Forum

Le storie in etichetta che fanno ricomprare il vino

Basta descrizioni generiche mettiamo le storie in etichetta con ciò che rende unico quello specifico vino. O ancora usiamo i vitigni come eroi

Tio Pepe racconto in etichetta

Tio Pepe racconto in etichetta

Di Donatella Cinelli Colombini, Montalcino, Brunello, Casato Prime Donne

Difficilmente il cliente si mette a leggere una storia in etichetta mentre compra una bottiglia in enoteca o al supermercato. Molto più probabilmente lo fa al ristorante mentre aspetta di mangiare oppure a casa mentre sorseggia dopo cena sul divano cercando di rilassarsi dopo una lunga giornata di lavoro. E’ questo il momento in cui la storia scritta in etichetta può fargli aumentare l’apprezzamento per il vino. Una storia che trasmette emozione è molto più memorizzabile di una sequenza di informazioni tecniche e quindi, il nostro cliente sarà più propenso a scegliere di nuovo quel vino nel futuro perché avrà un legame emozionale con esso.
Un recente studio dell’Università di Adelaide ha rivelato l’inefficacia di descrizioni che potrebbero adattarsi a tutti i vini dello stesso territorio o dello stesso vitigno. Funziona invece raccontare ciò che rende unica proprio quella bottiglia – della serie “ se non ti

Flexo lampada spagnola esempio di racconto in etichetta

Flexo lampada spagnola esempio di racconto in etichetta

distingui ti estingui”- basta la spiegazione di un particolare, anche piccolo, e il nostro vino esce dal coro e finalmente diventa visibile. Per spiegare il metodo The Drinks business fa l’esempio di una lampada da comodino spagnola in alluminio a basso prezzo. Sarebbe passata del tutto inosservata se non ci fosse stata una spiegazione che, solo in UK, ha colpito 30 milioni di lettori << The Flexo is an integral part of Spanish life, having been in continuous production since 1925. Although the designer is unknown, the Flexo is a design classic, a version being in the Design Museum in London>>

Cenerentola-2015-Orcia-Doc

Cenerentola-2015-Orcia-Doc esempio di vino con storia unica

Il Flexo (questo è il nome della lampada) è parte integrante della vita spagnola, viene prodotta ininterrottamente dal 1925. Sebbene il suo creatore sia sconosciuto , Flexo è un classico di design e una versione di questa lampada si trova nel Design Museum di Londra.
Altro esempio è l’etichetta di Tio Pepe che racconta l’albero genealogico della dinastia. Forse non sarà utile a capire il contenuto della bottiglia ma avvicina il consumatore a una famiglia leggendaria di Jerez.
Sempre in questa stessa logica leggo un articolo di WineMeridian che propone di raccontare vitigni, territori del vino come eroi puntando sulle loro storie uniche e straordinarie. In altre parole Attilio Scienza, intervistato da Fabio Piccoli, propone di trattare le viti come gli eroi dei film o dei fumetti e usare le loro storie piene di magia e mistero per creare interesse: viti trasferite per migliaia di chilometri in epoca remotissima, la fatica degli uomini per adattarle a situazioni climatiche diverse oppure per coltivarle su fazzoletti di terra arrampicati sulle montagne come in Valtellina. Gli atti eroici diventano parti di una leggenda e di un mito e chi sa che non troviamo un novello Ulisse nei panni di un vignaiolo!

 

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account