Forum

A Gozo-Malta dove la finestra azzurra non c’è più

La Azure Window simbolo di Gozo e Malta è crollato, la notizia ha fatto il giro del mondo, ma noi gozitani di adozione abbiamo scoperto l’arcone bis

Di Donatella Cinelli Colombini, Toscana, agriturismo, Fattoria del Colle

Gozo-Finestra-Azzurra-Donatella-Cinelli-Colombini-l'arcone-che-non-c'è-più

Gozo-Finestra-Azzurra-Donatella-Cinelli-Colombini-l’arcone-che-non-c’è-più

Era uno dei simboli più conosciuti delle isole maltesi, un’enorme arco di pietra arenaria che sembrava una porta sul mare.

La azure window o meglio Dwejra come lo chiamavano qui a Gozo, è crollato l’8 marzo alle 9,40 a causa di una grande onda. Sono passati dieci giorni ma a Malta sono ancora sconvolti <<Ho il cuore a pezzi>> ha scritto su Twitter, poco dopo il crollo, il primo ministro Joseph Muscat. Per fortuna la finestra azzurra non è l’unico arcone di Gozo ce n’è un altro meno visibile perche meno esterno, ma quasi altrettanto enorme.
Io e Carlo siamo a Gozo per goderci una settimana di relax e di sole. Escursione d’obbligo l’arco bis. Va detto che il sindaco del villaggio di Gharb è stato velocissimo: poche ore

Gozo-Wied il-Mielaħ and Wied il- Għasri

Gozo-Wied il-Mielaħ and Wied il- Għasri

dopo il crollo della azure window lui stampava i cartelli per mandare i turisti verso l’arcone del suo paese. La costa di Gozo è un’alta scogliera assolutamente intatta, lo scenario è spettacolare e la vegetazione spontanea manda un profumo di timo e di camomilla quasi inebriante. Facciamo una passeggiata al tramonto, non conoscevamo quel tratto di costa e rimaniamo sorpresi nello scoprire panorami nuovi in un’isola piccola come il comune di Trequanda (dove c’è la Fattoria del Colle) dove veniamo da dieci anni. L’arco bis si chiama Wied il Mielah o Ghasri ed è alla fine di una falese dove gli appassionati di scalate salgono aggrappandosi alla parete verticale.

Gozo-Donatella-Cinelli_Colombini-fra-i-gerani-selvatici

Gozo-Donatella-Cinelli_Colombini-fra-i-gerani-selvatici

Per raggiungerlo percorriamo una strada a una corsia lungo un uadi dove, forse qualche millennio fa, scorreva un fiume. Il paesaggio sembra uscito da un quadro romantico, è stupendo e intatto. L’arcone è enorme e sicuramente l’intraprendente sindaco di Gharp saprà valorizzarlo creando una terrazza artificiale per vederlo meglio.
Il piacere della scoperta non attenua la tristezza per la perdita del grande arco di Awejra. E’ diventato famoso nel mondo con la serie televisiva “Game of Thrones” che in Italia era “Il trono di spade” quando fu usato come location del matrimonio di Dothraki. Per la verità quelle riprese provocarono grosse polemiche perché causarono danni al delicato ecosistema del luogo. Ma è stato il mare a

Gozo-Marsalforn-saline-di-epoca-romana

Gozo-Marsalforn-saline-di-epoca-romana

compromettere la stabilità dell’arco con i cedimenti che, negli ultimi anni sono stati sempre più frequenti e ai quali i tecnici non hanno saputo mettere fine. Peccato. Secondo loro il crollo non si poteva evitare.
La finestra blu era al primo posto fra le 105 cose da vedere a Gozo in Trip Advisor. A Dwejra rimangono il fungus rock e il Inland Sea. Quest’ultimo è un luogo bellissimo, l’acqua del mare penetra attraverso una fenditura nella scogliera e forma un laghetto circondato dalle rimesse dei pescatori. Ci sono i Luzzi, le barche di legno dipinte con colori vivaci e gli occhi di Osiride che portano i turisti in mare aperto attraverso lo stretto

Luzzi a Gozo

Luzzi a Gozo

tunnel nelle rocce. Un’esperienza che vale il viaggio.
L’unica cosa buona derivante dal crollo dell’azure window è la fine dei tuffi. C’erano infatti dei temerari che saltavano giù dai 28 metri dell’arco con frequenti incidenti. Ricordo che lo scorso anno, il medico del pronto soccorso di Gozo che mi visitò dopo la caduta (nella doccia), per rassicurarmi, mi disse <<noi qui siamo attrezzatissimi, abbiamo un armadio pieno di busti per le fratture alle vertebre perché molti si buttano dall’arco di Dwejra e si fanno male>>.
Gozo isola piena di sorprese e di affetti. Abbiamo perso l’arcone di Dwejra ma ci sono ancora tanti amici, dei panorami mozzafiato che, specialmente sulla costa ci riportano all’epoca di Ulisse e Calipso, cucina strepitosa e un’eterna primavera … che si vuole di più!

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account