Forum

Il vino di Violante

Violante era la figlia di Federico II, Violante di Baviera fu governatrice di Siena nel ‘700, Violante è il nome di mia figlia ma anche di un vino Nero di Troia

Violante Gardini Cinellicolombini Jr

Violante Gardini Cinellicolombini Jr

Di Donatella Cinelli Colombini

Molti anni fa chiesi a mia figlia Violante <<ho idea di creare un nuovo vino perché non lo chiamiamo come te?>> ma lei era contrarissima e descrisse la scenetta di due persone al ristorante con una che dice all’altra <<dammi un bicchiere di Violante>>. Per poi commentare <<che vergogna!>>
Va detto che la mia adorata rampolla ha sempre detestato il suo nome soprattutto a causa della fama dell’Onorevole Luciano Violante. Spesso che le chiedeva <<come ti chiami>> e alla sua risposta <<Violante>> seguiva la replicava <<si ma di nome?>> perché molti davano per scontato che si trattasse di un cognome.

Violante 2015 Nero di Troia-Rivera

Violante 2015 Nero di Troia-Rivera

In realtà mia figlia porta questo nome in ricordo di una donna di eccezionale talento: Violante Beatrice di Baviera (1673-1731) personaggio di grande rilievo nella storia di Siena dove fu Governatrice per 14 anni e firmò il bando “Nuova divisione dei confini delle Contrade“. Con questo documento si fissava in modo definitivo il numero delle contrade che avevano diritto a correre il Palio e si stabilivano i confini territoriali di ciascuna di esse. L’editto di Violante è rispettato ancora oggi nella suddivisione delle centro storico di Siena.
Donna sentimentalmente sfortunata fu moglie di Ferdinando dè Medici e con lui sul trono di Toscana, rimase vedova e morì giovane forse a causa della malattia trasmessale dal marito impenitente donnaiolo.
Il territorio senese ricorda con ammirazione Violante di Baviera anche celebrando i luoghi dove è stata. Nell’ospedale di Montalcino dove è nata la mia Violante una targa ricorda la vista della Governatrice medicea, a Siena c’è il ristorante “la sosta di Violante” …..
Tuttavia mia figlia ha sempre considerato bruttissimo il suo nome. Il vino che volevo dedicarle si è poi chiamato Cenerentola ed è una DOC Orcia di grande successo.Non tutti la pensano come lei, a molti il nome Violante piace e ci sono persino vini con questo nome e collegati a questo nome Violante.

Violante Placido produce vino insieme al padre, il celebre attore Michele nell’azienda Placido-Volpone nata nel 1974. <<È un’avventura che nasce da una terra ancora vergine, la Puglia, che offre prodotti sani che dobbiamo imparare a valorizzare>> ha dichiarato a WineNews durante Vinitaly presentando la sua produzione <<La mia non è certo voglia di apparire quanto di aiutare un territorio abbandonato dalle istituzioni, combattendo lo sfruttamento e creando lavoro vero, ma anche una scuola di teatro e cinema>> ”.
http://www.winenews.it/laprima/laprima_n2385_20-04-2018.pdf
Violante è soprattutto il nome di un vino delle cantine Rivera, anch’esse in Puglia. <<E’ nato con la vendemmia 2004 nell’ambito di un progetto di valorizzazione dei vitigni autoctoni del centro-nord Puglia: Bombino Bianco, Bombino Nero e Nero di Troia>> ci ha spiegato Sebastiano de Corato <<Violante è il nome scelto per il Nero di Troia con, non una, ma ben 3 motivazioni:
1. La VIOLA è uno degli aromi che è molto riconoscibile nel Nero di Troia in purezza, specie in gioventù
2. VIOLA è il colore dei vini rossi giovani e il vino aveva questo profilo.
3. VIOLANTE è il nome di una figlia di Federico II, il cui matrimonio si celebrò al Castel del Monte nel 1246 >>
Ed ecco spiegato il motivo storico per cui Violante è un nome così amato in Puglia. Si tratta evidentemente di un nome femminile antico, aristocratico e diffuso nei territori di lingua tedesca da cui proveniva Federico di Svevia. Un nome con una splendida sonorità che la mia diletta figlia dovrebbe forse amare di più.

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

3 Comments

  1. Domenico Ocone Reply

    Cara Violante,
    c’è soprattutto Violante Von Hohensthaufen,principessa sorella di Manfredi di Svevia.
    Andò sposa al Duca Sanseverino di Caserta,che tradì il cognato,causandone la morte per mano dell’esercito dei d’Angiò,
    la sera prima delal battaglia di Benevento,avvenuta a circa due chilometri dal mio paese,Ponte.
    L’ultima notte della sua vita Manfredi ha dormito appunto nel mio paese nella chiesa badilate di Santa Anastasia,longobarda,oggi monumento nazionale.
    Una curiosità:signora del castello di Ponte è stata anche Luisa Sarriano y Lleira,cugina di primo grado della Monaca di Monza.
    Cordiali saluti anche ai tuoi genitori e ai cani,
    Domenico Ocone
    Domenico

  2. Domenico Ocone Reply

    Cara Violante,
    c’è soprattutto Violante Von Hohensthaufen,principessa sorella di Manfredi di Svevia.
    Andò sposa al Duca Sanseverino di Caserta,che tradì il cognato,causandone la morte per mano dell’esercito dei d’Angiò,
    la sera prima delal battaglia di Benevento,avfvenuta a circa due chilometri dal mio paese,Ponte.
    L’ultima notte della sua vita Manfredi ha dormito appunto nel mio paese nella chiesa badilate di Santa Anastasia,longobarda,oggi monumento nazionale.
    Una curiosità:signora del castello di Ponte è stata anche Luisa Sarriano y Lleira,cugina di primo grado della Monaca di Monza.
    Cordiali saluti anche ai tuoi genitori e ai cani,
    Domenico Ocon

    1. Donatella Reply

      Caro Domenico sei ferratissimo in storia. Grazie di queste belle informazioni, sei stato gentilissimo a pubblicarle

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account