Vivi e rivivi l'esperienza in Fattoria

Quando un menù mi manda in bestia

Liste chilometriche, ingredienti fuori stagione, nomi misteriosi tipo “pasta a modo mio”, descrizioni esageratamente dettagliate

Di Donatella Cinelli Colombini

cavolo con le fette_ingredienti

cavolo con le fette_ingredienti

<< Le carte interminabili e senza un carattere distintivo hanno fatto il loro tempo>> dice Claudio Nobbio nella sua intervista a “Ristoranti”. Secondo lui è meglio << far bene poche cose e concentrarsi sulle ricette del territorio >>. Come dargli torto? Eppure pochi seguono queste indicazioni.
Dissapore, uno dei blog più letti e apprezzati, elenca le frasi più odiose scritte nei menù e fa precedere l’articolo da questa massima <<Tempo fa un amico mi ha detto: “Per capire come sarà un ristorante devi controllare due cose: il menu e il bagno; e se il bagno fa schifo ma il menu è scritto a mano mangiaci lo stesso”. Ecco, io da quel momento mi affido a questa massima, che è più degna di TripAdvisor (non a caso finito nel mirino dell’Antitrust)>>.

Non condivido appieno, per me la pulizia del bagno è un indizio importante della pulizia di tutto il locale, ma in linea di massima concordo con l’aspirazione all’autenticità e alla semplicità.
Vediamo allora cosa fa scattare il malumore nel momento in cui si apre il menù del ristorante 1)L’elenco sterminato dei piatti quando è evidente che la cucina è piccola il personale è poco per cui è chiaro che

Baccalà alla fratina 8 - baccalà aggiunto al pomodoro

Baccalà alla fratina di Trequanda

la maggior parte delle pietanze sono surgelate oppure cucinate una settimana fa e poi riscaldate e raffreddate, riscaldate e raffreddate dunque ti faranno venire il mal di pancia

2) I piatti noiosi prevedibili, senza un pizzico di ricerca o di inventiva. Insomma io adoro gli spaghetti al pesto ma se vuoi che li ordini devi metterci del pecorino o del basilico particolare. Non dovrebbe essere difficile visto che ce ne sono 60 varietà!
3) Nomi che non vogliono dire niente come “sugo a modo nostro” e sembrano fatti apposta perché il cliente chieda una spiegazione al cameriere. Allora perché non scrivere qualcosa di più preciso oppure devo supporre che siano avanzi e la ricetta cambi tutti i giorni?
4) Dissapore mette il segno rosso su frasi del tipo: pesce fresco, verdura fresca dell’orto …. evidenziando come dare del pesce andato a male e della verdura fradicia sarebbe pure illegale. Verissimo ma a me indicazioni del genere disturbano solo quando sono false e il pesce fresco non è della pescata del giorno prima così come la

taglioni al tartufo bianco toscano fattoria del Colle

taglioni al tartufo bianco toscano fattoria del Colle

verdura dell’orto viene dall’Olanda. Io ho l’orto accanto al ristorante della Fattoria del Colle e l’insalata fresca dell’orto la scrivo bella grossa nel menù.
5) Sono invece d’accordissimo con Dissapore nel dare bacchettate agli aspiranti stellati che “rivisitano” la cucina locale con ingredienti diversi e elaborazioni complicatissime finché i piatti non raccontano più il territorio ma solo il virtuosismo dello chef. La cucina tradizionale o è tradizionale o non è. Evidentemente si evolve, come ogni aspetto del vivere, ma fino a un certo punto.
6) Odio i piatti eccentrici tipo la cottura sotto vuoto dentro la lavastoviglie oppure gli ingredienti come lo struzzo allevato in Chianti. Povere bestie chi sa che freddo hanno in Chianti!

Ossi di morto di Montalcino

Ossi di morto di Montalcino

7) Odio i piatti con ingredienti imprevedibili. Chi come me ha molte allergie alimentari ha bisogno di sapere la composizione dei piatti anche se trovo ridicolo chi descrive preparazioni e ingredienti nei minimi dettagli per almeno tre righe. C’è una bella differenza fra l’aiutare il cliente nella scelta del piatto e darsi delle arie.
Sono troppo cattiva? Dovreste vedermi quando apro il menù e vedo qualcuna di queste frasi!

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account