Tag Archive

Tag Archives: Comino

La botola di Gozo … l’avventura continua

Voi pensavate che dopo 10 mesi la costruzione della terrazza sul tetto della casa di Gozo-Malta fosse conclusa? Invece no! Ma ci sono progressi

Gozo-settembre-2018-gruppo-folkloristico-di-Qala

Gozo-settembre-2018-gruppo-folkloristico-di-Qala

Di Donatella Cinelli Colombini, Montalcino, Brunello

La celebre botola della scala che sale alla terrazza della nostra casa di Gozo (per la verità è di mio marito Carlo) ha finalmente una chiusura. E’ una lastra metallica, provvisoria ma almeno si apre e si chiude con il motore. Piove ancora in casa ma molto meno di prima. In compenso abbiamo scoperto che il WiFi non passa da un piano all’altro e che il cavetto per la connessione internet è troppo corto per lavorare sul tavolo di quello che sarebbe dovuto diventare il mio studio al primo piano. Ci sono poi tante piccole

Donatella-Vincenzo-Rosalba-Santoro-col-Vescovo-di-Gozo-Mario-Grech

Donatella-Vincenzo-Rosalba-Santoro-col-Vescovo-di-Gozo-Mario-Grech

sorprese poco piacevoli che nella nostra ingenuità non avevamo messo in conto. Se piove forte la terrazza e la cucina – tinello che vi abbiamo costruito sono inaccessibili. Aprendo la celebre botola allaghiamo la casa e la nuova bellissima scala con scalini di vetro diventa uno scivolo dove rompersi l’osso del collo. Meglio tenere la macchina per il caffè e qualche scorta di cibo nella cucina vecchia a piano terra che è meno panoramica ma sempre accessibile.
Nella terrazza il panorama è di una bellezza straordinaria ma non c’è la TV e mangiare in quel luogo da sogno significa perdere tutti i TG rimanendo tagliati fuori dalle vicende italiane. Tutto rimediabile:  radio, scorte in cucina … Leggi tutto…

Come Violante si è finalmente innamorata di Gozo

  • Pubblicato in Forum
Violante alla festa di San Giuseppe a Qala

Violante alla festa di San Giuseppe a Qala

Dopo tante titubanze io,Violante Claudia e Mirco andiamo a Malta e a Gozo e scopriamo un posto che ci piace tantissimo. Visto per voi da Ignazio Anglani

Donatella Cinelli Colombini parla sempre in modo entusiasta di Malta, ma le precedenti esperienze di Violante erano state brutte …. nonostante questo noi partiamo con le migliori intenzioni!
Le buone intenzioni c’erano ma un’ora di ritardo del mio volo, i primi momenti di guida a sinistra, lo sbaglio della strada che ci porta in viuzze secondarie con massi sulla carreggiata, in fine perdere il traghetto da Malta a Gozo alle 2 di notte avrebbero potuto rovinare la nostra vacanza … ed invece no!!!

Gozo Claudia e Ignazio

Gozo Claudia e Ignazio alla festa di Qala

Al porto siamo arrivati tardi anche perché i cartelli segnalavano Gozo e non il porto di Cirkewwa che per noi era diventata Chiwawa infatti abbiamo intonato il motivetto per metà del tempo! L’attesa del traghetto invece si è trasformata nella scoperta di una bella caletta non lontana dal porto. Finalmente a Gozo ci siamo diretti verso Qala (deriva da cala ma si legge ala) nella bellissima casa della famiglia di Violante e subito a letto…erano le 4!
Buongiorno pigroni sono le 11.30!!!! Abbiamo dormito nonostante dalle 9.00 sono iniziati i fuochi d’artificio per la festa di San Giuseppe nel villaggio di Qala e Claudia si sia nascosta sotto il letto per la paura pensando ad una guerra. Leggi tutto…


Vi mostro la nostra casa di Gozo

  • Pubblicato in Forum

[gplusone]

E’ un’antica casa di contadini  in pietra, con archi e cortile centrale con tanto di pozzo.  Il panorama è mozzafiato, vediamo  Malta, la piccola isola di Comino con la blue lagoon

terrazza I°piano

di Donatella Cinelli Colombini

Il mare è a 800 metri da casa, nella piccola baia di Hondoq dove i gozitani  vanno in massa a fare il barbecue. La spiaggia sabbiosa  non è bellissima, in acqua a volte si trovano meduse, ma lungo la costa rocciosa è possibile fare delle passeggiate sentendo solo il rumore del mare e il profumo del timo e dell’origano selvatico.

Fortissimo! Sembra di tornare indietro di centinaia d’anni. Nel nostro

Donatella a Gozo

Donatella a Gozo

 borgo,  una parte delle case antiche sono ancora abitate dai contadini e ce n’è uno che tiene il gregge in cantina. Per fortuna nessuno di loro ha il cavallo che, in altri borghi, sembra un normale abitante del pianterreno. Tutto intorno ci sono orti e campi coltivati piccoli come giardini, tutti delimitati da muri a secco e enormi fichi d’india.

salotto

salotto

La casa è su due piani, in basso c’erano le stalle e abbiamo ancora la mangiatoia e gli anelli scavati nella pietra del muro dove venivano legati gli animali. Due dei pavimenti sono antichi con disegni floreali evidentemente fatti a mano. Anche il soffitto del salotto è antico con quattro archi che reggono le lastre di pietra del soffitto.

cortile

cortile

Al primo piano ci sono due camere, quella mia e di mio marito Carlo e quella dove speriamo dormirà Violante. Qui a Gozo c’è un solo dancing aperto solo nel week end e la movida è decisamente scarsa per cui mia figlia preferisce andare al mare in Puglia. Noi invece adoriamo Gozo e ci veniamo almeno cinque volte l’anno. 

Abbiamo moltissimi amici  e spesso organizziamo cene con cucina toscana.

studio

studio

Niente di speciale perché  siamo dei pessimi cuochi,  ma ci piace stare con loro. Qui a Gozo ci sono ottimi ristoranti  con giovani chef che sono stati all’estero e  sovvertono  la fama poco lusinghiera della  ristorazione locale.  La zona gourmand è vicino all’attracco del ferry per Malta  con 4 ottimi locali  Porto vecchio, Tmun, Sicilia bella e Barracca.  

Vi chiederete: ma cosa c’è di così bello in un isolotto  piccolissimo a mezza strada fra l’Europa e il mondo Arabo.  E’ proprio questo il bello non sentirsi in Italia, ma essere a due passi da casa. 

Presto avremo un nuovo importatore e i nostri Brunello, Chianti, Doc Orcia saranno serviti nei migliori ristoranti dell’Arcipelago Maltese. Si chiama Attard & Co Foodstuffs Ltd ed è sicuramente il numero 1 qui. Questo era proprio l’ultimo tocco per sentirci completamente a casa.

A Gozo con me

  • Pubblicato in Forum

[gplusone]

Per me questo posto è l’isola di Gozo nell’arcipelago maltese. L’isola di un’isola

Gozo Saline

Gozo Saline

Per tutti c’è un posto del cuore. Un luogo dove ti senti un pulcino nel nido. Il luogo dove la nostalgia del passato diventa paesaggio, stile di vita, amicizie. Un posto insomma dove c’è una situazione che ti fa stare bene coi tuoi ricordi e la tua vita.

 

di Donatella Cinelli Colombini

30.000 abitanti in tanti piccoli villaggi fatti di case in pietra color

Gozo segni preistorici  dei carri

Gozo segni preistorici dei carri

sabbia –deliziose le vecchie con i balconcini, orrende le nuove con i portoni in alluminio anodizzato –. Ogni villaggio è dominato da una chiesa enorme e ogni chiesa festeggia il patrono con cannonate a salve – la mattina- e fuochi d’artificio –la sera-. La campagna è come quella che vide Ulisse quando incontrò Calipso. Scarpate ripide divise in campicelli sorretti da muretti a secco e enormi piante di fichi d’india. I gozitani vanno all’orto la mattina presto, dopo pranzo allenano i cavalli poi alla messa, a cena e quindi al circolo o alle prove della banda. Nelle case le finestre vengono aperte verso il cortile interno e chiuse sulla strada, come nel mondo arabo, per cui la sera i villaggi sembrano disabitati. Negozi semplici e stile di vita molto semplice. In valigia basta mettere due magliette un paio di jeans ,  un maglione e ovviamnte qualche

Gozo Vittoria

Gozo Vittoria

bottiglia di Brunello.

La nostra casa (o meglio la casa di mio marito Carlo) ha muri e pavimenti antichi, un cortile con pozzo, arco e scala in pietra. L’abbiamo arredata con i mobili della casa al mare dei nonni di Carlo più alcune altre cose comprate qui per cui è un po’ nostalgica e un po’ gozitana. Vediamo dei panorami spettacolari di Malta e Comino, isola più piccola e meno abitata dell’arcipelago maltese. Sul dietro c’è un aranceto che manda nelle camere un delizioso profumo di zagara.

Gozo, la nostra casa

Gozo, la nostra casa

L’unico inconveniente di Gozo è la scarsa propensione dei locali a

Gozo il panorama dal nostro terrazzo

Gozo il panorama dal nostro terrazzo

fare amicizia con noi forestieri. Salvo poche eccezioni i gozitani frequentano solo le loro numerosissime famiglie con 5 figli ciascuna. Per fortuna l’isola è piena di stranieri; inglesi che cercano una vecchiaia assolata a buon mercato e new enty di tutto il mondo affascinati dalla bellezza di questa isola senza tempo. Noi siamo fra questi.

Gozo il cortile di casa

Gozo il cortile di casa

Il profumo del pane fatto a mano in un forno a legna dove le mattonelle, le conche per la lievitazione e persino le fornaie sono antiche. Le passeggiate lungo la costa rocciosa dove il panorama è meraviglioso e senti solo il mare e il profumo dell’origano e del timo. I vasi da giardino fatti artigianalmente come nel medioevo venduti insieme a una scelta di oltre cento ferri da cavallo. Il gregge di pecore che di notte dorme in una cantina a 200 m da casa nostra. Non è un presepio! E’ vero, è tutto vero.

In più c’è l’amico Rettore dell’Università che insegnava elettronica a Cambridge, il dentista con lo studio più tecnologico di tutto il Meditteraneo, l’esperto internazionale di Jazz, il direttore d’orchestra …. Tanti amici che arricchiscono il cuore e la mente.

Ovviamente non ci sono discoteche, locali di tendenza (quei non luoghi tutti uguali in ogni parte del mondo), centri commerciali con vestiti griffati. Per chi vuole queste cose bastano venti minuti di traghetto e venti d’auto fino a Slima – Malta e si torna nel XXI secolo.


Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account