TNCoopers- cane-anti-puzza-di-tappo

Cani contro la puzza di tappo

TNCoopers- cane-anti-puzza-di-tappo

L’idea è semplice ma funziona: se i cani trovano tartufi e droga, allora possono individuare anche il sughero contaminato da TCA -e i cileni li addestrano-

TNCoopers- cane-anti-puzza-di-tappo

TNCoopers- cane-anti-puzza-di-tappo

Di Donatella Cinelli Colombini

La cooperativa cilena TN Coopeer della città di Chilen a Curacaví ha addestrato cinque cuccioli – Ambrosia, Odysé, Moro, Mamba e Zamba – per trovare TCA, TBA e altri composti che inquinano il sughero e se presenti nei tappi, danno al vino un orrendo sentore di segatura. Si tratta di molecole che in realtà non hanno odore, ma viceversa inibiscono l’olfatto cioè bloccano le parti del sistema nervoso che  consentono di percepire le sensazioni piacevoli. Di fatto rendono imbevibile il vino delle bottiglie tappate con un sughero contaminato.

CAUSE E RIMEDI CONTRO LA PUZZA DI TAPPO

In tempi recenti sono stati fatti enormi investimenti per sconfiggere il terribile “odore di

Cane-addestrato-dalla-polizia

Cane-addestrato-dalla-polizia

tappo”. L’origine del problema pare sia l’erbicida (Glifosato) usato nel terreno in prossimità delle querce da sughero da cui sono estratte le cortecce che servono per produrre i tappi. Per questo le fabbriche che lavorano il sughero destinano la parte inferiore delle plance per scopi diversi dai tappi da vino. Aziende come Amonim hanno un naso elettronico  NDtech®, costituito da un gascromatografo che analizza velocissimamente i tappi senza rallentare il processo produttivo.  Purtroppo il prezzo dei tappi certificati è altissimo e può essere sostenuto solo nei vini molto cari.

Un investimento di 10 milioni di Euro da parte di Amorim e dall’altro lato i cinque cuccioli cileni.

La notizia diffusa da Wine Spectator e poi da The Drinks Business ha fatto il giro del mondo creando un grande entusiasmo, infatti offre una soluzione a buon mercato in grado abbattere il costo dei tappi sicuramente senza difetti.

NATINGA CANI ANTI PUZZA DI TAPPO

Il progetto dei cani anti puzza di tappo è stato battezzato “Natinga” che in Zulu significa “cerca l’origine” e si ispira ai cani degli aeroporti che cercano droga ed esplosivi sui passeggeri. <<I cani hanno una soglia olfattiva molto più alta rispetto all’uomo e quindi possono rilevare concentrazioni molto piccole di composti specifici attraverso il loro naso>> ha detto a Wine Spectator Guillermo Calderón, marketing manager di TN Coopers. In effetti i cani ben addestrati sbagliano raramente e possono essere impiegati anche in altri ambienti, come ad esempio le cantine dove rilevano eventuali agenti inquinanti. Per esempio, uno dei cani ha individuato un anello di gomma attaccato ad un vecchio tubo che contaminava il vino di un’intera cantina.

Forte dei feedback che gli arrivano anche dalla California, la TN Coopers sta mettendo in piedi una specie di canile.  << Stiamo addestrando una nuova generazione di cuccioli che sarà in grado di portare avanti questa iniziativa per molti anni a venire>>, ha detto Calderon alla WS.

 

                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi