Vivi e rivivi l'esperienza in Fattoria

Tagliatini con i ceci

A Siena è la minestra di ceci coi tagliolini ma la vera ricetta della Vigilia di Natale sono i tagliatini con i ceci delle Rose una frazione che non esiste più

Tagliatini con i ceci delle Rose

Tagliatini con i ceci delle Rose

Di Alice Bracciali Fattoria del Colle
Le Rose era un piccolissimo borgo di due case dove vivevano due famiglie di oltre venti persone ognuna, fra Torrita e lAbbadia di Montepulciano, nella campagna di Siena. Negli anni sessanta fu abbandonata e quindi demolita. Una delle due case era del “Lecca”, il mio bisnonno, ed è proprio lì che la mia nonna Franca, da ragazzina, ha imparato a fare questa ricetta di Natale.
Chi guasta la Vigilia di Natale, corpo di lupo e anima di cane” mi diceva sempre la nonna. Era la minaccia per chi non seguiva la tradizione e dimenticava di

Tagliatini con i ceci ingredienti

Tagliatini con i ceci ingredienti

presentare in tavola almeno una ricetta “di magro” cioè senza carne, considerata da sempre un bene di lusso. In realtà questa è una pietanza molto gustosa e nutriente anche se semplice e povera.
Per gustare al meglio questo piatto squisito, è bene servirlo versandoci un filo di Olio Extra vergine di Oliva Correggiolo (frantoio) della Fattoria del Colle.INGREDIENTI
Un “mucchietto” di farina, uova, sale q.b., un filo di olio extravergine di oliva, ceci, un rametto di rosmarino: tutto rigorosamente “a occhio”. Considerare un uovo ogni 100g di farina.

Tagliatini con i ceci preparazione

Tagliatini con i ceci preparazione

PREPARAZIONE
Custodisco questo ricordo gelosamente, per noi nipotini era un vero e proprio gioco, imbrattarsi con la farina era ciò che amavamo di più!
La sera della Vigilia nonna Franca cucinava, fra mille altre cose, questa zuppa seguendo sempre lo stesso procedimento. Piccolo antefatto, metteva a bagno i ceci la sera prima con una “manciata” di sale, a volte aggiungeva il bicarbonato per renderli più digeribili. Ma eccoci alla preparazione, per prima cosa la pasta: creava una fontanella con la farina e rompeva le uova nell’incavo, impastava energicamente con le mani, lasciava riposare, dopodiché stendeva l’impasto “col ranzagnolo” (mattarello), lo arrotolava su se stesso e tagliava delle striscioline sottilissime così da ottenere i tagliatini. Dal momento che la pasta era pronta, la nonna poteva concentrarsi sulla zuppa, e per noi piccini arrivava il momento di apparecchiare la tavola a festa!

Tagliatini con i ceci

Tagliatini con i ceci

Lavava bene i ceci e li metteva sul fuoco in acqua fredda. La cottura era molto lenta, e solo quando erano diventati morbidi li “passava” al passatutto con un po’ di acqua di cottura fino ad ottenere una consistenza cremosa. In un’altra pentola faceva soffriggere uno spicchio di aglio intero, che poi toglieva a fine cottura, e aggiungeva un rametto di “tramelino” (rosmarino) per insaporire, vi versava la crema ottenuta e qualche cecio lasciato intero e ci

Ricetta della Vigilia di Natale a Siena preparazione

Ricetta della Vigilia di Natale a Siena preparazione

cuoceva i tagliatini. Aggiustava con il sale e poi serviva con un filo di olio extravergine di oliva.
Lasciava i tagliatini belli lunghi e mentre li mangiavamo io e le mie cugine ci facevamo sempre un sacco di risate giocando a chi li risucchiava in bocca più velocemente. E intorno a quel piatto si creava un’atmosfera così magica che rendeva il Natale la nostra festa preferita.

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account