Forum

Vigneti e tacchi alti vince il WS video contest

Sono due giovani produttrici del Piemonte protagoniste di Vigneti e tacchi alti  le vincitrici del concorso “Wine Spectator WS video contest” 2017

Vigneti-e-tacchi-alti-Monica-e-Daniela-Tibaldi

Vigneti-e-tacchi-alti-Monica-e-Daniela-Tibaldi

Di Donatella Cinelli Colombini

Un trionfo per le nuove generazioni del vino piemontesi e soprattutto per le giovani donne. Si perché anche il Piemonte ha letteralmente sbancato con il primo e secondo premio più la menzione d’onore. Detto così potrebbe sembrare una gara parrocchiale langarola invece il Wine Specator WS video contest è un concorso con oltre 1.000 partecipanti, organizzato da una delle riviste di vino più importanti del mondo con base a New York. Lo squadrone piemontese ha battuto video australiani, californiani, francesi e anche italiani come quello su Simonit & Sirch anch’esso fra i finalisti ….
Un successone soprattutto per Langhe TV (Spin-off di JMARKETING fondata da Massimo Gavello) che ha prodotto i tre filmati piemontesi mostrando al mondo un lato giovane e appassionato del vino italiano.

Famiglia-Adriano

Famiglia-Adriano

Prima classificata la Cantina Tibaldi di Pocapaglia (Cuneo) con Monica e Daniela che raccontano la loro esperienza in modo ironico e autoironico giocando sulla gravidanza di una di loro e sul modo di alternare la guida del trattore con le minigonne e il trucco “Vigneti e tacchi alti” appunto.

Al secondo posto gli Adriano (San Rocco Seno d’Elvio – Alba CN) con Michela e tutti i suoi nel racconto della loro giornata “Prendi una famiglia- in un paesino-per produrre vino”. Due storie parallele con addirittura qualche fotogramma degli stessi eventi come Sbarbatelle a Viarigi dove tutte le giovani produttrici hanno servito i loro vini vestite di rosso, oppure la tavolata all’aperto in una contrada di San Donato.

Sesta Classe Generation Wine

Sesta Classe Generation Wine

Menzione d’onore a “Sesta Classe Generation Wine” dedicato ai 10 ragazzi ex compagni della Sesta Classe della Scuola Enologica di Alba: Sergio Abrigo, Marta Alessandria, Danilo Amerio, Luca Boasso, Ettore Bosio, Gabriele Calvo, Matteo Conterno, Pietro Giachino, Davide Mortara e Riccardo Toso. Una classe di amici prima che di colleghi e di futuri concorrenti che <<per continuare a vedersi, decidono di fare un vino insieme….. Un grande insegnamento per tutti noi !>> ha commentato Massimo Gavello.
Un modo di raccontare veloce ma anche capace di evocare sentimenti e situazioni con un’autenticità che convince e trascina senza nemmeno troppo bisogno di parole: il primo video comincia in un dialetto piemontese così stretto che per capire bisogna leggere i sottotitoli in inglese, nel secondo ci sono solo le didascalie dei luoghi, nel terzo c’è una frase finale che andrebbe incorniciata << i vero sapore del nostro vino, fatto di gioventù, entusiasmo e di un’irriducibile e silenzioso richiamo della nostra terra>>

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account