Tag Archive

Tag Archives: Giostra di Simone

Il ruggito del topolino Montisi comune di Montalcino

La nuova frazione di Montalcino, Montisi prende lo slancio e si racconta in un sito: arte, tartufo, clavicembali, giostre, canto lirico, olio e vino Orcia

fiaccolata-Montisi

Montalcino-Montisi e il nuovo sito che lo racconta

Di Donatella Cinelli Colombini, agriturismo, Toscana, Fattoria del Colle

Alla faccia ci chi diceva che la fusione con Montalcino sarebbe servita solo agli abitanti di San Giovanni d’Asso e che questi ultimi sarebbero diventati una specie di “colonia” del territorio del Brunello. Invece adesso la nuova amministrazione comunale ha un affascinante e volenterosissimo vicesindaco di San Giovanni – Angelo Braconi-con una spiccata propensione per il marketing. E ora nasce un organo di informazione in italiano e inglese per dire a residenti e turisti quello che di bello e coinvolgente avviene in zona. Montisi è un topolino di 335 abitanti, ma ruggisce!!!

Marcello Lunelli con Gianluca Monaci al Barrino di Montisi

Marcello Lunelli con Gianluca Monaci al Barrino di Montisi

Per la verità la cosa più bella è lo spirito dei montisani, solidale, caloroso e pieno di voglia di fare … cioè di fare tutti insieme. Montisi è un autentico gioiello con il castellare percorso da stradine curve che salgono avvitandosi come una chiocciola fra i muri in pietra delle case. Era il castello dei Cacciaconti degli Scialenga, i feudatario contro i quali si ribellarono finchè furono attaccati e soggiogati da Simone Cacciaconti nel 1292 che entrò incendiando le case, uccidendo gli abitanti e depredando le fattorie. Un personaggio così odiato da venire ricordato ancora oggi nella Giostra di Simone (domenica più vicina al 5 agosto) istituita nel 1972 ispirandosi ai tornei cavallereschi del passato. Leggi tutto…

Montisi by nigth ed ecco la rural movida

Una serata a Montisi,  a 8 km dalla Fattoria del Colle, un paese autenticamente rurale e offrire eccellenze culturali e gastronomiche ai super vips

Montisi musica dal vivo al Mamà

Non puoi non stupirti se camminando per questo borgo rurale senti una musica settecentesca socchiudi la porta della chiesetta semiabbandonata delle Sante Flora e Lucilla e vedi una bella giovane che suona uno spettacolare clavicembalo decorato con fiori rosa su fondo azzurro. Poi scopri che poco distante c’è il laboratorio del più celebre creatore di clavicembali da concerto, Bruce Kennedy.

Ma non basta, a Montisi di eccellenze ce n’è a volontà Al Barrino gusti un ottimo spumante Ferrari sgranocchiando delle schiacciatine appena fatte mentre Gianluca spiega il vino come fosse Marcello Lunelli in persona.

Al Vitis Vinifera c’è uno dei più celebri e apprezzati enologi italiani, Maurizio Castelli che ti fa assaggiare e ti spiega vini di uve autoctone in estinzione. Sembra un aperitivo e in realtà vale una lezione universitaria. Leggi tutto…


La Giostra di Simone 5-7 agosto a Montisi

  • Pubblicato in Forum

[gplusone]

Nella cornice del paese di Montisi, un borgo medioevale assolutamente intatto, a 5 km dalla Fattoria del Colle, si svolge ogni anno una festa bellissima all’inizio di agosto: la Giostra di Simone.  Primo appuntamento venerdì con la  presentazione del “Panno“, cioè il dipinto su stoffa che andrà alla contrada vincitrice del torneo

Giostra di Simone Manifesto

Giostra di Simone Manifesto

Il panno viene portato nelle quattro contrade di Montisi da un corteo in abiti antichi che cammina per le vie del paese con una suggestiva fiaccolata notturna. Il percorso temina alla chiesa della Madonna delle Nevi, dove il parroco benedice il Panno.

Sabato pomeriggio, sempre alla chiesa della Madonna delle Nevi,  vengono benedetti i cavalli che correranno la domenica nella Giostra e, subito dopo, i cavalieri delle quattro contrade si sfidano nelle prove generali.
Alla sera tutti i contradaioli e i loro amici partecipano alle cene propiziatorie nelle rispettive contrade. Banchetti prelibari a base di gustosa cucina tradizionale e strepitoso vino della zona: Brunello di Montalcino, Chianti, Doc Orcia

Giostra di Simone Manifesto

Giostra di Simone Manifesto

La domenica la festa entra nel vivo.  Per le vie di Montisi sfilano in abiti storici alfieri, sbandieratori, principesse e principi, armigeri e cavalieri.

Dopo aver attraversato il paese il corteggio raggiunge il campo di gara. Come ogni torneo antico la Giostra di Simone inizia con i giochi delle bandiere. Si tratta di una vera sfida e una giuria sceglie il migliore fra gli sbandieratori delle quattro Contrade.

Ecco che la giostra inizia. Il bersaglio dei cavalieri è sorretto dal braccio sinistro di un “buratto“. Questo automa

Giostra di Simone Manifesto

Giostra di Simone Manifesto

simboleggia Simone cacciaconti, il temutissimo Signore di Montisi che i cavalieri, simbolicamente, cercheranno di colpire.
Il buratto, colpito dalla lancia del cavaliere, gira su sè stesso e cerca a sua volta di colpirlo con uno scudiscio (palle impregnate di gesso). Se lo scudiscio batte sul cavaliere è il buratto a vincere e il cavaliere perde il punto che aveva conquistato.

Montisi la giostra

Montisi la giostra

Un complesso regolamento sancisce il vincitore e poi è gran festa della contratta trionfatrice.
E’ una festa da non perdere, per la bellezza di Montisi imbandierato, per la sincera partecipazione dei contradaioli e soprattutto per lo spirito antico di questo torneo che fa rivivere la storia toscana e le sue nobili tradizioni.

Tradizioni che a Montosi e a San Giovanni d’Asso trovano la massima espressione nel bellissimo castello e nella produzione di tartufi bianchi delle Crete senesi

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account