Posts Tagged ‘Donatella Cinelli Colombini’

Identikit dei consumatori di vino USA

Written by Donatella on . Posted in Vigne e vini

Sono di 6 tipi: guidati dal prezzo, indifferenti, abitudinari, cercatori di immagine, curiosi e solo il 10% di entusiasti, realmente interessati al vino

Costellation Brand profili consumatori USA

Costellation Brand profili consumatori USA

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini

I sei profili dei consumatori a stelle e strisce arriva da Costellation Brand, un nome che è una garanzia perché nel marketing del beverage non ha niente da imparare da nessuno. Costellation è il leader mondiale nel business dei vini premium, produce e soprattutto commercializza birra, vino e spiriti in U.S., Canada, Mexico, New Zealand e Italia dove possiede Ruffino e produce Brunello e Chianti. E’ il 4° nella classifica mondiale di chi ha più vigneti e la sua cantina più celebre, Mondavi, è la quarta nel mondo per volumi di vino prodotti e sesta fra i brand del vino più forti. Solo che Costellation ha in portafoglio oltre quaranta brand. La cosa più sbalorditiva sono i risultati di borsa: il valore delle sue azioni è quasi raddoppiato in un anno.

Musica negli Horti e con Mozart i vini Orcia sono più buoni

Written by Donatella on . Posted in Vigne e vini

Il giardino cinquecentesco San Quirico d’Orcia, la musica di Mozart per l’inaugurazione del Festival Musica negli Horti e i vini Orcia facevano sognare

Musica negli Horti 2014 degustazione vini Orcia

Musica negli Horti 2014 degustazione vini Orcia

Orchestra da Camera del Trasimeno Musica negli Horti 2014

Orchestra da Camera del Trasimeno Musica negli Horti 2014

Andrea Fagioli Horti Leonini San Quirico

Andrea Fagioli Horti Leonini San Quirico

Visto per voi da Donatella Cinelli Colombini

Fantastico! Un’armonia di sensazioni fra passato e presente. Un’armonia di visioni, sapori, profumi, suoni …in un appagamento totale. E’ questa la magica terra dei vini Orcia, un luogo dove il lavoro della terra acquista la nobiltà di arte del paesaggio e il vino accompagna la cultura.

La 5° edizione del Festival internazionale di Musica Letteratura, Vino, Cibo in Val d’Orcia  “MUSICA NEGLI HORTI” ( 27 luglio 3 agosto) è stata inaugurata negli Horti Leonini. Un giardino sorto nel 1581 all’interno del paese di San Quirico. Uno spazio verde che appariva colorato dalle sculture dell’artista senese  Andrea Fagioli esposte  in occasione della 44° edizione di “Forme nel verde”

Un luogo antico e insieme nuovo come quasi tutto in questo straordinario territorio.

E le stelle stanno a guardare … anzi ad assaggiare

Written by Donatella on . Posted in Vigne e vini

10 agosto per Calici di stelle, festa notturna a Castiglion d’Orcia con grandi vini Orcia, grigliate, tiro con l’arco, mercatino, maggiaioli e musica moderna

Orcia DOC

Orcia DOC

Una festa notturna in grande per rivivere milleduecento anni di storia, con guerre, nobiltà e miserie, divertimenti e golosità di questo intatto angolo di Toscana patrimonio dell’Umanità Unesco. Castiglione e Rocca d’Orcia sono due castelli uniti in un solo borgo straordinariamente bello. Qui, come al tempo delle corti medioevali, si svolgerà la festa di Calici di stelle il 10 agosto 2014 dalle 18 fino a mezzanotte (e oltre). A fare gli onori di casa ci sarà il Sindaco Claudio Galletti.

Le Folgori di Tinia

Le Folgori di Tinia

<<Assaggi di grandi vini Orcia e anche qualche novità, offerti dai produttori in persona>> spiega la Presidente del Consorzio Donatella Cinelli Colombini, orgogliosa del crescente interesse verso la

Animazioni per bambini

Animazioni per bambini

giovane denominazione Orcia. Ma anche arte nella sala che conserva i dipinti di Simone Martini, Pietro Lorenzetti e Vecchietta, il pittore che nacque a Castiglione nel 1412. Come all’epoca delle giostre medioevali ci sarà un mercatino di oggetti artigianali, una zona per gli arcieri in costume dell’associazione “Le Folgori di Tinia” che insegneranno a tirare le frecce, le strade saranno percorse dai maggiaioli che risuoneranno dei loro stornelli, ci sarà un braciere con le salsicce di maiale e il pane fresco per gustare i saporitissimi salumi senesi e i pecorini …. Ma non tutto sarà ispirato al passato, la musica italiana avrà un ruolo determinate con le esibizioni cantanti professionisti e amatori coordinati dalla Scuola di canto di Barbara Benini.

Per i veri wine lovers  gli assaggiatori ONAV guideranno alcune degustazioni guidate di vini Orcia DOC e per i foodies ci sarà un assaggio di carne chianina Presidio Slow Food. 

Sommelier e Campioni Sommelier, la chiave del successo

Written by Donatella on . Posted in Forum

L’emozione del neo vincitore  del consorso di Miglior Sommelier della Toscana, Lorenzo Scapecchi, cresciuto nella scuola concorsi più forte d’Italia

Di Elena Mazzuoli

Osvaldo Baroncelli e Lorenzo Scapecchi

Osvaldo Baroncelli e Lorenzo Scapecchi

Un giovanissimo Lorenzo Scapecchi al suo secondo palco, il 28 giugno ha conquistato il premio Miglior Sommelier della Toscana davanti a una giuria di tutto riguardo. Attualmente “arruolato” nel ristorante L’Ora d’Aria di Firenze, e appartenente alla delegazione di Arezzo, Lorenzo ha dedicato il riconoscimento anche a Luca Martini, il campione del mondo in carica della Sommellerie WSA che per primo ha creduto in lui facendolo lavorare nel ristorante di famiglia Osteria Da Giovanna.

“Ci vuole tanto studio e passione, i concorsi richiedono sicuramente impegno e pratica sul campo ma la piacevolezza della materia che trattiamo non fa che snellire la pesantezza di un carico di lavoro importante. Quando poi si è sul palco anche un po’ di fortuna e la giusta carica non guastano” ammette Lorenzo. ”Continuerò a studiare per una costante crescita professionale e non soltanto per concorrere al nazionale; i concorsi sono un’emozione ma vanno presi con lo spirito giusto. Da buon toscano i miei vini preferiti sono quelli prodotti nella mia regione: non per campanilismo ma perchè hanno un’identità molto marcata e adesso che sono il Miglior Sommelier della Toscana li racconto con ancora più orgoglio. Principalmente vini a base sangiovese: Brunello di Montalcino e Chianti Classico su tutti.

Il vino italiano più caro è un Brunello Biondi Santi 52.646$

Written by Donatella on . Posted in Vigne e vini

Nessun italiano fra i 50 vini più cari del mondo ma molte novità nella classifica delle nostre bottiglie con prezzi top dove il Masseto è al secondo posto

Richebourg Grand Cru,

Richebourg Grand Cru,

Di Donatella Cinelli Colombini

Ancora da Wine Searcher, il sito che convoglia i prezzi di 46.450 rivendite di tutto il mondo e rivela, in tempo reale, le quotazioni di tutti i vini. Un data base immenso che contiene una sezione più ristretta dedicata ai 50 più cari. Qui i francesi fanno la parte del leone. Il primo della lista è il compianto Henri Jayer con il suo Richebourg Grand Cru, Cote de Nuits che ha un prezzo medio di 16.513$ a cui segue Romanée Conti Grand Cru che tuttavia lo batte sulla quotazione massima di 40. 155$.

Come capite bene si tratta di assaggi da quattro soldi, alla portata di tutti

Franco Biondi Santi

Franco Biondi Santi

La sezione del sito di Wine searcher dedicata ai “Most expensive” ha un menù

riservato ai vini italiani dove la classifica appare fortemente modificata rispetto allo scorso anno con il Masseto della tenuta di Ornellaia che è schizzato fino al secondo posto e il Brunello riserva Biondi Santi che registra il prezzo massimo più alto: 52464 $ una cifra ragguardevole e capace di fare invidia anche ai cugini d’Oltralpe.

Parole usate per cercare questa pagina...

  • brunello prezzo piu alto