Tag Archive

Tag Archives: Sangiovese

Cenerentola Doc Orcia un vino con la corona

2016 vendemmia vecchio stile che entusiasma i grandi wine lover e mette la corona sopra l’etichetta del Cenerentola Doc Orcia

Annata 2016 da incorniciare: profondità, complessità, finezza e soprattutto grande capacità di invecchiamento, caratteri che solo una lenta maturazione dell’uva riesce a donare al vino.

Il Sangiovese, vitigno principale del Cenerentola DOC Orcia (insieme al Foglia tonda), produce un’uva “metereopatrica” cioè molto influenzata dal clima. La sua buccia è composta da pochi strati di cellule e quindi ha bisogno dell’aiuto del sole per esprimersi al meglio.
Per questo, nelle alte colline del Sud della Toscana, dove il clima è arido ma fresco, il Sangiovese ha il suo habitat ideale e giunge a livelli di eccellenza inarrivabili in qualunque altra parti del mondo.

Foglia-tonda-donatella-cinelli-colombini

Foglia-tonda-donatella-cinelli-colombini

Nel 2016 il primo semestre dell’anno è stato piovosissimo, ha idratato la terra in profondità creando le riserve per i mesi caldi, ma ha anche disturbando la fioritura al punto da ridurre sensibilmente il numero e la dimensione dei grappoli. Poi è arrivata un’estate “pazzerella”. Giornate molto calde -sopra i 35°C- alternate a temporali di grande violenza e i produttori hanno avuto autentici batticuore per il rischio grandine.
Chi, come noi, è stato risparmiato dalle calamità, ha fatto una delle migliori vendemmie a memoria d’uomo.
Anche sulla data della raccolta ci sono state delle sorprese: il germoglio delle viti era avvenuto 15 giorni prima del solito e tutti, noi compresi, prevedevamo una vendemmia anticipata, invece già nel momento dell’invaiatura (cambio di colore dei grappoli da verde a blu) il calendario del ciclo vegetativo si era riallineato a quello tradizionale e poi la maturazione è andata avanti lentamente e con regolarità. Nel 2016, la prima volta dopo diversi anni, i grappoli hanno percorso il cammino verso la vendemmia a passo di lumaca con l’accumulo degli zuccheri nella polpa degli acini che procedeva più lentamente della maturazione polifenoloca, cioè quella delle sostanze nobili contenute nella buccia. Leggi tutto…

Chianti Superiore di nome e di fatto

Nell’ annata 2016 -vecchio stile – perfetta per i wine lovers tradizionalisti, il Chianti Superiore 2016 è davvero superiore   

Chianti_Superiore-Fattoria-de-Colle-e-Violante-Gardini

Chianti_Superiore-Fattoria-de-Colle-e-Violante-Gardini

I primi sei mesi del 2016, nel territorio senese, sono stati i più piovosi da un secolo a questa parte. Una circostanza che ha idratato il terreno creando ottime riserve a disposizione delle viti, nei caldi mesi estivi, ma ha anche disturbato la fioritura riducendo il numero e la dimensione dei grappoli. Una circostanza che, tuttavia, fa sempre crescere la qualità dell’uva.
Il Chianti Superiore è un vino DOCG ottenuto da vigneti poco produttivi e con requisiti qualitativi più elevati del normale Chianti. Quello prodotto da Donatella Cinelli Colombini alla Fattoria del Colle nasce a 404 metri sul mare su colline ben esposte al sole e con terreni neoquaternari composti da sabbie e argille marine.
I vigneti sono coltivati in modo biologico e con cura manuale. Anche la vendemmia

Chianti-superiore-2016

Chianti-superiore-2016

viene fatta a mano scegliendo ogni grappolo. Oltre al Sangiovese che è il vitigno principe della Toscana, questo Chianti Superiore, contiene piccole quantità di canaiolo nero e altri vitigni complementari, nel rispetto della tradizione che vuole il Chianti come un mix di vitigni diversi.
Il Chianti Superiore è un “vino gastronomico” cioè si esprime al meglio a tavola, mangiando e ha una straordinaria capacità di abbinarsi a qualunque cibo toscano o di altre parti del mondo. E’insomma particolarmente eclettico. Il suo tratto caratteristico è il profumo di viola mammola che da secoli, caratterizza il Chianti fra tutti gli altri vini.
TIPOLOGIA: rosso secco.
ZONA DI PRODUZIONE: Toscana, Trequanda, Fattoria del Colle Leggi tutto…


Rosso di Montalcino 2016  di eccezionale finezza e complessità

Nel 2016 un lungo ciclo vegetativo e una maturazione a passo di lumaca ci regalano un Rosso di Montalcino che si apre in bocca con vellutata e giovanile pienezza

Rosso-di-Montalcino-2016-Donatella-Cinelli-Colombini

Rosso-di-Montalcino-2016-Donatella-Cinelli-Colombini

Il successo delle ultime annate di Rosso di Montalcino di Donatella Cinelli Colombini ha superato ogni più rosea aspettativa. Oltre all’apprezzamento del mercato ci sono stati gli ottimi rating da parte di Wine Spectator (91/100) e di Decanter (17,5/20) e la medaglia d’oro al Merano Wine Festival.
Il 2016 intende superare questi brillanti risultati grazie alle sue caratteristiche di finezza e complessità. E’ un vino giovane, ma importante e elegantissimo con tannini setosi che riescono a occultare la forza del vino. Accompagna splendidamente primi piatti saporiti, carni e soprattutto formaggi stagionati.
Nella vendemmia 2016 sono arrivati in cantina grappoli piccoli con acini piccoli e perfetti.

2016-vendemmia-sangiovese-Montalcino

2016-vendemmia-sangiovese-Montalcino

Per la prima volta, dopo molti anni, nel 2016 la maturazione dell’uva è stata lentissima grazie alle notti fresche e le giornate assolate che hanno caratterizzato il mese di settembre. Anzi, la maturazione della buccia dell’uva (polifenolica) è arrivata prima di quella della polpa (tecnologica relativa a acidi e alcol) e questo ha permesso la produzione di vini con contenuto d’alcol moderato ma una straordinaria ricchezza di colore e gusto. Le forti escursioni termiche fra la notte e il giorno nel mese di settembre sono anche responsabili della particolare di profumi di questo vino. Leggi tutto…

Brunello Riserva 2012 cinque stelle

Il Brunello Riserva è un vino straordinario perché può vivere per molti decenni. Al Casato Prime Donne viene prodotto solo nelle migliori vendemmie

 

Brunello di Montalcino Riserva DOCG 2012

Brunello di Montalcino Riserva DOCG 2012

La possibilità di produrre Brunello Riserva dipende dal clima, dalla pioggia e dal sole soprattutto nei mesi di agosto e settembre. Generalmente, è possibile capire se verrà fatto questo vino straordinario, ancora prima della vendemmia, durante l’assaggio dell’uva che serve a decidere il calendario della raccolta. Solo se nelle vigne ci sono grappoli di Sangiovese di qualità eccezionale è possibile produrre Brunello Riserva.

Per questo motivo la riserva viene imbottigliata solo in alcuni anni e la quantità è diversa ogni vendemmia anche se è sempre molto piccola. Si tratta infatti di selezioni molto inferiori alle richieste di collezionisti e appassionati di tutto il mondo che desiderano metterla in cantina per usarla in occasione di eventi importanti.

L’uva proviene quasi sempre da una vigna chiamata Ardita che si trova nel punto più alto del Casato Prime Donne. La parcella dove nascono i grappoli migliori è segnalata da bandierine rosse. Anche le botticelle di rovere francese (5-7 hl) in cui matura il futuro Brunello Riserva, per circa tre anni, hanno sopra un cuore rosso. Piccoli segni che servono a ricordare ai vignaioli e alle cantiniere il piccolo capolavoro che è affidato alle loro cure e a cui bisogna dedicare attenzioni giornaliere fino al momento dell’imbottigliamento. Leggi tutto…


Brunello Prime Donne 2013 il meraviglioso

IMG_4637Il Brunello Prime Donne 2013 è un vino d’autore prodotto in piccola serie. Solo 6.300 bottiglie per chi ama lo stile tradizionale

Il Brunello di Montalcino Prime Donne 2013 vi stupirà: per i suoi profumi di piccoli frutti maturi e di spezie, perché si allunga in bocca espandendo un sapore armonioso e potente che rimane a lungo piacevolmente. Un vino appagante e longevo che è andato molto sopra le previsioni iniziali, come in passato avvenne per il Brunello 1999.
In effetti tutti avevano capito il carattere “vecchio stile” della vendemmia 2013 ma solo alcuni avevano previsto la finezza, la qualità e soprattutto la vocazione al lungo invecchiamento che questo Brunello ha rivelato dopo la maturazione in botte.

Donatella Cinelli Colombini considera il Brunello Prime Donne la bandiera delle sue cantine, le prime in Italia con un organico interamente femminile.
L’idea di questo vino nacque nel 1998, quando Donatella si accorse che gli assaggiatori delle guide italiane dei vini erano solo uomini. Decise allora di riunire un gruppo di grandi esperte donne chiedendo loro di degustare, in modo bendato, il futuro Brunello delle diverse botti, per scegliere quello che a loro piaceva di più. Un modo per affermare che il giudizio femminile è importante e che le assaggiatrici donne sono altrettanto brave come i colleghi maschi.
I gruppo composto da Marina Thompson, Astrid Schwarz, Daniela Scrobogna e Rosemary George MW continua a riunirsi almeno una volta l’anno per scegliere il vino, la tipologia di botti, la durata della maturazione e il taglio del futuro Brunello “Prime Donne”.
Lo stile prediletto da queste grandi esperte è quello più tradizionale, un Brunello proveniente soprattutto dal vigneto Ardita e maturato in botti grandi; un Brunello potente e destinato al lungo invecchiamento. IMG_4641

TIPOLOGIA: rosso secco.
ZONA DI PRODUZIONE: Toscana, Montalcino, Casato Prime Donne, vigneto “Ardita”
CLIMA: Inverno piovoso e nevoso. In primavera il freddo e la pioggia hanno disturbato la fioritura riducendo il numero e la dimensione dei grappoli.
Invaiatura (cambio di colore degli acini) molto lunga per l’assenza di stress idrico. Estate fresca.
Il ciclo vegetativo della vite ha avuto una durata lunga ed è avvenuto nel calendario tradizionale. La maturazione delle uve è stata molto regolare ed ha proceduto in parallelo per la polpa (maturazione tecnologica di zuccheri e acidi) e per le bucce (maturazione polifenolica).
UVAGGIO: 100% Sangiovese
VENDEMMIA: Dal 26-27 settembre. Il giorno della vendemmia è stato deciso assaggiando l’uva.
L’uva è stata raccolta a mano scegliendo i grappoli uno per uno. In cantina il tavolo di cernita ha consentito di togliere le impurità e selezionare gli acini migliori. Le vigne del Casato Prime Donne sono intorno ala cantina e l’uva impiega meno di mezz’ora dalla pianta al tino di fermentazione.
VINIFICAZIONE: In piccoli tini tronco conici a cappello aperto muniti di termoregolazione e follatore. La dimensione dei tini corrisponde a quella delle parcelle vendemmiate ogni giorno. Dopo la fermentazione alcolica il vino è rimasto a macerare 15 giorni a contatto con le bucce dell’uva.
MATURAZIONE IN LEGNO: tonneau da 7 ettolitri di rovere francese prodotte da 4 laboratori artigiani che tagliano il legno a spacco. La maturazione è terminata in botti tradizionali da 15-40 hl di rovere di Slavonia. Prima dell’imbottigliamento il Brunello ha sostato in contenitori di cemento nudo. Non è stato filtrato.

ANALISI: alcool % vol., Ac. Totale g/l, Ac. Volatile mg/l, estratto g/l, So2 totale mg/l.Donatella Cinelli Colombini 2013 Vendemmia
QUANTIA’ PRODOTTA: 6.300 bottiglie
COLORE: rosso rubino di grande brillantezza. La rotazione lenta del vino nel bicchiere mette in evidenza la sua struttura e la sua ricchezza.
PROFUMO: Fine, complesso, profondo. Un evidente richiamo ai piccoli frutti rossi maturi e alle spezie con un tocco esotico
GUSTO: Elegantissimo e appagante. Tannini setosi a maglia fitta evidenziano la vocazione al lungo invecchiamento e sono perfettamente bilanciati da un frutto ben espresso che si allarga in bocca in modo sontuoso. La persistenza è lunga e piacevole.

ABBINAMENTO GASTRONMICO: vino importante per pranzi importanti. Il Brunello Prime Donne si esalta nell’abbinamento con piatti ricchi di sapore come arrosti e brasati. Splendido l’accompagnamento con formaggi stagionati come parmigiano e pecorino stravecchio.
SERVIZIO IN TAVOLA: Temperatura ambiente (18-20°C). Bicchieri a calice di cristallo bianco con coppa grande. E’ meglio stappare la bottiglia un’ora prima del servizio e decantarla avendo cura di favorire una intensa ossigenazione
CAPACITA’DI INVECCHIAMENTO: 25 anni e oltre. Tenere le bottiglie distese, al buio e al freddo. Provvedere alla sostituzione dei tappi nella cantina di Donatella Cinelli Colombini intorno all’anno 2037.

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account