colle sulle colline che guardano le Crete senesi e la Val ‘Orcia in occasione di Arcobaleno d’Estate 2017. Donatella Cinelli Colombini vi aspetta per mostrarvi la villa costruita dai suoi antenati nel 1592 – sala degli stemmi, cucina storica, camera del Granduca, Cappella di San Clemente- e poi scendere in cantina fino nell’eremo dove ora conserva il suo Brunello antiquario, nella bottaia del vino Orcia e nella vinsantaia. Al termine una merenda contadina con salame e cacio pecorino davanti al meraviglioso panorama. Leone rosso e Cenerentola Orcia Doc accompagneranno i racconti, come nelle veglie di un tempo.

Arcobaleno d'Estate 2017

Arcobaleno d’Estate 2017

Storie antiche come quella del Granduca Pietro Leopoldo che durante i suoi viaggi, per verificare la bonifica della Valdichiana, incontra la Contessina Isabella dai lunghi capelli e dallo sguardo languido. I due vivono una storia d’amore avventurosa con il sovrano che cade in un fosso e viene fortunosamente ripescato. La questione prende i caratteri dello scandalo quando viene raccontato in un opuscolo intitolato “La Pellegrina” che la polizia granducale sequestra e distrugge. Il problema della privacy del sovrano viene risolto alla Fattoria del Colle, un luogo segreto e romantico, dove avvengono i successivi incontri del granduca donnaiolo e della sua amante. In gran fretta l’edificio viene abbellito costruendo una camera per gli incontri galanti ma la storia d’amore finisce presto. Leggi tutto…

Toscana Lovers il top dell’artigianato anche in argento

Toscana Lovers di Donatella Cinelli Colombini sono le boutique dell’artigianato toscano. Nel 2017 propongono anche monili in argento tratti dai dipinti

Toscana-Lovers-Bagno-Vignoni

Toscana-Lovers-Bagno-Vignoni

Due piccoli scrigni di oggetti creati a mano dai maestri d’arte: coltelli con manico in corno, ceramiche per la tavola elegante, tessuti a telaio, saponi ottenuti con stampi in bronzo … Il primo Toscana Lovers è nel centro storico di Siena a pochi passi da Piazza del Campo – dove si corre il Palio – e dalla casa dove visse Santa Caterina. L’altro negozio è a Bagno Vignoni nell’unico centro termale medioevale ancora miracolosamente conservato. Intorno alla vasca rettangolare di acqua calda c’è ancora il sedile usato da Lorenzo il

Toscana-Lovers-argenteria-fiorentina

Toscana-Lovers-argenteria-fiorentina

Magnifico e più distante il borgo di case in pietra. In questi giorni delle siluette di bagnanti fanno riaffiorare dalle acque calde le ninfe che leggendariamente le custodivano.
I negozi Toscana lovers sono il luogo ideale per lo shopping di chi vuol portare a casa qualcosa di autentico; oggetti eseguiti secondo una maestria antica e una creatività moderna, oggetti che uniscono tradizione e tendenza, artigianalità e eleganza. Leggi tutto…

Premio Casato Prime Donne 2017

Ancora pochi giorni per mandare alla segreteria del Primio Casato Prime Donne gli articoli, i programmi e le foto pubblicate fra il I° giugno 2016 e 2017

Premio Casato Prime Donne 2016

Premio Casato Prime Donne 2016

Chiude il 15 giugno la raccolta di articoli o programmi televisivi riguardanti Montalcino e i suoi vini oppure le foto sui territori del vino Brunello e Orcia. Vanno inviati alla segreteria del Premio Casato Prime Donne per partecipare alla 19° edizione di questa iniziativa che, anno dopo anno, cresce in consensi e visibilità. Ha lo scopo di esprimere la gratitudine del territorio verso chi ne promuove la civiltà e le produzioni enologiche ma soprattutto mira a valorizzare le donne che propongono nuovi modelli di femminilità. Negli anni il Premio Casato Prime Donne ha bruciato i tempi assegnando il riconoscimento a personalità, ancora poco conosciute, che successivamente hanno fatto azioni memorabili come Samantha Cristoforetti che, quattro anni dopo il premio, è andata nello spazio. Oppure ha valorizzato il coraggio civile di una grande astrofisica che è rientrata dall’estero per insegnare in un università italiana – Sandra Savaglio – oppure quello di una giovane araba che si oppone al terrorismo rischiando la propria vita – Chaimaa Fatihi -. Il Premio Casato Prime Donne, accende i riflettori su un nuovo modo di

Carlotta Annibale e Giuditta parisi Punti di vista Montalcino Casato Prime Donne

Carlotta Annibale e Giuditta parisi Punti di vista Montalcino Casato Prime Donne

essere donna in una società che cambia e chiede al genere femminile un contributo di coraggio, etica e di esempi positivi.
La giuria composta da Donatella Cinelli Colombini presidente, Rosy Bindi, Anselma Dell’Olio, Anna Pesenti, Stefania Rossini, Anna Scafuri e Daniela Viglione rappresenta, nel suo carattere composito e nelle sue competenze multidisciplinari un punto di osservazione privilegiato sulla società attuale ed è riuscita a dare contenuto e messaggio al premio Casato Prime Donne rendendolo un grande strumento di promozione sociale e territoriale. Le giurate sono affiancate dal Sindaco di Montalcino, dal Presidente del Consorzio del Brunello Patrizio Cencioni e da tre personalità di chiara fama: Mario Fregoni, Leone Piccioni e Sergio Zavoli. Leggi tutto…

Violante: in USA aspettando Cantine aperte 2017

Cantine aperte 28 maggio 2017 al Casato Prime Donne di Montalcino. Violante vi manda un invito dagli USA

Cantine-aperte-2017-al-Casato-Prime-Donne-Montalcino

Cantine aperte 2017-al-Casato-Prime-Donne-Montalcino

Di Donatella Cinelli Colombini

Violante Gardini girellona ma sempre sorridente. Dagli USA ci racconta qualche curiosità del suo viaggio da un ristorante all’altro e tra un aereo e l’altro Los Angeles, San Francisco, Denver, Las Vegas, Ditroit … ma vi manda anche un invito per domenica 28 maggio al Casato Prime Donne di Montalcino dove festeggiare insieme Cantine aperte 2017. In programma una degustazione itinerante con 4 assaggi in 4 luoghi diversi della cantina. Oltre a informazioni sul Brunello viene raccontata la storia di Montalcino attraverso gli affreschi che intercalano le botti. Nella nuova tinaia con i fermentini tronco conici di cemento c’è una produzione in immagini reali e dipinte di Montalcino, capaci di trasmettere i suoni, le passioni e le tradizioni della gente del Brunello. Nel pomeriggio ci sarà anche un artista di comix che disegnerà vignette ironiche dal vivo. Si chiama Gabriele Di Caro ed insegna a Firenze. Con lui sarete i protagonisti di un’esperienza enoica insolita e divertente.

Violante-Gardini-Cinellicolombini-jr-a-Las-Vegas

Violante-Gardini-Cinellicolombini-jr-a-Las-Vegas

Violante è la presidente della Toscana del Movimento turismo del vino (buon sangue non mente) e sta facendo faville: il nuovo sito è bellissimo, andate a vederlo, la proposta turistica di Cantine aperte 2017 vi affascinerà.
Ma intanto Violante viaggia negli Stati Uniti. Nel volo verso Los Angeles ha visto due film <<viaggiare aiuta a pensare>> ha scritto <<“Founder” narra la storia dell’ideatore di Mc Donald. Fa capire che se sei fifone e non ti spingi fuori dal tuo orticello non potrai mai essere vincente>> infatti i due fratelli che inventarono il celebre fast food ebbero paura di ampliare il loro business e vendettero << cosí furono altri ad usare l’idea che ha portato Mc Donald ad essere il colosso che è oggi>>. Leggi tutto…

Violante la Cinellicolombini Jr con la valigia

Viaggio in Belgio, 50° anniversario del Consorzio Brunello e video top secret con Lorenzo Baglioni; la settimana di Violante Gardini Cinellicolombini

Violante-Gardini-Cinellicolombini-Jr

Violante-Gardini-Cinellicolombini-Jr

Di Donatella Cinelli Colombini

La nostra è una famiglia che non conosce le parole “noia” oppure “quiete”. Siamo tutti in frenetica attività ma Violante Gardini, la Cinellicolombini Jr batte tutti. Quello che vi racconto è qualche frammento della settimana scorsa.
Week end del 25 aprile in Belgio per 3 degustazioni dal nostro importatore. Impossibile parlarle <<mamma qui davanti ho la fila per assaggiare, chiamami dopo>> e dopo racconta <<dalla finestra vedevo Porsche, suv costosissimi, Mercedes che dopo la degustazione venivano letteralmente riempiti dei nostri vini>>. Insomma un successo strepitoso per la cantina e per l’instancabile

Brunello-di-Montalcino-cena-del-50°anniversario

Brunello-di-Montalcino-cena-del-50°anniversario

Violante. Instancabile perché nelle mattinate fra una degustazione e l’altra, Violante ha trovato l’energia per visitare Bruges la città dei canali e delle casette fiamminghe di epoca medioevale e Bruxelles. <<Bello il centro storico ma la città mi ha fatto paura, ci sono enormi fioriere per fermare i tir che volessero lanciarsi sulla gente e ogni pochi metri trovi una pattuglia di poliziotti>> una città trasformata dall’incubo del terrorismo. Nonostante questo Violante è contenta <<è stato un bellissimo viaggio>>.
Appena il tempo per disfare le valige e c’è il 50° anniversario del Consorzio del Brunello. Io sono a Malta e l’energetica Violante va a Montalcino alla cerimonia nel Teatro degli Astrusi dove mia madre Francesca è protagonista del talk show sulla storia del Brunello <<è stata bravissima>> mi racconta. Leggi tutto…

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account