Non solo vino ... Vigne e vini

Collisioni: musica, vitigni autoctoni e Donne del Vino

Venerdì 14 luglio a Barolo, in occasione del Festival Collisioni Silvestri-Consoli-Gazzè, Placebo, Robbie Williams, Renato Zero ….. e 14 Donne del vino

Collisioni 2017 Donne del vino

Collisioni 2017 Donne del vino

Di Donatella Cinelli Colombini

Collisioni è ormai uno dei maggiori appuntamenti estivi con una sequenza di concerti che trasformano la capitale del Barolo in un palcoscenico musicale con decine di migliaia di spettatori. E poi ci sono gli incontri con il Premio Nobel per la letteratura Gao Xingjang, il giornalista Aldo Cazzullo, il divulgatore Alberto Angela, il Presidente del Senato Pietro Grasso, lo scrittore Roberto Saviano, lo storico d’arte Vittorio Sgarbi, il giornalista Marco Travaglio, Luciana Littizzetto, l’attore americano Matt Dillon e il duo comico Ale&Franz…..
Insomma una sequenza di celebrità infinita e di altissimo livello a cui si affiancano nomi

Collisioni Donne del Vino Giovanna Prandini

Collisioni Donne del Vino Giovanna Prandini

eccellenti della cucina e del vino. Fra gli chef c’erano Antonio Cannavacciuolo e Joe Bastianich, ma anche tanti produttori di tutta Italia e fra loro io e 13 altre Donne del Vino. Partecipiano al “Progetto vino” diretto da Ian D’Agata che prevede degustazioni di fronte a giornalisti, influencer e buyer internazionali. Ian D’Agata Senior editor di “Vinous”, è anche il direttore scientifico Vinitaly International Academy ed ha scritto “Native Wine Grapes of Italy”, unico libro firmato da un italiano ad avere vinto il premio Louis Roederer International Wine Awards Book of the Year.

Collisioni 2017 Donne del vino

Collisioni 2017 Donne del vino

Come sempre audaci, le cantine a direzione femminile, si sono presentate a Collisioni con i loro vini TOP e con le bottiglie prodotte con vitigni autoctoni, alcuni dei quali rari e persino rarissimi. <<C’è un grande interesse verso queste varietà quasi sconosciute soprattutto in Nord America e soprattutto da parte dei giovani consumatori più attenti>> hanno detto Michaela Morris e Michele Longo membri del Wine Educational Board di Collisioni, che hanno guidato le due degustazioni delle Donne del vino.

In effetti i 14 esperti stranieri presenti all’assaggio dei vini autoctoni erano interessantissimi e hanno fatto così tanti commenti e domande da allungare i tempi oltre i limiti spingendo i responsabili di Collisisoni a intervenire chiedendo di stringere i tempi. Insomma non smettevano più di chiedere su Uvalino, Turbiana, Olivella, Foglia tonda

Collisioni Donne del vino Elena Bonelli Germano

Collisioni Donne del vino Elena Bonelli Germano

…. La maggior parte dei wine expert ha ammesso di aver assaggiato per la prima volta 6 vitigni autoctoni scoprendo delle autentiche gemme enologiche.
Ora che australiani e statunitensi hanno iniziato a commercializzare Aglianico, Nero d’Avola, Vermentino, Fiano, Arneis e Teroldego … la nuova frontiera è, a mio avviso, quella degli autoctoni minori che raccontano il territorio ma non sono ancora stati “globalizzati”. Le Donne del vino anticipano dunque una tendenza che sta partendo forte ed ha due risvolti significativi: la salvaguardia del germoplasma italiano che è importante al pari del patrimonio archeologico o del paesaggio italiano. Dall’altro lato c’è un risvolto economico perché la rarità di queste varietà autoctone fa salire i prezzi delle bottiglie e accresce l’appeal delle cantine aperte al pubblico.

Collisioni, Barolo Wi-Mu

Collisioni, Barolo Wi-Mu

Vi presento ora le 13 Donne del Vino che hanno partecipato insieme a me al mio Brunello Prime Donne 2012 e al Cenerentola Doc Orcia 2015 ( a base di Foglia Tonda) a questo entusiasmante appuntamento di Collisioni 2017: Giulia Alleva della Tenuta Santa Caterina di Grazzano Badoglio (Asti), Elena Bonelli dell’azienda Ettore Germano di Serralunga D’Alba (CN), Mariuccia Borio di Cascina Castlet di Costiglione D’Asti (AT), Silvia Castagnero, dell’azienda omonima di Agliano Terme (AT), Cinzia Travaglini, dell’azienda Giancarlo Travaglini di Gattinara (VC),Giovanna Prandini, di Perla del Garda a Lonato del Garda (BS), Noemi Pizzighella de Le Guaite di Noemi di Mezzane di Sotto (VR), Annalisa Zorzettig, dell’azienda Zorzettig di Cividale del Friuli (UD), Silvia Mandini dell’azienda Mossi 1558 di Ziano Piacentino (PC), Antonella Manuli, dell’azienda La Maliosa di Manciano (GR), Angiolina Velenosi, dell’azienda Velenosi di Ascoli Piceno (AP), Marina Perinelli ddell’azienda Casale della Ioria di Acuto (FR), Lucia Ferrara, dell’azienda Sclavia di Liberi (CE)

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account