NOTIZIE ED EVENTI

Blog

Antonello Cococcia

Il Brunello “Camiciarossa” in prima fila e Donatella premiata.

Il Brunello “Camiciarossa” è adesso il nostro vino più prestigioso; un simbolo di grande enologia ma anche di storia italiana. Donatella Cinelli Colombini riceve il premio della Fisar "Primavera in Valdichiana" Il Brunello “Camiciarossa” è adesso il nostro vino più prestigioso; un simbolo di grande enologia ma anche di storia italiana. Donatella Cinelli Colombini riceve il premio della Fisar "Primavera in Valdichiana" Il Brunello "Camiciarossa" è adesso il nostro vino più prestigioso; un simbolo di grande enologia ma anche di storia italiana. Donatella Cinelli Colombini riceve il premio dei Sommelier Fisar "Primavera in Valdichiana" ...

Vinitaly 2011. Assaggio del Brunello Donatella Cinelli Colombini

Vinitaly 2011. Virgolette di Donatella

Le note di Donatella Cinelli Colombini al Vinitaly 2011.   [caption id="attachment_927" align="alignleft" width="300" caption="Vinitaly 2011. Assaggio del Brunello Donatella Cinelli Colombini"][/caption] Molti affari con l'estero, un Vinitaly all'insegna del mercato europeo in netta ripresa. L'interesse è concentrato sui vini di eccellenza e su quelli primo prezzo. I vini di media fascia soffrono in coincidenza con la fase economica internazionale che ha penalizzato soprattutto il ceto medio. Torna l'interesse per il Brunello, ricercati soprattutto le selezioni, le piccole produzioni di eccellenza e le piccole  cantine guidate da grandi appassionati. info@cinellicolombini.it...

Wine wedding, Casato Prime Donne, Montalcino

Matrimonio in Toscana: oggi si fa tra i vigneti di Brunello

La nuova moda dei matrimoni in cantina ha spinto Donatella Cinelli Colombini a trasformarsi in “Wedding planner” per creare due proposte su misura per coppie di appassionati di grandi vini e per amanti della campagna ...

Cotolette di baccalà

In occasione della festa per i 150 anni dall’Unità d’Italia lo chef dell’Osteria di Donatella – Antonio Corsano - ha cucinato 5 pietanze del ricettario di Pellegrino Artusi eseguendo i piatti esattamente come sono descritti nel testo. I commensali hanno così gustato gli stessi sapori della metà dell’Ottocento, gli stessi assaggiati dai loro progenitori. Artusi nacque nel 1820 e morì nel 1911 era un critico letterario e un fine gastronomo, a lui dobbiamo il più famoso ricettario italiano La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene ...

Enoteca Bruno Dalmazio Montalcino

Il Brunello “Camiciarossa” in vetrina

[caption id="attachment_762" align="alignleft" width="150" caption="Enoteca Bruno Dalmazio Montalcino"][/caption] Enoteca La Fortezza Montalcino Enoteca Fedolfi Montalcino Enoteca Pierangioli Montalcino             A Montalcino le enoteche hanno celebrato i 150 anni dall’unità d’Italia allestendo le vetrine con il Tricolore e le nostre bottiglie di Brunello. Il 17 marzo, la ricorrenza dell’ Unità d’Italia è stata festeggiata a Montalcino insieme al compleanno del Brunello che nacque più o meno negli stessi anni in cui il suolo italico diventava una sola nazione. Il vino prende il nome da una vite tradizionalmente coltivata a Montalcino, che alla metà dell’ Ottocento, fu identificata come una varietà del Sangiovese. Tra  il 1865 e il 1869, avvennero numerosi tentativi di vinificare l’uva di Brunello in purezza, risultò subito evidente che il vino maturava magnificamente per molti...

L'UOMO CHE SUSSURA ALLE VIGNE - Carlo Cignozzi

Donatella Cinelli Colombini vi consiglia la lettura di L’uomo che sussurra alle vigne, di Carlo Cignozzi

La storia di un avvocato milanese che diventa vignaiolo a Montalcino e mette la musica di Mozart nei suoi vigneti di Brunello. [caption id="attachment_710" align="alignleft" width="150" caption="L'UOMO CHE SUSSURA ALLE VIGNE - Carlo Cignozzi"][/caption] E’ una storia bellissima, talmente bella che pare inventata, invece è vera (160 pagine Rizzoli 2010, 16€).  E’ vera la figura del produttore di vino, che io conosco benissimo, è vera la sua commedia sul vino e soprattutto sono vere le viti che ascoltano Mozart e sono più vigorose e sane di tutte le altre. Spesso noi “contadini” ci chiediamo cosa spinge notai, ambasciatori e attori a comprarsi una fattoria in Toscana. Alcuni lo fanno per esibire il loro successo così come comprano una barca senza amare il mare e quadri d’autore senza capire la pittura. Questi personaggi si incontrano anche nelle pagine del libro. Ma per altri l’acquisto...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi