Posts Tagged ‘Wikipedia’

Un vero ministro dell’agricoltura o solo una bella donna?

Written by Donatella on . Posted in Forum

Nunzia De Girolamo nuovo ministro dell’agricoltura o meglio delle Risorse agricole, alimentari e forestali non ha niente a che fare con piante e allevamenti

Nunzia De Girolamo

Nunzia De Girolamo Ministro

Classe 1975, bella donna, molto presente in TV, dopo la laurea a Roma in giurisprudenza fa l’avvocato nella nativa Avellino dove diventa coordinatore di Forza Italia. Su Wikipedia  si legge << È salita per la prima volta agli onori della cronaca per aver intrattenuto insieme con la collega Gabriella Giammanco, durante una delle prime sedute parlamentari della scorsa legislatura, uno scambio di bigliettini “galanti” col premier Silvio Berlusconi.[1] >>.

Di lei è noto anche il legame con il Deputato PD Francesco Boccia. Un’esperienza sull’agricoltura di tutto rispetto direi! C’è da essere certi che saprà discutere con cognizione di causa della politica PAC e difenderà gli interessi italiani nel negoziato OCM … Mamma mia! Il sentimento di tutti gli agricoltori è di grande preoccupazione.

Ora che il Ministero agricolo è decimato dalle indagini della magistratura (hanno arrestato 11 dirigenti e funzionari in un solo giorno) avremmo avuto bisogno di qualcuno come Catania, Zaia, De Castro! Non importa il partito ma certo di una persona competente come i politico-tecnici del nuovo governo che sono agli esteri, agli affari regionali, al lavoro, allo sport … e invece … conta così poco l’agricoltura?
Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini

Parole usate per cercare questa pagina...

  • donatella di girolamo piedi

La Francigena in terra di Siena e forse al Casato Prime Donne

Written by Donatella on . Posted in Vivi e rivivi l'esperienza in Fattoria

[gplusone]

Non sappiamo esattamente dove passava la storica via di collegamenti fra il Nord Europa, Roma e Gerusalemme, tuttavia è probabile che il Casato Prime Donne fosse proprio lungo il percorso

Casato Prime Donne

Casato Prime Donne

Via Francigena iniziò ad essere molto usata quando, dal VI secolo le guerre fra bizantini e longobardi resero molto problematico l’uso della Via Cassia e della Via Emilia cioè il percorso Siena, Firenze, Bologna, Piacenza. La Francigena traversa gli Appennini più a Nord tra Lucca e Parma. Non era proprio una strada, con lastricato e ponti come quelle dei consoli romani, quanto piuttosto un insieme di sentieri nella stessa direzione cioè una “strada a fascio”.

Il Casato Prime Donne è sulla direttrice fra due luoghi importanti nel Comune di Montalcino. A Nord Badia Ardenga, un convento di cui rimane la bellissima chiesa con cripta, dove, secondo la leggenda, fu ucciso l’Imperatore Arrigo VII con un’ostia avvelenata nel 1313. A Sud l’abbazia di Sant’Antimo, la splendida chiesa in onice incorniciata dai vigneti di Brunello.

Donatella e  l'Assessore Mugnaioli accolgono gli Scout

Donatella e l'Assessore Mugnaioli accolgono gli Scout

Nel medioevo un flusso crescente di pellegrini, mercanti, soldati percorreva la Via Francigena. Questi viandanti portavano con loro idee, culture, commerci e rapporti umani contribuendo a creare la civiltà comune dei popoli europei, per questo la Francigena è stata scelta come uno dei 22 Grandi itinerari europei dal Consiglio d’Europa.
Siena è una delle tappe fondamentali lungo la via Francigena, anzi proprio grazie a questa via, che tagliava fuori Firenze, Siena prosperò e creò infrastrutture enormi come lo Spedale del Santa Maria della scala, oggi trasformato in museo. Un cittadella per i pellegrini, talmente estesa da avere una strada coperta al suo interno e da diventare, nel futuro, un museo più grande del Louvre.

Scout pellegrini francigeni

Scout pellegrini francigeni

Nei giorni scorsi, davanti al Santa Maria della Scala, insieme all’Assessore Alessandro Mugnaioli, abbiamo ricevuto un gruppo di Scout adulti che compivano il loro pellegrinaggio lungo la Via Francigena toscana fino a Sant’Antimo.
Sono l’esempio di un nuovo pellegrinaggio. Persone che cercano un nuovo rapporto con sé stessi, con Dio e con gli altri uomini.

Week end di Pasqua toscana in agriturismo: nella campagna senese tra storia e tradizione

Written by Donatella on . Posted in Vivi e rivivi l'esperienza in Fattoria

La Pasqua ci offre l’unico fine settimana lungo della primavera 2011 bisogna dunque sfruttarlo al massimo e vivere un’esperienza ricca, romantica e coinvolgente che faccia imparare cose nuove e sorprenda piacevolmente. Insomma qualcosa di più.
Cappella di San Clemente - Fattoria del Colle in Trequanda, Siena

Cappella di San Clemente - Fattoria del Colle in Trequanda, Siena

Io vi racconto la Pasqua nella campagna senese, deciderete poi voi se vale la pena venire dalle mie parti.

.

Nella campagna toscana le chiese sono piene di fiori per i tradizionali sepolcri e la sera del Venerdì Santo le processioni percorrono le strade di ogni paese. Molto suggestiva quella del piccolissimo borgo di Farnetella nei pressi di Sinalunga. Poche case in pietra su una collina. La domenica delle Palme vengono sorteggiati i 12 uomini che parteciperanno alla Lavanda dei piedi e le donne che porteranno la statua della Madonna addolorata.
.
Da noi la pietanza tradizionale è la ‘schiacciata‘ che a dispetto del nome è molto alta. Ha la forma di una torta cilindrica di un bel colore nocciola. A Trequanda e in tutta la Val di Chiana è salata e contiene formaggio e pancetta, a Siena e a Montalcino è dolce e profuma di anice. Va comprata dal fornaio non in pasticceria.
.
In quasi tutte le case la ‘vigilia’ cioè il digiuno di Pasqua si ‘rompe’ la mattina della festa mangiando le uova sode benedette, il capocollo (coppa) di maiale e la schiacciata salata. Fino a qualche anno fa, e ancora oggi nelle case più tradizionaliste, l’uovo benedetto veniva sminuzzato nell’Acqua cotta,  zuppa di provenienza maremmana a base di  bietole e cipolle. Oggi l’acqua cotta Pasqualina viene proposta da molti ristoranti per far provare ai turisti i sapori del passato. Ovunque il pranzo della festa è dominato dall’agnello arrosto.
.
La coincidenza di Pasquetta con il 25 aprile ci porta a un’altra tradizione gastronomica: il carciofo di Chiusure. Piccolissimo borgo di origine etrusca, Chiusure, offre uno spettacolare panorama delle Crete Senesi e dell’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore (da vedere il chiostro grande affrescato da Signorelli e Sodoma 1497-1508) ma anche l’assaggio in piazza dei suoi rinomatissimi carciofi.
.
Trekking nei vigneti di Donatella Cinelli Colombini

Trekking nei vigneti di Donatella Cinelli Colombini

Chi prosegue da Chiusure fino a Buonconvento troverà il mercatino delle “Cose del passato” giunto quest’anno

Casato Prime Donne - Montalcino, Siena

Casato Prime Donne - Montalcino, Siena

alla 29°edizione. Oggetti, mobili, libri, stampe sono disposti nelle vie e nei palazzi di uno dei borghi fortificati più belli d’Italia. Basta risalire verso Montalcino per trovare i cartelli del Casato Prime Donne dove c’è un trekking nei vigneti e la possibilità di visitare la cantina del Brunello concludendo l’esperienza enologica con una degustazione. Intorno frasi di donne celebri e opere d’arte contemporanea rendono più nuovo un paesaggio iscritto dall’Unesco nel patrimonio dell’umanità.

.

Vigneti della Fattoria del Colle in Trequanda, Siena

Vigneti della Fattoria del Colle in Trequanda, Siena

Un gioco tradizionale delle campagne non strettamente legato alla Pasqua ma spesso praticato nelle prime giornate di primavera è quello del cacio. Una forma di pecorino molto stagionato viene fatta rotolare fra due zappe disposte per terra a formare una specie di V aperta al centro. Vince chi riesce a mandare il formaggio alla punta delle zappe senza farlo uscire fuori. Il miglior giocatore vince il ‘cacio’ e poi lo apre offrendolo agli altri insieme ai sigari toscani e al miglior vino rosso. Questo è il vero spirito della campagna, giocare per il gusto di giocare per poi condividere il bottino.

.

Ovviamente nel Sud della Toscana c’è tanto di più: le piccole città d’arte (Cortona, Montepulciano, Pienza, Montalcino e altre ancora), i grandi vini rossi, i ristoranti stellati e le piccole e meravigliose osterie. Ma la Pasqua non è solo turismo e non è solo una festa religiosa è anche un momento in cui ritrovare le proprie radici e la propria intimità e forse persino un momento per ritrovare sé stessi.
.
Qui da noi è ancora possibile.
.
Donatella Cinelli Colombini

Parole usate per cercare questa pagina...

  • gessetti profumati ricetta
  • acquacotta maremmana
  • chiese in toscana
  • sodoma trequanda

Chi arriva e chi va alla Fattoria del Colle di Trequanda: Serena, Francesca, Luca e Elena

Written by Donatella on . Posted in Vivi e rivivi l'esperienza in Fattoria

Luca Mittica e Elena Barabesi nella cantina della Fattoria del Colle di Trequanda

Luca Mittica e Elena Barabesi nella cantina della Fattoria del Colle di Trequanda

Come sempre la fine e l’inizio dell’anno sono periodi di grandi cambiamenti nelle mie fattorie di Trequanda e Montalcino.

Serena e Francesca vanno a lavorare in due prestigiose cantine di Montalcino e Montepulciano. Insieme al dispiacere di non averle più con noi c’è la soddisfazione di sentirci un vivaio di talenti; infatti la capacità professionale di chi lavora nelle mie aziende è invidiata e apprezzata.

Arrivano Luca Mittica e Elena Barabesi. Luca sostituirà Francesca nella commercializzazione del vino, ha una laurea in economia e in passato si è occupato di turismo e di ristorazione, parla inglese, è comunicativo e soprattutto è un foodie che dedica tutto il suo tempo libero ai grandi vini e all’alta cucina. Ultima cosa, ma non meno importante,  Luca è il marito di Chiara che gestisce il nostro negozio “Toscana Lovers” nel cuore di Siena, come dire: resta tutto in famiglia. Elena rafforzerà il front-office cioè la “prima linea” di accoglienza turistica sotto la direzione della vulcanica Alessia. Elena è laureata in scienze della comunicazione e ha un’origine senese anche se è cresciuta a Firenze. Pensate che sua madre è di Vallerona, nel comune di Roccalbegna,  e si chiama Donatella Cinelli proprio come me.

Donatella Cinelli Colombini

Parole usate per cercare questa pagina...

  • fattoria del colle trequanda
  • trequanda fattoria del colle
  • fattoria del colle di trequanda
  • artigianato toscano
  • cantine del colle
  • luca mittica
  • serena dominici cinelli colombini
  • aziende inglesi che vendono stampi per gessetti