Forum

Il cibo da strada diventa stellato

E’ quello più di tendenza, il fenomeno socio-gastronomico top degli ultimi 20 anni e ora attrae personaggi come Ciccio Sultano, Massimo Bottura e Davide Scabin

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini

Mario Uliassi streetfood

Mario Uliassi streetfood

Il punto di partenza sono i libri di Clara e Gigi Padovani <<Street food all’italiana >> e Luca Iaccarino <<Cibo di strada. Il meglio dello street food in Italia>> ma soprattutto i bellissimi articoli di “BB Horeca” dicembre 2013 scritti da Mariangela Molinari.
La novità del cibo da strada è la versione lusso recentemente premiata dalla guida del Gambero Rosso. Vince nel 2013 Cristina Bowerman dello stellato romano “Glass Osteria” per il panino di pastrami di lingua, al secondo posto Valeria Picchi “Da Caino” per il tris di trippe e lampredotto. Insomma mangiano sul marciapiede, non più solo muratori, ma anche giovani in carriera, di quelli che fanno solo ciò che va di moda.
Molti grandissimi chef hanno attrezzato una roulotte come lo stellato Mauro Uliassi di Senigallia. Di questa esperienza Mauro dice <<se tolgo i camerieri, la mise en place, gli arredi, i tavoli e il cibo semplicemente a quello che è, proponendolo su un pezzo di carta, ho la preparazione di un cuoco stellato a un costo da strada>>. Ma questo è fantastico!
Gli amanti del cibo da strada sono, in Italia, secondo Coldiretti, 35 milioni che cercano convenienza, tradizione e

creazione di Cristina Bowerman

creazione di Cristina Bowerman

velocità. Caratteri che piacciono anche ai turisti, infatti il 73% di loro ha assaggiato arancini, arrosticine, lampredotto, piadine, polenta fritta, olive ascolane … in piedi per strada oppure durante le fiere paesane. Tra gli appassionati dello street food vanno considerati sia coloro che preferiscono specialità locali (45%) che i consumatori di hot dog o kebab (28%).
Dietro a questo fenomeno di successo sono sorte guide e eventi; ci sono i siti che segnalano le migliori opportunità gastronomiche on the road: a Torino bompàt, a Milano hamap, a Roma streatit. Ci sono

Street-food-Padovani

Street-food-Padovani

eventi come quello di Palermo che ha un nome da sogno “Panelle e Champagne” e ha convinto 30 maison francesi a partecipare. Infine ci sono un festival internazionale del cibo di strada a Cesena e un reality televisivo intitolato “Street Food Heroes”. Che si vuole di più! Basta con le posate e con le tovaglie di lino …. Non è forse più divertente tornare bambini e leccarsi le dita dopo aver mangiato?

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

2 Comments

  1. SARA SAMUEL Reply

    BUONGIORNO, SOLO ORA VEDO CHE LA MIA EX SOCIA MARINA RAMASSO, CHEF NON STELLATA, VIENE MENZIONATA COME FACENTE PARTE DI CUCINANDOSURUOTE. HA FATTO PARTE DEL PROGETTO SOLO INIZIALMENTE VENENDO DI RARO SU GIGETTA, LO STREETFOOD NON è PER TUTTI E ASSAI FATICOSO, E DA UN ANNO A QUESTA PARTE TORNATA AL SUO RISTORANTE.
    DA ALLORA GIGETTA PROPONE MANICARETTI VEGAN CON CANAPA, SCUSATE L’APPUNTO MA CI TENGO ALLA MATERNITà DEL PROGETTO.
    RIMANGO A DISPOSIAZIONE PER QUALSIASI INFO O DELUCIDAZIONI
    RINGRAZIANDOVI
    SARA SAMUEL
    CucinandoSuRuote

    1. Donatella Reply

      Come potrà constatare, l’articolo a cui lei fa riferimento è stato pubblicato oltre un anno fa. Ho tolto ogni riferimento a Cucinandosuruote e sono molto dispiaciuta che la mia amica Marina Ramasso non collabori più con questa iniziativa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account