Forum

Italia dei raccomandati che punisce i talenti

Il caso di Linda Laura Sabbadini come simbolo di un Paese dove la carriera è fatta sulla fedeltà ai potenti e non sul merito

Linda-Laura-Sabbadini-e-l'Italia.spreca-talenti

Linda-Laura-Sabbadini-e-l’Italia.spreca-talenti

Di Donatella Cinelli Colombini

Robert Engle l’economista e statistico premio Nobel 2003 mi disse << ci sono troppi raccomandati, un Paese che non premia il talento non ce la può fare>> e purtroppo la sua dura diagnosi sull’Italia, detta sorseggiando un caffè in Piazza del Campo a Siena , nel 2009, si è rivelata esatta.
Le conferme sono nella difficoltà ad uscire dalla crisi ma soprattutto nella fuga dei cervelli.
Mauro Castelli ha 31 anni vive a Lisbona dove si è trasferito dopo il dottorato di ricerca sull’ dell’intelligenza artificiale all’Universitá di Milano Bicocca. <<Tornerebbe in Italia ?>> gli hanno chiesto da “Il Giornale” e lui ha risposto di no << A differenza dell’Italia, qui in Portogallo, se hai del talento prima o poi emergi e il tuo valore viene

mauro-castelli-cervelli.in.fuga-dall'Italia-dei-raccomandati

mauro-castelli-cervelli.in.fuga-dall’Italia-dei-raccomandati

riconosciuto>>.
E’ questo il guaio, ha ragione Engle, l’Italia spreca il suo capitale umano. Una situazione visibile da Sud a Nord nelle università come nella politica. E infatti l’Human capital Index 2016 presentato al World economic forum ci mette al 34° posto mentre in testa ci sono Finlandia, Norvegia, Svizzera, Giappone, Svezia, Nuova Zelanda, Olanda, Canada … Paesi dove non ci sono poveri perché tutto funziona.
Tra le nazioni industrializzate siamo penultimi. Una situazione sconfortante che penalizza soprattutto i giovani ma non solo loro.Un caso emblematico riguarda Linda Laura Sabbadini ex Direttore del dipartimento di statistiche sociali e ambientali dell’Istat, la studiosa a cui si deve l’indagine del

World-Economic-Forum-2016-Global-Leaders-to-Hold-Annual-Meeting-in-Davos-Switzerland

World-Economic-Forum-2016-Global-Leaders-to-Hold-Annual-Meeting-in-Davos-Switzerland

2006, che rivelò le enormi dimensioni della violenza sulle donne: 6.700.000 casi in Italia, 10 milioni se si considerano anche le violenze psicologiche, un milione di donne con un passato di stupri o tentati stupri. Per questo fu scelta nel 2013 per il Premio “Casato Prime Donne”.
La Sabbatini è un personaggio di rilevanza internazionale nel campo delle statistiche sociali: ha guidato in Italia il rinnovamento di questo settore. Autrice di oltre 100 pubblicazioni nazionali e internazionali e curatrice di 13 volumi sulle indagini statistiche sociali, è membro di commissioni di alto livello dell’ ONU, europee e nazionali … eppure qualche mese fa, con il nuovo Presidente dell’ISTAT Giorgio Alleva l’ha messa “in congelatore” con incarichi quasi irrilevanti.

Linda-Laura-Sabbadini-Premio-Prime-Donne-2013

Linda-Laura-Sabbadini-Premio-Prime-Donne-2013

Il motivo della defenestrazione della Sabbadini arriva dal “Corriere della Sera” che racconta un episodio << Che Alleva e Sabbadini non andassero d’accordo sulla gestione delle statistiche sociali era noto da tempo. Tra i due c’era anche stato un imbarazzante scambio in occasione della presentazione del Bes 2015 il 2 dicembre alla presenza del ministro Dario Franceschini: Alleva aveva rimproverato pubblicamente la capo dipartimento al termine della sua brillante presentazione dei risultati dell’indagine sul benessere e Sabbadini aveva risposto per le rime. >>
Errore imperdonabile perché in Italia viene premiata la fedeltà non il talento e quindi chi dice quello che pena, specialmente in pubblico, rischia grosso. In favore della Sabbadini si è schierato un esercito di intellettuali, esperti, personaggi della cultura … ma non è bastato a farle riavere un incarico di rilievo all’ISTAT.
Ma è difficile bloccare una donna con le sue capacità e il direttore de “La stampa” l’ha chiamata a scrivere gli editoriali, così una o due volte la settimana Linda Laura Sabbadini firma pezzi anche di prima pagina. Nel futuro chi sa… forse anche lei diventerà un cervello in fuga. Che peccato!

 

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account