Tag Archive

Tag Archives: visto per voi

Per vendere il vino in Russia ci vogliono le donne nude?

  • Pubblicato in Forum

Un video con giovani russe nude scatena polemiche e persino interrogazioni al Consiglio regionale del Friuli. La domanda è: funziona per vendere a Mosca?

donnenudeperpromuovereilvinoitalianoinrussia

donne nude per promuovere il vino italiano in russia

Visto per voi da Donatella Cinelli Colombini

Armando Testa il più grande pubblicitario degli anni ’80 diceva «troppo sesso funziona da vampiro perché succhia l’attenzione del cliente e l’allontana dal prodotto>> cioè il consumatore è così attratto da tette e sederi da non interessarsi affatto al brand. Verissimo! Basta guardare il video realizzato per promuovere il vino friulano in Russia per avere una dimostrazione pratica delle parole di Testa. La prima volta anch’io ho visto solo le 4 ragazze russe nude – poi diventano 8 – che si muovono simulando riti bacchici forse ispirandosi a qualche bassorilievo romano. L’effetto è evocativo, con un preciso richiamo al gothic revival. Non lo trovo volgare ma detesto quando il corpo femminile è usato come una merce per vendere qualcosa. Sono un’ingenua inguaribile? I ricchi russi comprano di più se sollecitati da immagini del genere? Forse. In effetti la Simple, che ha commissionato il video, conosce bene il mercato russo perché è il maggiore importatore di vini italiani in quel Paese. Leggi tutto…

Parole usate per cercare questa pagina...

  • pirelli -router -gate -modem -inter -milan -juve -tlc -PdG

Un vigneto sul tetto in mezzo ai grattacieli

  • Pubblicato in Forum

La notizia del vigneto sui tetti di New York Rooftop Reds ha fatto il giro del mondo anche se farlo è davvero semplice. Vi spiego come fare l’urban vineyard

Rooftop Reds New York
Rooftop Reds New York

Visto per voi da Donatella Cinelli Colombini

Come gli orti urbani anche la vigna sull’attico non deve creare illusioni: non è l’inizio della carriera che porterà a dirigere Château Lafite Rothschild.
Tuttavia è l’inizio di una nuova moda. Infatti la cosa è meno complicata di come sembra. Basta avere un terrazzo e molta, molta ma molta passione. L’idea è di Devin Shomaker, un giovane newyorkese che sta per ricevere anche un finanziamento per sviluppare il progetto. La vigna sull’attico sembra destinata a replicare il successo di altre produzioni domestiche tipo orto da terrazzo e pomodori coltivati nel sacchetto. Produzioni che sono state oggetto di studi per i residui

Rooftop Reds Team
Rooftop Reds Team

tossici del traffico assimilati dalle piante. Scambiare le produzioni domestiche per qualcosa di assolutamente sano solo per non aver usato pesticidi è sbagliato perché anche le foglie assorbono i metalli pesanti dall’aria inquinata. Tuttavia coltivare piante è comunque un’ attività divertente che incrementa l’uso delle verdure nell’alimentazione e va quindi incentivata. Leggi tutto…


Avete mai ascoltato un concerto suonato dalle piante?

Sorprendente ma vero le piante suonano e addirittura cambiano la loro melodia a seconda di cosa succede intorno a loro

Sting

Sting

Visto per voi da Marzia Morganti martecomunicazione

Anche Sting, nome d’arte di Gordon Matthew Thomas Sumner, cantautore, polistrumentista, attore e filantropo britannico è convinto che è giusto curare la terra, non depredarla. Principio che anima Expo 2015 con il suo titolo ‘Nutrire il pianeta’ ovvero nutrire l’umanità rispettando la terra su cui viviamo e da cui dobbiamo attingere. Ed il grande artista con casa in Toscana, a Figline Valdarno, dove produce vino biodinamico, olio, miele e salumi di cinta, è stato affascinato dalla ‘Musica delle Piante’ e vorrà testarne l’utilizzo per coltivare i campi.

Ad Expo nel Padiglione di Cascina Triulza, ho scoperto che le piante emettono dei

cascina-triulza-Expo

cascina-triulza-Expo

suoni tanto da poter eseguire una sorta di concerto. La Musica delle Piante rappresenta un incontro straordinario di tecnologia e sensibilità ed è il risultato di oltre 40 anni di ricerca di Damanhur, sull’intelligenza del mondo vegetale. E’ stata presentata a livello internazionale, compreso il prestigioso Chelsea Flower Show di Londra, dove ha ricevuto una Medaglia di Bronzo. Leggi tutto…

I campioni dell’ospitalità sono siciliani

  • Pubblicato in Forum

Piccola cronaca del viaggio di 19 toscani in Sicilia e del gemellaggio fra i Lions Club Palermo Leoni e Firenze Brunelleschi

Gemellaggio Lions Clubs Palermo Leoni Firenze Brunelleschi

Gemellaggio Lions Clubs Palermo Leoni Firenze Brunelleschi

Visto per voi da Donatella Cinelli Colombini
Una gentilezza piena di piccole attenzioni e di sorrisi che ha avuto il suo culmine domenica mattina quando l’autobus per la gita a Segesta non si è presentato e i Lions palermitani hanno preso le loro auto e ci hanno portato a fare l’escursione con quelle. Straordinari! Avevamo già avuto un assaggio della loro cortesia all’arrivo, quando Luigi Mellina ci è venuto a prendere all’aeroporto. Talmente ospitali da mettere in imbarazzo, soprattutto al pensiero di non essere in grado di ricambiare adeguatamente.

Lions del Firenze Brunelleschi a Mondello

Lions del Firenze Brunelleschi a Mondello

Palermo mi appare molto più bella del recente passato: monumenti restaurati, bei negozi, una gastronomia piena di profumi e di fascino anche nelle bancarelle del cibo di strada. Primo giorno dedicato alla visita ai monumenti palermitani: Vucciria, Cattedrale, Palazzo dei Normanni ma anche i profumi e i colori di questa capitale del Mediterraneo raccontano il suo nobile passato.
Leggi tutto…

Parole usate per cercare questa pagina...

  • palermo leoni

Alessandro Regoli e il suo compleanno tondo

Alessandro Regoli alias Mr WineNews, festeggia i suoi 50 anni alla Fiaschetteria di Montalcino insieme ai suoi amici “storici”
Visto per voi da Donatella Cinelli Colombini

Alessandro Regoli e Irene Chiari

Alessandro Regoli e Irene Chiari

E’ l’occasione giusta per ripercorrere una lunga amicizia con Alessandro Regoli e sua moglie Irene Chiari. Tutto inizia intorno al 1990, io lavoravo nell’azienda di famiglia, a Montalcino e Alessandro e Irene erano fidanzati. Avevo creato il “gioco VIDE” per l’associazione Vitivinicoltori Italiani di Eccellenza un gruppo di aziende agricole che imbottigliavano con il loro marchio delle vere eccellenze: Schiopetto, Marco Felluga, Marchesi de Gresy, La Stoppa, Selvapiana …. I due giovani montalcinesi mi affiancarono e vedemmo subito che la mia fantasia associata alla loro capacità di divulgazione faceva un mix formidabile. Insieme, con tanta grinta, facemmo i primi passi dentro Veronafiere mettendo le basi di un rapporto di stima e amicizia che dura ancora oggi.

Alessandro e Irene giovanissimi

Alessandro e Irene giovanissimi

Nel 1993 inventai la giornata Cantine aperte organizzandola in 100 cantine toscane. Negli anni successivi l’iniziativa venne realizzata contemporaneamente in un crescente numero di regioni ed ebbe un successo esplosivo. Coinvolsi quasi subito Alessandro e Irene e diffondemmo l’enoturismo in italia mettendo uno sull’altro comunicati e eventi, interviste e relazioni. Un lavoro artigianale che all’esterno sembrava quello di un’enorme agenzia di PR. Eravamo talmente coinvolti che, quando i miei due amici decisero di sposarsi, scelsero di fare la festa di nozze nella Taverna dei Barbi, davanti all’omonima cantina, il giorno di Cantine aperte per cui rimasero sul pezzo fino all’ultimo secondo. Leggi tutto…

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account