Vigne e vini

Brunello 2012 Prime Donne appagante e longevo

Il 2012 annata 5 stelle nel territorio di Montalcino è la prima grande vendemmia di Brunello Prime Donne nello stile del nuovo millennio 

Le alte temperature estive e la siccità durata quindici mesi, ci regalano vini mediterranei e appaganti. Brunello 2012 Prime Donne straordinario in gioventù e anche molto longevo.

Brunello-Prime-Donne-2012

Brunello-Prime-Donne-2012

Quell’anno l’inverno fu freddo e arido e anche le abbondantissime nevicate non idratarono il terreno. L’estate 2012 iniziò con alle spalle 12 mesi poco piovosi e fu arida e caldissima con temperature molto alte anche di notte. In quelle condizioni estreme le viti mostrarono una sorprendente adattabilità producendo pochi grappoli, di piccole dimensioni e soprattutto, durante l’invaiatura (quando l’uva cambia di colore), abbandonando una parte dei frutti che rimasero verdi e furono asportati dai vignaioli con il diradamento.
La natura ha suoi percorsi misteriosi che noi uomini dobbiamo guardare con rispetto, per questo riesce a dare frutti meravigliosi anche in condizioni difficili.
I vigneti del Casato Prime Donne, situati nella parte Nord di Montalcino, quella più fresca, nel 2012 hanno sopportato bene lo stress idrico anche grazie alla componente argillosa del suolo e alle continue zappature che hanno mantenuto soffice e umido il terreno. La vendemmia 2012 è stata dunque memorabile con tutti i grappoli sanissimi e perfettamente maturi.

Vendemmia-2012-Montalcino-Casato-Prime-Donne

Vendemmia-2012-Montalcino-Casato-Prime-Donne

Il Brunello 2012 Prime Donne è selezionato da un pannel di 4 assaggiatrici espertissime fra tutta la produzione della cantina di Donatella Cinelli Colombini. Poche bottiglie ogni anno che rispecchiano il “gusto femminile”. Generalmente si distingue all’interno dell’intera produzione di Brunello per la maggiore struttura e lo stile tradizionale. Le assaggiatrici si riuniscono una o due volte l’anno e sono Marina Marina Thompson, Astrid Schwarz, Daniela Scrobogna e Rosemary George MW. In alcune annate le assaggiatrici hanno deciso di non produrre il Brunello Prime Donne ma quando firmano un vino, come nel 2012, creano sempre piccoli capolavori che ottengono punteggi altissimi da parte della stampa internazionale più importante.TIPOLOGIA: rosso secco.
ZONA DI PRODUZIONE: Toscana, Montalcino, Casato Prime Donne, vigneto “Ardita”
CLIMA: Inverno freddo e arido, estate siccitosa e caldissima con scarsa escursione termica fra la notte e il giorno. Le piogge del mese di settembre hanno rallentato la maturazione consentendo agli zuccheri di accumularsi nell’uva di pari passo alla crescita dei polifenoli estraibili.

Brunello-di-Montalcino-2012-Prime-Donne

Brunello-di-Montalcino-2012-Prime-Donne

UVAGGIO: 100% Sangiovese
VENDEMMIA: Raccolta manuale con selezione dei grappoli in vigna e controllo degli acini sul tavoli di cernita. L’uva è arrivata nel tino di fermentazione in meno di mezz’ora dal momento della raccolta. Grazie alle notti fredde la temperatura dei grappoli era ottimale di 20-25°C

VINIFICAZIONE:. In tini tronco conici a cappello aperto muniti di termoregolazione e follatore. La vinificazione è stata regolarissima e le temperature si sono mantenute spontaneamente piuttosto basse.

MATURAZIONE IN LEGNO: tonneau da 5-7 ettolitri di rovere francese per il primo anno di maturazione in legno poi botti tradizionali da 15-40 hl di rovere di Slavonia. Prima dell’imbottigliamento il Brunello ha sostato in contenitori di cemento. Non è stato filtrato.
QUANTIA’ PRODOTTA: 6.000 bottiglie
COLORE: rosso rubino intenso e brillante. Il vino manifesta la sua ricchezza nella lentezza della sua rotazione nel bicchiere.
PROFUMO: Elegante, complesso, profondo. Richiama i piccoli frutti rossi e le spezie.
GUSTO: Armonico nel perfetto bilanciamento della struttura acida e tannica con il frutto ricco e appagante. Fine, ampio, intenso, lungo con una persistenza piacevolissima

ABBINAMENTO GASTRONMICO: piatti importanti di carne e formaggi stagionati.
SERVIZIO IN TAVOLA: Temperatura ambiente (18-20°C). Bicchieri a calice di cristallo bianco con coppa grande. E’ meglio stappare la bottiglia un’ora prima del servizio oppure decantarla avendo cura di favorire una intensa ossigenazione
CAPACITA’DI INVECCHIAMENTO: 25 anni e oltre. Tenere le bottiglie distese, al buio e al freddo. Provvedere alla sostituzione dei tappi nella cantina di Donatella Cinelli Colombini intorno all’anno 2035.

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account