Ultime Edizioni del Premio

Premio Casato Prime Donne 2010

Un'astronauta vince il premio "Casato Prime Donne" 2010

La patria del Brunello ha dunque scelto, come personaggio femminile più emblematico, Samantha Cristoforetti, uno dei primi piloti donna dell’aeronautica militare e la sola astronauta donna europea scelta fra 8.500 candidati dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Insieme a lei, il 18 settembre a Montalcino (Siena) sono stati premiati, per lo studio e la divulgazione del territorio montalcinese, Mara Amorevoli, Rossana Vesnaver, Francesco Alberti, Denis Pantini e Paolo Bono.

Dalla patria del Brunello di Montalcino arriva dunque, la proposta di un profilo femminile con poca apparenza e molta sostanza: SAMANTHA CRISTOFORETTI, 33 anni una laurea in ingegneria aerospaziale conseguita a Monaco di Baviera e l’altra in scienze aeronautiche ottenuta, dopo essersi dimostrata la prima del corso, all’Accademia di Pozzuoli.

Scegliendola la giuria composta da Francesca Colombini Cinelli, Rosy Bindi, Anselma Dell’Olio, Anna Pesenti, Stefania Rossini, Anna Scafuri e Daniela Viglione ha voluto ribadire i valori che stanno alla base della cantina che promuove il premio, il Casato Prime Donne di Montalcino, prima in Italia con un organico di sole donne, enologo compreso.

E’ nei suoi vigneti, su un blocco di travertino, che si può leggere la dedica di Samantha Cristoforetti a Montalcino <L’autenticità del sudore, la composta dignità nella fatica, la forza della dedizione, la grandezza della quotidianità, il mistero del silenzio. Sono terreno solido e fertile su cui abitare con coraggio la propria libertà: onorare la propria unicità, accettare il rischio, osare lo sbaglio. Cadere e farsi male, poi rialzarsi con un sorriso vero>. Si trova lungo un percorso meditativo che traversa la campagna iscritta nel patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Accanto alla dedica del tenete Cristoforetti una statua rappresenta l’altra faccia dell’universo femminile contemporaneo, quella tradizionalista: si tratta dell’antica “Vignaiola” scolpita da Michael Austin Latka.

Nella stessa cerimonia sono stati premiati da Anna Maria Betti, Assessore all’Agricoltura della Provincia di Siena, DENIS PANTINI e PAOLO BONO di Nomisma per il libro Wine marketing.

Il Presidente della Camera di Commercio di Siena Massimo Guasconi ha premiato DUCCIO NACCI autore della miglior fotografia sul tema “Genti e terre dei vini Brunello e Orcia” scelto fra 5 finalisti da una giuria popolare di 50 membri.

Il Premio Comune di Montalcino sul tema “Io e Montalcino” è stato consegnato dal Sindaco Maurizio Buffi a FRANCESCO ALBERTI per l’articolo intitolato Coppi-Bartali il duello dei figli pubblicato nel “Corriere della Sera”.

Ezio Rivella, Presidente del Consorzio Brunello di Montalcino ha premiato ROSSANA VESNAVER per il servizio televisivo di “TG2 Costume e società”. Il premio per opere a firma femminile è stato assegnato a MARA AMOREVOLI per i suoi articoli pubblicati nel quotidiano “La Repubblica” del 7 agosto e del 15 dicembre 2009.