Vigne e vini

Collisioni: il debutto rock della Doc Orcia

Le Langhe nella loro più abbagliante bellezza fanno da cornice a Collisioni: musica, vino, cultura in una girandola di incontri al top

Collisioni-Orcia-doc-DonatellaCinelliColombini-e-Violante

Collisioni-Orcia-doc-DonatellaCinelliColombini-e-Violante

di Donatella Cinelli Colombini, Fattoria del Colle

Concerti di Elton John, Mika, Modà, Marco Mengoni, Niccolò Fabi, Negramaro. Oltre centomila persone ogni sera per un’operazione culturale senza eguali in Italia che letteralmente rivoluziona la tranquilla vita di Barolo. Il centro storico chiuso al traffico e i parcheggi iniziano a molti chilometri di distanza e sono allestiti in campi illuminati da cellule fotoelettriche. Da li si arriva in paese con i bus. Anche l’antico borgo è trasformato con i palchi dei talk show nelle piazze e gli stand gastronomici nelle strade. Ma non pensate a uno stile “fiera paesana” qui tutto è al massimo e persino il ristorante sotto i gazebo è gestito dallo chef Massimo  con due stelle Michelin Massimo Camia.

Collissioni

Collissioni

Ma non solo musica! Ci sono poi incontri con personalità della cultura prima fra tutti il Premio Nobel Svetlana Aleksievic e poi una raffica di opportunità capaci di aprire il cuore e la mente. Sul palco Wine&Food arrivano le contaminazioni: gli scrittori Richard Ford e Michel Houllebecq, il regista Aton Egoyan, gli intellettuali Corrado Augias, Beppe Severgnini, i cantanti Francesco Guccini, Emma, Loredana Bertè, Ron, Alessandra Amoroso, Noemi, Francesco Renga, Nek, Ligabue, … e persino politici come il Ministro Maurizio Martina.

Collisioni-Elton-John-visto-da-Violante-Gardini

Collisioni-Elton-John-visto-da-Violante-Gardini

Il vino è protagonista dentro e fuori dal festival, con i vigneti di Nebbiolo, sulle colline intorno, curati come giardini. Assaggi ma anche seminari per imparare i segreti dei principali mercati esteri. Le degustazioni si susseguono nelle sale del Castello di Barolo con la regia di Ian D’Agata, il giornalista italo canadese che sta rivoluzionando la comunicazione del vino italiano. E’ stato appena promosso Senior Editor e capo dello sviluppo in Europa e in Asia da Antonio Galloni per il suo Vinous. E’ D’Agata a reclutare gli influencer internazionali che assistono alle degustazioni: sommelier, giornalisti, wine educators che arrivano da

Collisioni-2016-Orcia-Sassodisole

Collisioni-2016-Orcia-Sassodisole

Cina, Belgio, Stati Uniti, Spagna …. Personaggi autorevoli e capaci di aprire le porte di interi mercati. Colpisce il loro approccio molto aperto: ovviamente ammirano i grandi vini italiani Barolo, Brunello, Amarone e Bolgheri ma il loro interesse va verso le denominazioni nuove come la Doc Orcia e il vitigno Foglia Tonda che trova l’approvazione generale. E’ proprio l’opportunità di scoprire qualcosa prima di altri, che li attrae. Alla fine il sommelier di un

Collisioni-Anna-Abboona-Donatella-Cinelli-Colombini

Collisioni-Anna-Abboona-Donatella-Cinelli-Colombini

importante ristorante newyorkese ci dice <<vendo già i vostri Brunello e ho già scritto al vostro importatore per avere anche Cenerentola Doc Orcia>>.
Per la giovane denominazione Orcia, nata nel 2000 fra i territori del Brunello e del Vino Nobile, Collisioni è il debutto negli eventi importanti, un debutto in rock.

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account