Tag Archive

Tag Archives: fattoria del colle

Vinoterapia moda o vero wellness?

Il nome fashion e il successo dei grandi vini fanno nascere il dubbio. E allora andiamo a vedere cosa succede al corpo e alla mente con i trattamenti al vino

vinoterapia Fattoria del Colle

vinoterapia Fattoria del Colle

Nei territori del Chianti, del Barolo, del Sagrantino …. stanno nascendo, a fianco delle camere con vista sulle vigne, delle aree wellness in cui rigenerare il corpo con le virtù salutari dell’uva. Ovviamente la fama del vino è l’elemento trainante, specialmente quando è conosciuto per la sua capacità di migliorare con il tempo come avviene per il Brunello.
Anche la fattoria del Colle offre un “Risveglio di-vino” che comprende bagno di

Turismo enogastronomico Tagliata di cinta senese - drago (6)

Turismo enogastronomico Fattoria del Colle ristorante

vapore (hammam), gommage alla polvere d’uva, bagno nel vino, massaggio personalizzato e maschera viso (130€ a persona). Un’esperienza sensoriale da vivere in coppia che utilizza i vini di Montalcino prodotti nella cantina Casato Prime Donne della stessa proprietà.

VIRTU’ BENEFICHE DEL VINO SULLA PELLE

Vediamo dunque cos’è e a cosa serve la vinoterapia, scoprendo che fa molto bene alla pelle e complessivamente a tutto l’organismo. Cosi come il vino possiede un effetto rilassante e calmante, così le uve aiutano nella depurazione dell’organismo, ma soprattutto al dimagrimento e più in generale a modellare la figura. Leggi tutto…

Mamme e rugby una storia di vero sport

La storia di una mamma ragioniera che diventa allenatrice di Rugby in una squadra di bambini e si accorge che il Rugby rafforza prima la mente e poi il corpo

Di Paola Rossolini Fattoria del Colle

RUGBY bambini

Crete Senesi RUGBY

LE MAMME CON IL FANGO NEL CUORE

Inizia tutto con i lavaggi che seguono i primi allenamenti di tuo figlio che gioca a rugby e tutto quel fango sembra un dispetto che il tuo bambino, il suo allenatore e la pioggia stanno facendo a te.

Poi le lavatrici aumentano quando iniziano le prime partite e poi aumentano le maglie perchè lavi quelle di tutta la squadra e dopo aumentano le misure perchè i babbi non vogliono essere da meno dei figli e mettono in piedi la squadra degli “old”. Ma a quel punto tu sei già una di loro e per loro lavi, ti svegli presto la domenica mattina per seguirli ovunque e cucini per loro.

Ecco, il terzo tempo, la partita che finalmente giocano anche le mamme sfidandosi ai fornelli. E’ qui che si consolidano le amicizie tra bambini affaticati e adulti infreddoliti. Davanti a dolci fatti in casa, carni alla brace, birra e

RUGBY bambini terzo tempo

RUGBY bambini terzo tempo

vino. Qui nascono le idee ed i buoni propositi per dare un futuro in questo sport ai nostri figli ed è probabilmente così che da tre piccole realtà di provincia sul nostro territorio si sono unite le forze di tre società i Vickings di Chianciano, i Lions Valdichiana di Torrita ed il Crete Senesi di Rapolano per dare vita ad un progetto che si chiama Molòn Labè. Questa collaborazione vuole dare un seguito al lavoro svolto dalle tre società con le categorie da Under 6 ad Under 12 dando vita alle categorie superiori che seguono ragazzi di Under 14 e 16. La volontà dei bambini e di tutti gli adulti che credono in questo progetto è racchiusa nel grido di battaglia che il nome stesso rappresenta. Molòn Labè è la frase che il Re spartano Leonida pronunciò in risposta all’imperatore persiano Serse durante la battaglia delle Termopili, quando i persiani molto più numerosi invitarono i greci a deporre le armi e loro con coraggio li sfidarono al grido “venite a prenderle”. Leggi tutto…


Il dolce di Natale più antico e nobile è il panforte

A Siena il dolce natalizio per eccellenza è il Panforte, nato come pan pepato per dare energia e diventato un dolce nobile in onore della Regina Margherita

Panforte Margherita e Vin Santo fattoria del Colle

Panforte Margherita e Vin Santo fattoria del Colle

Di Giulia Mencaglia

Seguitemi, vi svelo la ricetta… La storia antica di questo tipico dolce natalizio di Siena risale all’anno 1000. Il nome Panforte (Panes Fortis) deriva dal fatto che l’acqua contenuta nella frutta usata per fare il dolce, manteneva il pane morbido ma allo stesso tempo dava origine a delle muffe che regalavano un sapore acidulo al dolce.
Nel 1505, il Panforte cominciò ad avere un grande successo, grazie alla figura di Suor Berta, la quale preoccupata per la salute dei combattenti, modificò la ricetta del dolce in modo tale che potesse essere energetico per il corpo e per lo spirito, aggiungendo un’abbondante dose di pepe (Pan Pepato).
Durante il corso degli anni, il Panforte non ha subito grandi variazioni fino al 1879 quando la Regina Margherita si recò a visitare la città di Siena e proprio in quell’occasione, uno speziale ne preparò una versione più delicata, eliminando il melone e sostituendo la copertura di pepe nero con zucchero vanigliato. Nacque così il Panforte Margherita.

Alla Fattoria del Colle il panforte viene preparato dalla pasticcera e servito appena fatto

Panforte Margherita preparazione Fattoria del Colle

Panforte Margherita preparazione Fattoria del Colle

durante le feste di Natale e soprattutto per il Cenone di Capodanno.

INGREDIENTI e PREPARAZIONE
220 gr di Miele di Acacia; 430 gr di Zucchero; 250 gr di Cedro; 450 gr di Arancia; 380 gr di Farina; 500 gr di Mandorle tostate (non sgusciate); 100 gr di Nocciole tostate (non sgusciate); 21 gr di misto di Spezie (preparato per Panforte); 10 gr di Cannella (in polvere); un pizzico di Pepe; Ostia per stampo; 100 gr di Zucchero a velo. Leggi tutto…

Capodanno ‘enosensoriale’ nella campagna toscana

Un capodanno per coppie, famiglie e amici ( anche a 4 zampe) che amano il vino e vogliono capirlo allegramente con esperienze dirette e visite coinvolgenti

Cenone Fattoria del Colle

Cenone Fattoria del Colle

Fattoria del Colle, agriturismo in Toscana. Tante attività per trascorrere le feste partecipando a esperienze nuove e entusiasmanti con il vino: essere enologi per un giorno e portare a casa la bottiglia di Supertuscan creata personalmente. Visitare una cantina di Brunello ascoltando i brani scelti dal sommelier musicista Igor Vazzaz per 4 diversi vini scoprendo come i suoni modificano le percezioni e rendono più emozionanti i luoghi.
Oltre a queste due proposte nuovissime il programma di capodanno propone visite, assaggi, piccole lezioni di cucina, il soggiorno in luoghi che sembrano la casa del nonno toscano ( i mobili sono antichi ma il confort è moderno) e soprattutto la zona wellness con trattamenti a base di vino e di olio extravergine: vinoterapia, massaggio di coppia, sauna, bagno turco e jacuzzi con brindisi davanti al panorama.

Fattoria del Colle soggiorni

Fattoria del Colle soggiorni

Ti aspettiamo per festeggiare insieme il capodanno con un programma divertente e stimolante.
4 giorni, 3 notti in coppia € 306,00 a persona + cenone 90 €
3 notti in camera doppia con bagno e prima colazione a base di torte fatte in casa, salumi e formaggi tipici
Trattamento benessere con bagno nel vino, massaggio di coppia all’olio di vinaccioli e bagno di vapore
1 cena di 4 portate di cucina tradizionale e creativa ( bevande escluse)
Visita guidata con degustazione itinerante di 4 vini ed esperienza enomusicale al Casato Prime Donne di Montalcino
Degustazione Piccolo enologo alla Fattoria del Colle di Trequanda
Lezione di cucina Leggi tutto…


La moglie di coccio e altre novelle quasi vere

5 fiabe per adulti scritte da Donatella Cinelli Colombini e illustrate dal pittore Alessandro Grazi. Fantasia e storia vera, sogni e riflessioni sulla realtà

La moglie di coccio 2015 Alessandro Grazi illustrazione alla novella di D. Cinelli Colombini

La moglie di coccio 2015 Alessandro Grazi illustrazione alla novella di D. Cinelli Colombini

Dopo due libri di marketing del turismo del vino e tanti ricettari Donatella Cinelli Colombini si cimenta nelle novelle. Non è impazzita ma ha dato libero sfogo alla fantasia e il risultato è strepitoso.

5 novelle per adulti e per bambini. Un taglio che rimanda alle fiabe di Calvino e Rodari per il modo giocoso di proporre metafore della realtà, messaggi sotto traccia che mettono in luce i paradossi contemporanei come la convinzione di dominare la natura oppure la mercificazione delle cose più belle e più sacre. I suoi personaggi sono da novella epica: uno chef lupo che è l’opposto dei cuochi televisivi, il folletto Dorian che sta negli specchi della Fattoria del Colle e imbruttisce i turisti meno innamorati della Toscana oppure lo spagnolo Don Garcia bello e innamorato che ci mostra come i miracoli avvengono dove meno te li aspetti. Leggi tutto…

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account