Vivi e rivivi l'esperienza in Fattoria

Vino bianco in crescita grazie alle donne

Boom di consumi di bevande nella calda estate 2015; crescono i volumi ma soprattutto i valori dimostrando nuova voglia di vivere e forse la fine dell’austerity

vini bianchi preferiti dalle donne

vini bianchi preferiti dalle donne

Di Donatella Cinelli Colombini Brunello Casato Prime Donne

I rilevamenti Formind segnano i migliori risultati dal 2009 quasi ovunque ma soprattutto nelle zone alpine, Umbria e Lazio.
Il caldo e un maggiore protagonismo femminile nella scelta dei vini porta avanti i bianchi. Essi superano, con il 53,5% delle preferenze, di oltre dieci lunghezze percentuali i vini rossi, mentre, sorprendentemente le bollicine si fermano al 4,4%. I dati del panel Crest The NPD Group Inc confermano un trend

vinobianco

vinobianco

complessivamente positivo, <<mercato della ristorazione in ripresa le famiglie tornano a mangiare fuori>>.
Un sentiment nuovo, più fiducioso verso il futuro, ma anche stanco di un lungo periodo di rinunce, spinge di nuovo a mangiare fuori casa e a godere di quella convivialità che è tipica dello stile di vita italiano. I clienti sono tuttavia << profondamente cambiati negli stili di vita e nelle abitudini di consumo>> dicono gli analisti del panel Crest <<sono diventati sempre più selettivi nelle loro scelte trovando luoghi e modi alternativi al soddisfacimento dei propri bisogni>>.Uno di questi cambiamenti è la crescita di consumo dei vini bianchi perché, fa notare Cronache di Gusto, <<Gli incorreggibili passionari amanti del vino rosso sono perlopiù uomini over 50: il 59,4% contro il 40% del pubblico femminile>>. In effetti la propensione

bicchieridonna

bicchieridonna

delle consumatrici donne ad associare il vino alle occasioni conviviali e soprattutto alle occasioni extradomestiche era ben nota grazie a un’indagine diffusa durante Vinitaly 2013 che fotografava abitudini di consumo più pantofolaie per gli uomini e più saltuarie e socializzate per le donne. Ecco che la ripresa delle bevute fuori casa associata a un luglio torrido e una crescente competenza femminile in materia di vino ha portato avanti i vini bianchi.

Anche la crescita dei consumi in valore più che in volume è in diretto collegamento con le abitudini assunte nel periodo di crisi dove la qualità è diventata un valore superiore alla quantità <<bere meno ma bere meglio>>.

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

1 Comment

  1. Andrea Messina Reply

    buongiorno Donatella,
    noto con piacere che ha citato la società For Mind nel suo articolo, società per la quale mi occupo di trade marketing.
    mi farebbe piacere fare due chiacchiere con lei circa il mercato del vino e capire se ci sono le possibilità per collaborare.
    questa è la mia mail: andrea.messina@formind.it
    attendo un suo riscontro.
    buona giornta
    Andrea

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account