Tag Archive

Tag Archives: agriturismo

Nuove botti per il Brunello 2016

  • Pubblicato in Forum

Febbraio, le nuove botti entrano in cantina per diventare la culla dell’ultima vendemmia del futuro Brunello. Ecco i perché di una scelta importante

Botti-vecchie-che-escono-Fattoria-del-Colle-Toscana

Botti-vecchie-che-escono-Fattoria-del-Colle-Toscana

P1100916Di Donatella Cinelli Colombini, cantina, agriturismo in Toscana

Febbraio è il mese in cui tradizionalmente il futuro Brunello inizia la sua maturazione in botte. C’è tuttavia chi si anticipa, come consigliava il compianto Professor Yves Glories, l’enologo che ha insegnato al mondo intero, come interpretare la maturazione polifenolica dell’uva. Eravamo all’Università di Bordeaux 2, dove lui insegnava, alla fine del gennaio 2001, e io gli feci assaggiare il vino della mia più recente vendemmia, prendendomi una solenne lavata di capo perché non lo avevo ancora messo in botte.
La tradizione montalcinese è tuttavia quella di mettere il vino nei contenitori in legno quando ha completato la fermentazione malolattica ed viene fatto il primo travaso. Per questo, a gennaio, gli enologi consulenti , come la nostra Valerie Lavigne, arrivano nelle cantine e fanno la degustazione totale della nuova vendemmia insieme all’enotecnico interno, nel nostro caso all’enotecnica Barbara Magnani.
E’ un esame molto attento e lento di ogni tino. Analisi di laboratorio, mappe dei

botti-nuove-Adour-tostatura

botti-nuove-Adour-tostatura

vigneti, diari della vendemmia … ma soprattutto l’assaggio conducono alla decisione che segna il destino di ogni partita. Fino a cinquant’anni fa, l’ufficio di Barbara era lo “scrittoio” del Fattore del Colle. E’ una piccola stanza all’ingresso della villa cinquecentesca, da cui il profumo del vino si propaga in tutti gli uffici. Barbara e Valerie siedono una di fronte all’altra con gli schermi dei PC portatili davanti. Entrambe amano la tecnologia e i dati, così come gli appunti di degustazione, sono tutti digitali, niente fogli. Leggi tutto…

Scuola di cucina in fattoria, anzi scuole

  • Pubblicato in Video

Scuola di cucina con la gastronoma Helle Poulsen Tesio, con la chef Roberta Archetti o, per chi ha solo poche ore, con le massaie dell’Osteria di Donatella.

Di Sara Mazzeschi – Fattoria del Colle

Scuola di cucina Toscana a fattoria del Colle

Scuola di cucina Toscana a fattoria del Colle

Si fa presto a dire scuola di cucina! Negli ultimi tempi sono diventate davvero “cool”, di gran moda, basti pensare a tutte le trasmissioni in tv: dal più noto Masterchef ai vari Cotto e Mangiato e Cuochi&Fiamme, ormai la passione per i fornelli va di pari passo con quella del cibo ed infatti le richieste per corsi di cucina, più o meno intensivi, intasano o quasi la nostra posta in agriturismo.

A noi dello staff di Fattoria del Colle non è mai bastato fare le cose come gli altri, seguire semplicemente le mode e dunque, di stagione in stagione, siamo andati ad organizzare corsi per tutti i gusti ma soprattutto per tutti i cuochi, dai più esperti a chi sa appena tenere un coltello in mano. Niente novelle cuisine ma semplici e gustose ricette della tradizione regionale e trequandina, presentate e condivise con allegria e convivialità…e infatti ogni nostro corso inizia con un bell’aperitivo di benvenuto, quando ai novelli cuochi vengono dati grembiuli, ricettari ed un bicchiere di Rosato o di Rosso di Montalcino, per i più tosti! Leggi tutto…


Perché sposarsi al Colle è più bello

Abbiamo organizzato il matrimonio di campioni mondiali di sport, registi cinematografici,  finanzieri con invitati di 16 nazionalità diverse … e ognuno ha detto <<sposarsi al Colle è più bello>>

Di Sara Mazzeschi, Fattoria del Colle

Sposi a fattoria del Colle

Sposi a fattoria del Colle

Perché a tavola ci sono Brunello e altri vini con premi internazionali, perchè il taglio della torta è nel boschetto con le luci dello scenografo di “4 matrimoni e un funerale”, perchè la luna di miele è nella camera del Granduca di Toscana, perché i panorami sono i più belli del mondo e perché la Fattoria del  Colle è un luogo autentico, con quattrocento anni di nobile storia e un matrimonio ha bisogno di una cornice vera come l’amore degli sposi.

Ho preso parte a cerimonie in tutta Italia ma non c’è niente da fare , sposarsi in Toscana è insuperabile! Infatti , dati alla mano, è tra le mete più ricercate e negli ultimi tempi  ville, castelli e casali che si offrono come possibili location sono spuntate come funghi.  Fattoria del Colle, nel Sud di Siena, dove organizzo matrimoni da anni ha visto decine e decine di coppie richiedere la perfezione per il loro Giorno e mai questo luogo antico e magico ha deluso.  Ma perché sceglierlo? Perché sposarsi qua è più bello? Leggi tutto…

I 10 Cognac più cari del mondo

  • Pubblicato in Forum

Da 2 milioni a un modesto 5.000 Dollari a bottiglia ecco i Cognac gioiello da tenere in cassaforte. Distillati di grande pregio e lunghissimo invecchiamento 

Il-Cognac-più-costoso-del-mondo.-Enrico-IV-Dudognon-Heritage-Cognac-Grande-Champagne-2-milioni (1)

Il-Cognac-più-costoso-del-mondo.-Enrico-IV-Dudognon-Heritage-Cognac-Grande-Champagne-2-milioni (1)

Di Donatella Cinelli Colombini, agriturismo, cantina, Toscana
Il più caro in assoluto è l’Enrico IV Dudognon Heritage Cognac Grande Champagne che costa 2 milioni ed è, a buon diritto, nella lista dei prodotti più cari del mondo. E’ prodotto dal 1776 dai diretti discendenti del Re e matura in botte per oltre 100 anni. La bottiglia è rivestita in ora 24 carati con 6.500 diamanti.
C’è da chiedersi chi berrà una simile bottiglia e soprattutto se riuscirà a gustarla considerando il valore di ogni goccia.
Tuttavia esemplari di questo valore alimentano il mito del più prestigioso distillato francese. Il Cognac proviene  (per il 95%) dai dipartimenti Charente (dove si trova la cità Cognac) e anche da Charente-Maritime situati nella regione Nouvelle-Aquitaine region. Cognac non può essere prodotto altrove. Qui il suole calcareo rende i vini poco piacevoli per la vivace nota acida. Con un colpo di fortuna insperato, nel Seicento, i produttori della zona scoprirono che distillando i loro vinelli bianchi ottenevano dei liquori di straordinaria finezza. Ed ecco il Cognac che prende nome dal luogo del principale commercio, un distillato che rimane in barriques di quercia da due anni a quasi un secolo ed ha quindi livelli di qualità e prezzo enormemente diversi.

Hennessy Beaute du Siecle Cognac 4

Hennessy Beaute du Siecle Cognac 4

Scendiamo la classifica dei Cognac di prezzo esagerato e troviamo Hennessy Beaute du Siecle Cognac con un cartellino di 200.000 Dollari. La bottiglia di Baccarat è chiusa in un cofanetto di alluminio e specchi mentre il prezioso liquido è ottenuto mescolando distillati maturati in botte per 47 – 100 anni.
Leggermente meno caro ma sempre costosissimo il Remy Martin Louis XIII Black Pearl edizione limitata. Viene ottenuto miscelando più di 1.200 di acquaviti di età compresa fra i 40 ed i 100 anni. Uscito per la prima volta nel 2008, costa 34.000 Dollari ma c’è anche chi lo vende a 55.000 $. 750 ml di liquido ambrato chiuso in cristallo Baccarat dal profumo inebriante di fiori, frutti e spezie con specifici richiami a ginger, cannella e sigari cubani. Leggi tutto…


Cantine Aperte e l’Agility DOG

Domenica 25 Maggio al Casato Prime Donne di Montalcino e il soggiorno di vino alla Fattoria del Colle di Trequanda per winelover e i loro cani.

Perché perdersi l’ 0ccasione di una bella giornata dedicata alla nostra passione, il vino, in giro per cantine, lasciando a casa il proprio cane? L’annuale appuntamento di Cantine Aperte, ogni ultima domenica di Maggio, quest’anno al Casato Prime Donne, è dedicato all’amore per la natura in tutte le sue espressioni, dal vino fino ai nostri amici a 4 zampe. Mentre sarà possibile fare un percorso con visita della cantina e assaggio di Sanchimento IGT Toscana Bianco, Cenerentola Orcia DOC e Brunello di Montalcino DOCG, sia da botte che il Riserva 2008, i cani potranno correre tra i filari, oppure provare qualche gioco e ostacolo di agility dog grazie al centro di addestramento S.A.S. Siena sezione GalloNero. Gli addestratori del centro saranno a disposizione tutto il giorno per provare l’agility e fornire consulenza gratuita a chiunque voglia avere qualche consiglio su come educare al meglio il proprio cane.

E se si vuole approfittare della manifestazione per farsi un weekend di relax in agriturismo tra le campagne più belle del sud della Toscana, a confine tra Crete Senesi e Val d’Orcia, la Fattoria del Colle di Trequanda è lieta di accogliervi con un weekend da winelover e doglover. Di seguito la nostra proposta:

Leggi tutto…

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account