Vigne e vini

La stella del rock Sting e le 4 stelle del Brunello 2017

A message in the bottle di Sting apre la stagione delle anteprime di Toscana a Firenze e la conclude a Montalcino davanti al popolo del Brunello entusiasta

Sting-Benvenuto-Brunello-2018

Sting-Benvenuto-Brunello-2018

Di Donatella Cinelli Colombini

<<Al Festival di Sanremo ho chiesto un bicchiere di vino ma non me l’hanno dato>> ha esordito Sting prima di cantare “A message in the bottle”. La sua performance che inaugura le Anteprime di Toscana e lascia tutti di stucco per la forza espressiva della sua voce e quando inaspettatamente Shaggy gli si avvicina e inizia un duetto il risultato è da brivido.
A Firenze l’ex leader dei Police insieme alla moglie Trudie Styler fanno il giro dei banchi d’assaggio dei consorzi dei vini toscani e poi vengono letteralmente sequestrati da Mediaset. Meno male perché mia figlia Violante che girava da oltre un’ora con una grande macchina fotografica e il cavalletto si era appena accorta di aver lasciato la pila a casa. In questi casi meglio non avere rimpianti! Lasciamo la rock star produttore di

Casato-Prime-Donne-Benvenuto-Brunello-2018

Casato-Prime-Donne-Benvenuto-Brunello-2018

vino a Figline Valdarno e torniamo alle Anteprime di Toscana. L’Assessore Marco Remaschi ci comunica le misure per impedire lo “scippo” di vigneti che pare stia avvenendo, soprattutto in Sicilia, a opera delle cantine venete. Chi affitta un vigneto in Toscana con l’intento di portare i diritti di impianto fuori regione dovrà aspettare sette anni prima di avere l’autorizzazione. Bravo assessore!

Casato-Prime-Donne-Benvenuto-Brunello-2018

Brunello-Casato-Prime-Donne-Benvenuto-Brunello-2018

Le anteprime si mescolano con Buy-Wine organizzato dalla Regione Toscana attraverso PromoFirenze con incontri B2B e poi visita nei territori del vino. Nell’Orcia arrivano 20 buyer provenienti da dieci diversi Paesi. Lo splendido palazzo Chigi di San Quirico, con i suoi saloni affrescati lascia gli ospiti sbalorditi. Dopo il seminario guidato da Suzanne Branciforte e la degustazione dei vini delle 9 cantine partecipanti, i buyer vanno nelle aziende. Da noi alla Fattoria del Colle arrivano  importatori da Azerbaijan, Olanda, Messico, Brasile e Taiwan.

Donatella-CinelliColombini-con-i-sommelier-AIS-Martini-Maiella-Galanti

Donatella-CinelliColombini-con-i-sommelier-AIS-Martini-Maiella-Galanti

Piccola sosta e poi inizia Benvenuto Brunello dove ritroviamo Sting autore della piastrella celebrativa della vendemmia 2017 con  la chitarra della sua musica rock e le 4 stelle del Brunello. Modesto e ironico Sting, la guarda e commenta <<potevo farla meglio!>> ma tutti lo applaudono entusiasti. A Montalcino si era diffusa la voce che dopo la cerimonia Sing sarebbe venuto al Casato Prime Donne, la stampa locale mi ha dato la caccia per giorni ma purtroppo era una bufala. Dopo la presentazione Sting, con pochi eletti, pranzano nelle sale interne della fortezza di Montalcino.
Benvenuto Brunello è stata la prima anteprima enologica italiana venticinque anni fa ed è tutt’ora la più prestigiosa con giornalisti di tutto il mondo, quasi un assalto di appassionati e compratori che ha costretto il consorzio a mettere un limite agli accessi. Quest’anno, per la prima volta oltre agli assaggi al banco dei produttori, vengono proposte delle degustazioni guidate a tema. Il nostro Brunello è nella masterclass del sommelier campione del mondo Luca Martini.

Benvenuto-Brunello-2018-cena-di-gala

Benvenuto-Brunello-2018-cena-di-gala

Piccolo siparietto al Casato Prime Donne con 14 wine critics venuti ad assaggiare il 9 Brunello e le ultime sperimentazioni -lieviti indigeni e tini in cemento nudo- che cercano di preservare la personalità di ogni vendemmia e di ogni vigneto. Insieme serviamo il pecorino campione del mondo selezionato da Dè Magi (il mitico Andrea selezionatore e raffinato assaggiatore ONAF). Anche in questo caso c’è un intoppo: io rimango bloccata (e la parola non è un eufemismo) dentro il caveau della Banca d’Italia

Benvenuto-Brunello-2018

Benvenuto-Brunello-2018-Sommelier-AIS

a Firenze per l’intero pomeriggio e arrivo a Montalcino quando gli ospiti sono già andati via. Una situazione imbarazzante che mi ha talmente innervosito da desiderare di prendere a calci il prezioso contenuto del luogo in cui mi trovavo.
Per me le Anteprime e soprattutto Benvenuto Brunello sono un’autentica rimpatriata in cui ho l’opportunità di riabbracciare tanti amici produttori e giornalisti. Quest’anno, complice il felice andamento commerciale (la nostra cantina ha venduto oltre ogni più rosea previsione e non solo il Brunello ma anche Orcia e Super Tuscan) il clima è particolarmente festoso e fa da cornice al vignaiolo Sting venuto a visitare il vino che lo convertì a lasciare il boccale di birra per il calice rosso. Montalcino, sei tu la star e non solo il vino

 

  •   
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su : f t g p fl is l y tripadvisor icon

Log In

Create an account