Mario-Bindi-e-Carlo-Petrini

Un saluto pieno di gratitudine a Mario Bindi

Mario-Bindi-e-Carlo-Petrini

Mario Bindi è stato un grande sindaco di Montalcino dal 1980 al 1990. E’ l’uomo del centenario del Brunello e delle grandi speranze

Mario-Bindi-e-Carlo-Petrini

Mario-Bindi-e-Carlo-Petrini

di Donatella Cinelli Colombini

Uomo concreto, di poche parole e molti fatti. Uomo deciso e capace di guardare lontano. Uomo generoso, coerente e corretto. Un grande montalcinese che ha aperto una nuova stagione nella città del Brunello spingendo tutta la popolazione a credere in un futuro di crescita e di successo.
Lo ricordo nelle dispute semiserie con Carlin Petrini a tavola tenendo quasi a battesimo lo SlowFood.
Lo ricordo alla prima grande festa del Brunello in occasione del centenario della bottiglia più vecchia. Far superare le rivalità fra i produttori in nome del bene comune richiese diplomazia e determinazione, ma Bindi ci riuscì.
Lo ricordo ad aprire i cantieri di opere pubbliche e spingere tutti gli abitanti a restaurare le proprie case affinché Montalcino avesse quell’aspetto, curato e rispettoso del passato, che oggi tutti ammirano.
Montalcino deve tanto a Mario Bindi e spero che sappia celebrarne la memoria intitolandogli una sala o una strada perché rimanga per sempre nella memoria degli abitanti.
Grazie Sindaco Bindi