Tag Archive

Tag Archives: Journal of Wine Economics

Vino e formaggio da millenni è l’abbinamento che piace

  • Pubblicato in Forum

Impariamo a usare il formaggio per aumentare l’apprezzamento del vino. Le evidenze scientifiche coincidono con gli abbinamenti per contrapposizione e assonanza

Vino e formaggio Valtellina formaggio Bitto

Vino e formaggio Valtellina formaggio Bitto

Di Donatella Cinelli Colombini, Agriturismo, Fattoria del Colle

Le “istruzioni per l’uso” nell’accoppiata vino e formaggio arrivano dopo le scoperte del Centre de Sciences du Gout et de l’alimentation di Digione e sono pubblicate in Journal of Wine Economics da Mara V. Galmarini, Lucie Dufau, Anne Loiseau, Michel Visalli & Pascal Schlich.

I cinque studiosi hanno codificato le sensazioni prodotte su 60 persone da tre vini- uno bianco, Pouilly Loché e due rossi Maranges e Beaujolais – da soli oppure abbinanti a tre formaggi (Comté, Époisses, Chaource).
Sorvolando l’elaborazione scientifica dei 14 descrittori che ha comportato una montagna di dati e tabelle, arriviamo a alcuni punti fermi.

Vino e formaggio Pecorino-e-Vino-Orcia-864x400_c

Vino e formaggio Pecorino-e-Vino-Orcia

Partiamo dai tre formaggi: il Chaource non aveva praticamente alcun TDL cioè non suscitava percezioni precise mentre nel sapore Comté è stato rilevato un sentore di fungo che piaceva e nell’Epoisses una sensazione salata non troppo apprezzata.
Nei vini solo i rossi suscitavano reazioni negative nelle 60 persone del campione: amari, acidi e astringenti. Piacevano invece il fruttato, il piccante e i richiami al legno. Leggi tutto…

Aiuti europei al vino e invidia internazionale

  • Pubblicato in Forum

700€ a ettaro e 0,15€ a litro di vino a questo ammontano gli aiuti UE che il resto del mondo guarda con invidia senza considerare la contropartita

Aiuti-europei-al-vino-sostegno-all'export

Aiuti-europei-al-vino-sostegno-all’export

Di Donatella Cinelli Colombini

E’ noto che all’estero gli aiuti europei al vino e all’agricoltura sono guardati con sospetto, come una specie di turbativa della concorrenza non troppo corretta. E il vino è uno dei prodotti sul banco degli imputati.

Qualche anno fa, per poter esportare, tutte le cantina furono costrette a mandare in Cina le dichiarazioni sui contributi che avevano ricevuto. La cosa si sgonfiò quando l’Europa accettò la commercializzazione dei pannelli solari cinesi.
L’ultimo episodio di questa caccia alle streghe è l’articolo “How Much Government Assistance Do European Wine Producers Receive?”pubblicato sul Journal of Wine Economics da Kym Anderson della School of Economics dell’Università di Adelaide e di Hans G. Jensen dell’Institute of Food and Resource Economics dell’Università di Copenaghen.
I due accademici arrivano a stimare gli aiuti europei in una media di 700€ a ettaro e 0,15€ a litro di vino cioè a un tasso nominale di circa il 20% dei costi.

Aiuti-europei-al-vini-export-in-Brasile

Aiuti-europei-al-vini-export-in-Brasile

Una cifra enorme di 2,341 miliardi l’anno di cui la Francia da sola riceve un circa un terzo del totale (830 milioni di Euro), Italia e Spagna circa un quinto ciascuna (rispettivamente 570 e 405 milioni di Euro) mentre tutti gli altri Paesi sono sotto i cento milioni di Euro.
Se andiamo a vedere dentro questi totali ci accorgiamo che vigneti con più contributi a ettaro sono austriaci. Essi ricevono 2.400 € cioè più del doppio di tutti gli altri. A seguito di questa erogazione iniziale anche il contributo a ettolitro di vino prodotto è superiore in Austria rispetto a ogni altra nazione europea: 370€. In questa graduatoria troviamo al secondo posto la Slovacchia con 255€, poi Slovenia, Repubblica Ceca, Portogallo, Francia e Bulgaria tutte sopra la media europea di 145€ mentre noi siamo sotto con 140€ Leggi tutto…


Più il vino è caro meno è sicura la sua gradazione alcolica

C’è una diffusa abitudine a scrivere sull’etichetta una percentuale d’alcool leggermente falsa ma vicina a quella ideale dei vini di alta qualità

Cile Vigneti

Cile Vigneti

Di Donatella Cinelli Colombini, Montalcino, Casato Prime Donne

I più sinceri i portoghesi quelli che barano di più sono i cileni per i rossi e i canadesi per i bianchi.
La cosa sorprendente è che l’imbroglio riguarda quasi solo i vini in vendita sopra i 40 Dollari. Ma andiamo per ordine; la notizia ha avuto una diffusione mondiale grazie a Wine Searcher ma arriva dal Journal of Wine Economics che ha pubblicato uno studio su 91.000 analisi di laboratorio effettuate dal LCBO Liquor Control Board of Ontario cioè il

Malbec Argentina

Malbec Argentina

monopolio statale per la vendita degli alcolici in Ontario. Sono stati esclusi dall’analisi i vini dolci e i Riesling. Il LCBO analizza tutti i vini che distribuisce e nel corso di 18 anni ha raccolto una banca dati senza eguali nel mondo che ha permesso a Julian Alston, Kate Fuller, James Lapsley, George Soleas e Kabir Tumber, di arrivare a scoperte davvero sorprendenti. Leggi tutto…

Perchè la classificazione del 1855 per il Bordeaux non è più valida

  • Pubblicato in Forum

Gary M. Thompson e Stephen A. Mutkoski  della School of Hotel Administration Cornell University NY, hanno esaminato i punteggi ottenuti dai vini degli Chateaux bordolesi della celebre classifica del 1855 e hanno scoperto che il 64,6% di loro dovrebbe salire o scendere rispetto alla gerarchia ottocentesca ( Reconsidering the 1855 Bordeaux Classification of the Médoc and Graves using Wine Rathings from 1970 -2005, in “Journal of Wine Economics” VI,2011, n°1, pp 15- 36)

Wine Economics

Wine Economics

di Donatella Cinelli Colombini 
L’analisi ha riguardato 3133 giudizi sui vini delle vendemmie dal 1970 al 2005 espressi dai più quotati degustatori statunitensi: Robert Parker “The Wine Advocate”, Stephen Tanzer  “International Wine Cellar” e “Wine Spectator”.

I vini presi in esame provengono dai 61 chateaux che nel 1855, in occasione dell’Esposizione Universale di Parigi furono considerati i migliori di Bordeaux. Vennero divisi in  5 tipologie sulla base della reputazione e del prezzo. Nessuna variazione è stata apportata in seguito ad eccezione dell’aggiunta di Mouton Rothschild.  Leggi tutto…


Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account