Marco-Felluga

ADDIO MARCO FELLUGA

Marco-Felluga

Ancora un addio a un grande del vino italiano Marco Felluga

Marco-Felluga

Marco-Felluga

Con il fratello Livio fu tra i primi a intuire il grande potenziale del vino friulano. Prima insieme e, dal 1956 separatamente, Livio nei Colli Orientali del Friuli, e Marco nel Collio.

A fianco della cantina che porta il suo nome, nel 1967, Marco Felluga acquisisce Russiz Superiore, antica proprietà sulle colline di Capriva del Friuli.  Instancabile e estroverso è il primo a credere davvero nel marketing e, quando diventa presidente del Consorzio Collio, per due mandati, dal 1999 al 2005, convince Oliviero Toscani, più conosciuto fotografo e comunicatore italiano, a creare una campagna pubblicitaria che rimane nella storia della comunicazione per la sua forza trasgressiva. Un episodio che la dice lunga sulla personalità innovativa e intraprendente di Marco Felluga.

Io l’ho conosciuto all’interno della VIDE Vitivinicoltori italiani d’Eccellenza di cui sia lui che mia madre facevano parte. Grazie a quel rapporto instaurai una forte amicizia con sua figlia Patrizia che fu al mio fianco nei primi anni eroici del turismo del vino quando pochissimi credevano nel potenziale delle cantine come destinazioni turistiche.

Ricordo Marco come un uomo di enorme personalità e coraggio ma soprattutto con una visione nuova della comunicazione del vino. Per questo tutti noi produttori gli dobbiamo molto e terremo il suo ricordo a lungo nei nostri cuori.

Donatella Cinelli Colombini