Tag Archive

Tag Archives: OIV

Torna il nostro inviato nel mondo del vino Violante Gardini.

Violante Gardini racconta il suo viaggio velocissimo e interessantissimo in Grecia, Champagne, Alsazia, Germania, Belgio,  Svezia,  Norvegia … più che un corso pare un tour de force.

vigna Champagne

vigna Champagne

Ebbene, dopo l’Italia il viaggio dei corsisti OIV è proseguito in Grecia e poi in Champagne dove abbiamo vissuto momenti mozzafiato e abbiamo imparato molto.  Una lezione di marketing molto interessante presso Veuve Clicqot e un assaggio favoloso del  Blanc de Blanc della Cantina De Sousa & Fils.

Le emozioni sono continuale con l’arrivo in Alsazia – una zona bellissima-  dove vale la pena di citare, per la simpatia del proprietario Oiv, Sig. Hugel, ma soprattutto per la qualità dei vini, la cantina Hugel & Fils.

Alsazia  Hugel

Alsazia Hugel

Abbiamo così lasciato l’Alsazia dirigendosi verso la Germania.
Tutti avrete sentito parlare della Mosella e dei Reisling di questa zona…. Ebbene, io vi invito a andare a visitare questa favolosa area consigliandovi due nomi in particolare, Willi Schaefer e Dr Loosen.

Le due settimane  successive sono state piene di appuntamenti incentrati sulla parte commerciale del settore vinicolo. Abbiamo passato prima qualche giorno in Belgio poi siamo volati a Stoccolma in Svezia da qui a Oslo in Norvegia e poi a Copenhagen in Danimarca.  Poco sonno e molti aerei, alla fine avevo i piedi pieni di bolle.

Così, dopo tante visite in grandi cantine e dopo l’assaggio di vini interessantissimi abbiamo capito le filosofie produttive nei diversi Paesi e le filosofie decisionali della Comunità  Europea nel settore agricolo. Abbiamo imparato molto sul mercato nelle Nazioni scandinave in cui c’è il Monopolio. Interessantissimo però che fatica!
Ed ora siamo a Londra ma vi parlerò di questo modulo nel mio prossimo “racconto”…. Alla prossima!
Violante

Violante e i corsisti OIV in Italia – Il vino e la festa

Master OIV

Master OIV

Eccoli! Finalmente in Toscana i corsisti del Master OIV ( Organisation International de la vigne et du vin).

Stanno visitando tutte le regioni vinicole del mondo. 15 francesi, un olandese, un sudafricano, un coreano, un libanese, un russo, una statunitense e naturalmente un’italiana: la nostra Violante.  Ci sono esperti di marketing, di psicologia dei consumi e di pubblicità, c’è di possiede una vigna e chi, nel futuro vuole aprire una catena di birrerie.

Qui da noi hanno vistato il Piemonte con la Banca del vino di Pollenzo – Slow Food come prima tappa. Cantine e assaggi da Bruno Ceretto, Pio Cesare, Colla e Gancia. In Toscana sono rimasti una settimana con una tappa in Umbria da Lungarotti e Caprai. Hanno visitato 5 cantine di Brunello e tre nel Chianti. Finale col botto all’Enoteca Pinchiorri di Firenze con la stratosferica bottiglieria e la raffinata cucina premiata con le 3 stelle Michelin. Fine del viaggio in Italia con il Vinitaly e le cantine del Veneto.

Una resistenza da maratoneti e un fegato indistruttibile per tenere un ritmo di visite e assaggi senza soste. Sono stufi di tini d’acciaio e di botti: basta! Invece con gli assaggi non si tirano indietro, anzi bevono anche durante e dopo cena, ma solo ottime bottiglie. Sono molto attratti dalle piccole cantine, quelle dove il produttore segue la vigna e il vino direttamente ed ha le mani piene di calli.

I belli del gruppo sono lo svizzero e l’olandese, i membri più attempati sono i più brontoloni anche per la stanchezza che sentonoChampagne. più dei giovani.  Il gruppo è alla costante ricerca di posti con WiFi, modi per poter risparmiare e lavatrici per lavare la biancheria. I pasti sono spesso  un lavoro di gruppo con il sudafricano come coordinatore dato che possiede un ristorante a Città del Capo. I piatti forti italiani sono la carbonara e il tiramisù. Da Violante hanno voluto una performance con il vitel tonnè.

Prossima tappa, dopo l’Italia, la Grecia e poi lo


Violante in Nuova Zelanda

Beach Bach

Beach Bach

Spiagge della Nuova Zelanda

Spiagge della Nuova Zelanda

vigneti della Nuova Zelanda
vigneti della Nuova Zelanda

Violante e gli altri corsisti del Master OIV (Organisation internationale de la vigne et du vin) stanno visitando le cantine della Nuova Zelanda e sono affascinati dalla bellezza incontaminata di questo paese.

Ciao a tutti dalla Nuova Zelanda. Qui la natura è molto bella e hanno dei Sauvignon Blanc eccezionali!  Ieri siamo stati in un posto favoloso, si chiama Waiheke Island. E’ un’isola talmente bella che non sono più sicura che il mio paese preferito sia il Sud Africa.

Abbiamo dormito in un posto stranissimo, dentro i vagoni letto di un vecchio treno. Era freddo e per andare in bagno bisognava andare fuori… comunque sono sopravissuta anche a questo!
Oggi invece abbiamo visitato la cantina “Pegasus“. Ve la ricordate? Quella che produce il vino Prima Donna. Hanno più di una gamma e producono i vini Prima Donna sono in annate speciali e in poche bottiglie. E’ un Pinot noir.
Mi hanno regalato una bottiglia perché la porti nella nostra cantina Casato Prime Donne a Montalcino, vedrò come fare per metterla in valigia senza rischiare il disastro.

Domani, uno dei figli del proprietario parte per stare 6 mesi in Italia, l’ho invitato a venirci a trovare!
Abbiamo fatto una traversata di 5 ore nelle montagne, che fatica! E dopo l’ultima cantina alle 8.30 finalmente siamo arrivati in hotel dove staremo solo stanotte.
L’avventura continua!

Violante Gardini

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account