Tag Archive

Tag Archives: Doc Orcia

Cinghiali e caprioli: la lotta continua

  • Pubblicato in Forum

Ungulati in Toscana: a rischio il turismo in campagna, non solo le vigne e le culture, causano 3 incidenti al giorno e persino i boschi non ricrescono

capriolo-per-strada

capriolo-per-strada

Di Donatella Cinelli Colombini, Doc Orcia 

Il problema cinghiali e caprioli è sempre più grave. Cosa stiamo aspettando, che una cinghialessa mangi la mano a un bambino inglese che tentava di carezzare un cucciolo? Oppure che una star di Hollywood muoia in un incidente causato da un capriolo, mentre guidava in mezzo ai vigneti?
Stiamo aspettando uno scandalo di proporzioni mondiali per intervenire contro i 450.000 ungulati che popolano la campagna toscana?
Sembrerebbe di si visto che, secondo le disposizioni arrivate dalla Regione

cinghialessa-con-10-figli-in-città

cinghialessa-con-10-figli-in-città

Toscana, le cacciate ai cinghiali devono usare un solo cane (liniere) e avvenire solo in due giorni la settimana ma mai nei week end. In questo modo i cagnetto solitario stana pochi cinghiali e quei pochi hanno altissime probabilità di farla franca perché davanti hanno solo pensionati. Perfetto!
Se l’assessore all’agricoltura vuole dimezzare la sovrabbondante fauna selvatica della Toscana, come ha più volte dichiarato, deve intervenire in modo più deciso e soprattutto usare la consulenza di altri enti oltre all’ISPRA (Istituto Nazionale per la Ricerca e Protezione Ambientale), come ha chiesto anche il Consiglio Regionale con la mozione del 14 settembre 2016. Leggi tutto…

Il 2015 per il Leone rosso è l’anno del ruggito

Leone rosso: vendemmia 5 stelle che molti definiscono la 2010 bis per l’eccezionale qualità delle uve e per le somiglianze del clima 

Leone Rosso 2015 invaiatura

Leone Rosso 2015 invaiatura-4-agosto

In entrambi gli anni all’inverno piovoso è seguito un luglio caldissimo e un agosto più mite. La sola grande differenza fra questi due ottimi millesimi è nella quantità d’uva raccolta: quella del 2010 fu una vendemmia abbondante mentre il 2015 ha mandato in cantina meno grappoli a causa delle piogge primaverili che hanno disturbato la fioritura.
Il settembre fresco con notti fredde e giornate soleggiate ha consentito una maturazione molto equilibrata dell’uva facendo procedere la concentrazione di zuccheri e acidi di pari passo con le sostanze nobili – polifenoli- della buccia.

Orcia-Doc-Leone-rosso-2015-DonatellaCinelliColombini

Orcia-Doc-Leone-rosso-2015-DonatellaCinelliColombini

La Doc Orcia a cui appartiene il Leone Rosso, è nata il 14 febbraio 2000 e viene prodotta nei 13 comuni che si trovano fra la zona del Brunello di Montalcino e quella del Vino Nobile di Montepulciano.
Il Leone Rosso nasce alla Fattoria del Colle una tenuta di 336 ettari a 404 metri di altitudine sui crinali delle colline che si affacciano sulle Crete Senesi. Il terreno ha prevalenza di sabbie e argille marine. I vigneti sono coltivati in modo biologico e prevalentemente a mano con grandissima cura.

Il nome del vino deriva dallo stemma Socini antenati dell’attuale proprietaria Donatella Cinelli Colombini, che costruirono la fattoria nel 1592 per poi vedersela confiscare poco dopo, a causa delle loro convinzioni religiose protestanti. La Fattoria del Colle è stata riacquistata nel 1919 dal bisnonno di Donatella. Quest’ultima la dirige dal 1998. Leggi tutto…


Merano Wein Festival vi aspetta il 4-8 novembre

Nella più esclusiva degustazione d’Italia ci saremo anche noi con 5 vini premiati fra cui i 2 Brunello 2012 in anteprima entrambi con medaglia d’oro

Merano-wein-festival

Merano-wein-festival

Di Donatella Cinelli Colombini

Merano Wein Festival da 25 anni è l’appuntamento imperdibile per chi ama o lavora con i vini di grande qualità perché invita a partecipare solo le cantine e i vini migliori, insomma è il salone della vera eccellenza.L’organizzatore Helmuth Köcher è meranese di nascita, ha una laurea in Scienze politiche presa a Innsbruck, veste spesso di nero e ha un carattere deciso; è quasi un mito per la sua sconfinata competenza sulle eccellenze enogastronmiche di tutto il mondo. E’ stato lui, insieme a due amici appassionati di vino, a fondare, nel 1992, il GourmetClub

Brunello-CasatoPrimeDonne

Brunello-CasatoPrimeDonne

Alto Adige e creare il Merano WineFestival, prima manifestazione in Italia in cui sono ammessi solo i produttori dei vini selezionati per il loro alto livello qualitativo. Oggi, accanto al vino ci sono anche olii, grappe e prodotti gastronomici, anch’es

stere e 100 aziende nazionali di alta gastronomia. Ci sono premi di cucina, showcooking, forum sul mercato del vino e degustazioni speciali dedicate ai vini premiati e quelli con oltre 10 anni di età … Leggi tutto…

Saywine: basta figuracce col nome del vino

  • Pubblicato in Forum

L’importanza del nome del vino: quelli impronunciabili, difficili da ricordare o molto lunghi sono un vero ostacolo alla vendita ma arriva “Saywine”

Di Donatella Cinelli Colombini

Le storpiature dei nomi dei vini sono il soggetto di un delizioso video di The Artists Movement in cui tre millennials provano a dire Aglianico, Zibibbo, Blaufränkisch … e scopriamo che il vino austriaco apparentemente impronunciabile, per uno statunitense, risulta più facile di quelli italiani. Soprendente vero?
In Cina, dove i nomi sono sempre composti da due sillabe, quelli lunghi sono decisamente tagliati fuori a meno che la loro fonetica non permetta una traduzione in concetti diversi. E’ ben nota la storia di quel vino il cui nome in cinese diventa “porta soldi” ed ha avuto un successo strepitoso. Leggi tutto…


Brunello vendemmia al via

Poca uva ma perfetta. Da noi il primo semestre 2016 è stato il più piovoso da un secolo: niente stress idrico alle viti ma pochi grappoli

Vendemmia-Montalcino-Casato-Prime-Donne

Vendemmia-Montalcino-Casato-Prime-Donne

Di Donatella Cinelli Colombini

Contando 60 giorni dall’invaiatura possiamo prevedere la vendemmia del Casato Prime Donne a Montalcino  e alla Fattoria del Colle nella Doc Orcia fra il 20 settembre e i primi di ottobre. La qualità del vino si forma fra agosto e settembre ora servono giornate assolate, notti fresche e soprattutto nessuna grossa perturbazione perché il 2016, in molti vigneti italiani, verrà ricordato come quello della grandine. Soprattutto di luglio ci sono stati temporali catastrofici.

COSA E’ CAMBIATO NEGLI ULTIMI VENT’ANNI

Cenerentola-Doc-Orcia-Fattoria-del-colle-Leslie-Brienza

Cenerentola-Doc-Orcia-Fattoria-del-colle-Leslie-Brienza

Cioè le diversità da prima del global warming? La cosa più eclatante riguarda il grado alcolico: prima era un problema arrivare sopra il 12 % oggi è un problema stare sotto il 14%. Ricordate la famosa questione dello zuccheraggio e dei controlli nelle cantine per impedire l’aggiunta del saccarosio a mosti troppo bassi di gradazione? Negli anni ’80 era la voce principale delle sofisticazioni. Adesso invece i vignaioli studiamo tutti i sistemi per impedire una maturazione “tecnologica” troppo veloce e troppo intensa dell’uva. Leggi tutto…

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account