Posts Tagged ‘fattoria del colle’

Festa di carnevale per Donatella, Carlo e Violante

Written by Donatella on . Posted in Vivi e rivivi l'esperienza in Fattoria

La Fattoria del Colle con ospiti travestiti, buffet illuminati a candele e autentiche prelibatezze gastronomiche per i brindisi col Brunello Casato Prime Donne

Stefano e Letizia Ciatti_Alfredo_Tesio

Stefano e Letizia Ciatti_Alfredo_Tesio

Una festa in grande stile, dove tutti si sono divertiti molto e l’attività principale è stata quella di fotografarsi a vicenda. Maschera più bella quella di Stefano Ciatti: un mostro in smoking. Coppia più suggestiva quella di Aurelia e Michele Cimmarotta vestiti da guardiani delle piramidi con lui eroicamente in sandali nonostante le temperature invernali.
Donatella coccinella (con febbre e influenza), Carlo orsetto e Violante regina del Brunello con abito nero decorato da etichette.
Insomma una festa più divertente di quanto tutti si aspettassero, con quel giusto mix di raffinatezza e trasgressività che è l’innesco liberatorio del carnevale. Un carnevale per la verità già finito ma che Donatella ha prolungato di qualche giorno per adattare la data della festa ai suoi impegni di lavoro.

San Valentino pieno di coccole senesi

Written by Donatella on . Posted in Vivi e rivivi l'esperienza in Fattoria

Per questo San Valentino dedicatevi una coccola di coppia, in una terra unica, il sud della provincia di Siena, che è ricca di piaceri per tutti i sensi.

panpepato

panpepato

Alla Fattoria del Colle, dove Crete Senesi e Val d’Orcia si incrociano, non è difficile trovare con cosa coccolarsi. A partire dalla cena, con i sapori tradizionali del sud del Chianti, e i cibi afrodisiaci di cui, anche se magari non ne eravamo consapevoli, è ricca. Un esempio di questi piatti può essere il “panpepato“, che troverete nelle vostre camere, ad attendervi per una notte all’insegna del romanticismo.

Questo dolce è conosciuto e prodotto anche in altre zone d’Italia, ed è

centro_benessere_Fattoria del Colle

centro_benessere_Fattoria del Colle

riconosciuto come afrodisiaco grazie proprio al pepe, da cui prende il nome, che come altre spezie, ha proprietà vasodilatatorie. Insieme ai grandi vini rossi prodotti nelle due cantine di Donatella Cinelli Colombini, come il Brunello di Montalcino DOCG e il Cenerentola Orcia DOC, i freni inibitori a fine serata saranno solo un lontano ricordo.

Ma non sono solo i piaceri della gola che potrete coccolare qui durante il weekend del 16-17 Febbraio. Il nostro centro benessere infatti è parte del programma di coccole che vi saranno riservate.

Per saperne di più e visionare il programma dettagliato potete visitare il sito a questo link:

http://www.cinellicolombini.it/offerte/153-regalami-il-week-end-degli-innamorati.html

Per ulteriori richieste e informazioni, potete contattare la reception della Fattoria del Colle:

tel 0577/661208

holiday@cinellicolombini.it

 

Un augurio pieno di amore a tutti voi.

Bonella Ciacci

Se mescolo la tradizione: maltagliati al cinghiale con ceci

Written by Donatella on . Posted in Vivi e rivivi l'esperienza in Fattoria

Un piatto creato alla Fattoria del Colle con tre ricette tradizionali toscane: la minestra di ceci, le pappardelle e il sugo di cinghiale

Maltagliati_con_cinghiale_FattoriaDelColle (6)

Maltagliati_con_cinghiale_FattoriaDelColle (6)

<<La tradizione è una evoluzione ben riuscita>> mi insegnò un giorno il grandissimo enologo Giacomo Tachis e in questo caso abbiamo proprio un piatto nuovo frutto della rielaborazione di antiche ricette. Ecco la minestra di ceci che per anni ha scaldato i contadini nei gelidi poderi toscani. La trasformiamo nello specchio su cui deporre delle pappardelle (più spesse e ruvide delle tagliatelle emiliane) tagliate a pezzi in modo da formare dei “maltagliati” e condite con il sugo di cinghiale che è l’evoluzione più saporita del tipico sugo toscano con poco pomodoro e molto vino.

Il risultato è esplosivo con i ceci che legano il sugo alla pasta smorzandone il sapore. Un equilibrio di componenti che richiede una lunga preparazione ma si adatta a una grande occasione. E’ infatti un piatto degno del Granduca di Toscana.

Trascritto dalla voce di Antonio Chef dell’Osteria della Fattoria del Colle da Donatella Cinelli Colombini

Parole usate per cercare questa pagina...

  • vino che si accompagna con la colomba

Donatella Cinelli Colombini cerca un nuovo cuoco

Written by Donatella on . Posted in Vivi e rivivi l'esperienza in Fattoria

L’Osteria della Fattoria del Colle di Trequanda (SI) cerca un nuovo chef, giovane, molto bravo e amante delle tradizioni toscane, per puntare in alto

FattoriaDelColle_SalaLiberti dell'Osteria

FattoriaDelColle_SalaLiberti dell'Osteria

L’Osteria della Fattoria del Colle è nata nel 1987 all’ interno del borgo cinquecentesco dove ci sono le cantine e l’agriturismo con camere, appartamenti, ville (101 posti letto), parchi e piscine. La zona per la ristorazione guarda sull’antico borgo di Trequanda. C’è una sala con  affreschi in stile Liberty in cui vengono servite le prime colazioni e una grande veranda panoramica che dà l’impressione di cenare in mezzo alla natura. In estate la terrazza consente di mangiare all’aperto e, durante i matrimoni, di montare le tende per i banchetti.
La fattoria del Colle e la sua Osteria sono frequentate da una clientela straniera di alto livello, che le sceglie per la bellezza dei panorami, la cura dell’accoglienza ma anche per gustare grandi vini insieme a piatti eseguiti con maestria.
Per questo la scelta dello chef è fatta con grande attenzione e con la finalità di superare i risultati già raggiunti.

Parole usate per cercare questa pagina...

  • pasta con cinghiale chef famosi

La terrina di fagianella dal sapore di oriente

Written by Donatella on . Posted in Vivi e rivivi l'esperienza in Fattoria

Antipasto semplice e gustoso che usa la nobile carne del fagiano il grosso uccello selvatico originario dell’estremo oriente ma in Europa da oltre tremila anni

Di Donatella Cinelli Colombini

Terrina_di_fagianella_Fattoria_del_Colle (11)

Terrina_di_fagianella_Fattoria_del_Colle (11)

Io non sono cacciatrice ma ho ucciso un fagiano investendolo con la macchina. Ho cercato di schivarlo ma lui si è letteralmente suicidato e quindi ma lo sono mangiato. Era un bel maschio e conservo ancora la coda di questa mia preda involontaria.

La ricetta della terrina di fagianella è facilissima e veloce da realizzare. In casa permette di servire un antipasto prelibato anche con miniporzioni da finger food

Accompagnare la terrina con un rosato come il mio Rosa di Tetto IGT Toscana. Un vino fresco, ma strutturato

La ricetta che segue è dello chef della Fattoria del Colle Antonio Corsano. Il testo e le foto sono di Bonella Ciacci