Vivi e rivivi l'esperienza in Fattoria

Un fienile per feste e esperienze gastronomiche

ll Fienile della Fattoria del Colle diventa un’osteria agrituristica per feste e esperienze gastronomiche: piatti con 8 formaggi o 8 salumi e tanti racconti

Fienile-Fattoria-del-Colle-esperienze-gastronomiche-feste

Fienile-Fattoria-del-Colle-esperienze-gastronomiche-feste

La Fattoria del Colle, un borgo centenario rimasto intatto nel tempo, sta diventando una wine destination. Niente paura, nessun cambiamento in programma, anzi! Il piano è quello di ripristinare il passato compreso l’orto innaffiato con l’acqua di fonte. Il restauro del fienile fa parte di questo recupero. Ha una sala rettangolare di 130 mq con un altissimo tetto a capanna sorretto da pilastri in mattoni. Le pareti, un tempo aperte, hanno ora delle enormi vetrate che lasciano godere un bellissimo panorama sui vigneti e, più in lontananza, sul borgo medioevale di Trequanda. L’arredo è semplice, in stile industrial design, come il pavimento in resina, i

Agriturismo-Toscana-fattoria-del-Colle-Fienile

Agriturismo-Toscana-fattoria-del-Colle-Fienile

lumi di rame e l’apparecchiatura minimalista. Verrà usato per la ristorazione, per ballare durante le feste di compleanno e di nozze, per la convegnistica e i team building.
E’ attrezzato con una cucina e la proposta gastronomica rispetta il carattere rurale del luogo: oltre alle zuppe di pane,  i due piatti principali contengono 8 formaggi oppure 8 salumi con il racconto di ognuno scritto -in italiano e inglese – sulla tovaglietta di cartapaglia. <<Ho scritto le descrizioni e i racconti con la chef Roberta Archetti e con la responsabile dell’incoming Alessia Bianchi, quando ancora il fienile era un rudere con 10 pilastri di mattoni e niente altro>> racconta la proprietaria Donatella Cinelli Colombini << nella mia mente quello doveva diventare un luogo di esperienze alimentari dove ogni turista si arricchisse di cultura oltre che di sapori>>. Il fienile della Fattoria del Colle deve il suo fascino al panorama e all’autenticità

Fattoria-del-Colle-prima-Wine-destination-con-animazioni-permanenti

Fattoria-del-Colle-prima-Wine-destination-con-animazioni-permanenti

rispettata anche i questi piccoli dettagli.
I pranzi-esperienza nel fienile rientrano nel progetto di Wine destination con cui Donatella vuole caratterizzare la Fattoria del Colle <<è la prima fattoria italiana con 5 animazioni permanenti a orario fisso, ogni giorno: una visita più storica delle sale della villa cinquecentesca e dell’orto con 80 specie vegetali, un’altra più incentrata sulla cantina, una degustazione guidata verticale di Brunello, una mini-lezione di cucina e naturalmente il fienile con i suoi piatti raccontati>>.
Il primo racconto riguarda proprio la struttura appena restaurata. Fu costruita dal bisnonno di Donatella Cinelli Colombini, Livio Socini che acquistò la fattoria del 1919 scoprendo poco dopo, che era stata costruita dai suoi antenati alla fine del Cinquecento. In quel secolo turbolento la famiglia senese Socini o Sozzini era in mezzo alla burrasca con cinque “liberi pensatori” di cui due -Livio e Fausto- considerati personaggi di spicco della Riforma protestante. Scapparono all’estero ma non bastò ad evitare la scomunica della Chiesa e la confisca dei beni da parte del Granduca di Toscana. La Fattoria del Colle divenne proprietà di altri finchè andò in rovina a causa di un aristocratico che praticava più le donne che l’agricoltura. Livio Socini la comprò e la trasformò in un’azienda modello con frantoio, cantine, campi di grano e impianto per vagliare il seme. Costruì un enorme fienile che Donatella, nel 1998, quando prese la direzione della fattoria, trovò ridotto a uno scheletro con pilastri in mattoni senza più il tetto. Oggi è una sala per le feste, venite a vederla, vi piacerà!

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account