Forum

I campioni dell’ospitalità sono siciliani

Piccola cronaca del viaggio di 19 toscani in Sicilia e del gemellaggio fra i Lions Club Palermo Leoni e Firenze Brunelleschi

Gemellaggio Lions Clubs Palermo Leoni Firenze Brunelleschi

Gemellaggio Lions Clubs Palermo Leoni Firenze Brunelleschi

Visto per voi da Donatella Cinelli Colombini
Una gentilezza piena di piccole attenzioni e di sorrisi che ha avuto il suo culmine domenica mattina quando l’autobus per la gita a Segesta non si è presentato e i Lions palermitani hanno preso le loro auto e ci hanno portato a fare l’escursione con quelle. Straordinari! Avevamo già avuto un assaggio della loro cortesia all’arrivo, quando Luigi Mellina ci è venuto a prendere all’aeroporto. Talmente ospitali da mettere in imbarazzo, soprattutto al pensiero di non essere in grado di ricambiare adeguatamente.

Lions del Firenze Brunelleschi a Mondello

Lions del Firenze Brunelleschi a Mondello

Palermo mi appare molto più bella del recente passato: monumenti restaurati, bei negozi, una gastronomia piena di profumi e di fascino anche nelle bancarelle del cibo di strada. Primo giorno dedicato alla visita ai monumenti palermitani: Vucciria, Cattedrale, Palazzo dei Normanni ma anche i profumi e i colori di questa capitale del Mediterraneo raccontano il suo nobile passato.

Donatella Cinelli Colombini a Segesta

Donatella Cinelli Colombini a Segesta

La cerimonia che rinnova il gemellaggio fra i Lions Clubs Firenze Brunelleschi e Palermo Leoni avviene all’Hotel Centrale, a pochi passi dal Palazzo dei Normanni. Gli amici siciliani ci sommergono di regali oltre che offrirci una splendida cena che inizia con pane e panelle. I presidenti Paolo Giuntini e Gabriele Miccichè firmano la pergamena del rinnovato patto. Vengono ribadite le radici culturali comuni, soprattutto il ruolo di entrambe le città nella nascita della lingua italiana – Dante Alighieri e la Scuola poetica siciliana – e l’origine dagli Elimi e dagli Etruschi che sono popoli dello stesso ceppo. E’ proprio per ritrovare questo fil rouge che la mattina dopo andiamo a Segesta, città fondata dagli Elimi intorno al IX secolo.

Palermo Cattedrale

Palermo Cattedrale

Amedeo Tullio, l’archeologo PDG Lions che ci fa da guida ammonisce <<non è un tempio perché non fu mai finito e dunque non ha la cella>> è vero, ma questo “non tempio” è fra le cose più belle realizzate dalla mente umana. Un capolavoro di armonia che ci incanta. Saliamo anche al teatro e rimaniamo storditi dai colori e dalla bellezza del paesaggio intorno. Noi toscani, reduci da mesi e mesi di pioggia prendiamo delle belle scottature. La mia è la più forte, nel collo, dove la collana di perle salva solo una parte della pelle.

Palermo Hotel Des Palmes

Palermo Hotel Des Palmes

L’escursione successiva a Calatafimi ci porta in dei vicoli tappezzati di mattonelle con proverbi e di poesie. Vorremmo vedere di più ma la scarsa abitudine a camminare e l’abbuffata di genovesi con la ricotta fatta a pranzo costringono a accorciare la visita.
Maurizio Scalzo e Ugo Giannuzzo, i due Lions fiorentini di origine siciliana, ci guidano in un viaggio gastronomico che prosegue nella

Calatafimi vicolo dei proverbi

Calatafimi vicolo dei proverbi

bellissima baia di Mondello dove ceniamo all’aperto. In effetti il tempo dedicato alla strepitosa cucina siciliana è moltissimo e i Lions rimasti a Firenze commentano le foto su Facebook sbavando di invidia << ma siete sempre a mangiare!>>

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

2 Comments

  1. luigi mellina Reply

    Rientrato a Palermo, visto adesso, splendida Donatella! Grazie, un abbraccio anche a Carlo ed a tutti voi. Luigi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account