Vivi e rivivi l'esperienza in Fattoria

Panzanella il profumo dell’estate toscana

Anticamente, la panzanella, era la colazione dei contadini. Oggi viene servita soprattutto la sera in città. Ma rimane il più toscano dei piatti estivi

panzanella-Fattoria-del-Colle-Trequanda

panzanella-Fattoria-del-Colle-Trequanda

Di Donatella Cinelli Colombini, agriturismo, Fattoria del Colle

La panzanella porta in tavola i profumi e i sapori dell’orto. E’ la più toscana delle minestre estive, semplicissima e veloce se preparata con ingredienti di qualità sarà un piatto unico da re, perché, come tutta la cucina contadina, è frutto di una sapienza millenaria.
La sapienza delle massaie che, nei poderi badavano a non buttare via niente e quindi avevano imparato a usare il pane raffermo in tutte le stagioni dell’anno, trasformandolo in piccole prelibatezze: in inverno la ribollita

panzanella-Fattoria-del-Colle-Trequanda

panzanella-Fattoria-del-Colle-Trequanda

e la minestra di fagioli, in estate nella panzanella.
Quello che trasforma la panzanella in un piatto unico straordinario è la qualità degli ingredienti: pane toscano (senza sale) fatto con lievito madre e cotto nel forno a legna, verdure appena colte nell’orto e soprattutto olio extravergine di grandissima qualità.INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Di Roberta Archetti chef del ristorante della Fattoria del Colle

200 gr di pane toscano raffermo

panzanella-Sanchimento-IGT-Toscana-Fattoria-del-Colle-Trequanda

panzanella-Sanchimento-IGT-Toscana-Fattoria-del-Colle-Trequanda

1 cetriolo appena colto

¼ cipolla rossa

1 costola di sedano possibilmente il cuore
4 pomodori rossi maturi appena colti (meglio gli occhio di bue)
Basilico fresco
olio extravergine d’oliva
sale
pepe
aceto di vino bianco

Tagliare la cipolla a fette sottili e addolcirla tenendola a bagno in acqua e aceto (metà e metà) per circa mezz’ora. Pelare i cetrioli, lavare tutte le verdure e tagliarle a pezzi non troppo piccoli e metterle in una zuppiera.  Aggiungere le cipolle scolate e sciacquate sotto l’acqua corrente, cospargere di basilico rotto con le mani  e quindi condire con sale, pepe e abbondante olio.  Tagliare il pane grossolanamente e metterlo a bagno in acqua con qualche goccia di aceto per 2-3 minuti. Porre le verdure in una zuppiera e condirle con sale, pepe ed abbondante olio. Aggiungere poi il pane ben strizzato e sbriciolato con le mani. Mescolare ed aggiungere olio solo se il composto è troppo asciutto.

La panzanella va consumata appena fatta, purtroppo si rovina velocemente e, se conservata in frigo, perde la sua caratteristica migliore, il profumo.

L’abbinamento più giusto è un vino bianco toscano come l’IGT Sanchimento della Fattoria del Colle.

 

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account