Eventi in cantina per enoturisti Cantine aperte 2015 Montalcino Casato Prime Donne

GLI EVENTI DELLA CANTINA PER I SUOI TURISTI

Eventi in cantina per enoturisti Cantine aperte 2015 Montalcino Casato Prime Donne

Il turismo è sempre più attratto da esperienze da vivere, momenti unici, che arricchiscono di conoscenze e di amicizie. Le cantine devono offrirli ai loro clienti

evento-in-cantina-per-gli-enoturisti-Gianluca-Morino e Donatella-Cinelli Colombini

evento-in-cantina-per-gli-enoturisti-Gianluca-Morino e Donatella-Cinelli Colombini

Di Donatella Cinelli Colombini

Per questo l’offerta enoturistica si sta punteggiando di soggiorni a tema e piccoli eventi destinati ai wine lovers. Si tratta, per lo più di degustazioni a pagamento. Sono di questo tipo le verticali di annate antiquarie guidate da un enologo celebre, le degustazioni comparative che coinvolgono cantine di altre zone d’Italia o del mondo, i pranzi cucinati da chef famosi abbinati ai propri vini, oppure le “comparsate” di personaggi televisivi. Si tratta di piccoli eventi che vengono proposti ai clienti più affezionati oppure ai membri del club aziendale (Amici della cantina ….) che si sentono privilegiati partecipanti di qualcosa di esclusivo che accresce le loro conoscenze e il grado di affezione nei confronti della cantina.

EVENTI NELLE CANTINE PER GLI ENOTURISTI:  SINGOLI O A RETE

Gli eventi in cantina destinati ai wine lover possono essere anche all’interno di network più grandi come avviene per “Cantine aperte

Eventi in cantina per enoturisti Cantine aperte 2015 Montalcino Casato Prime Donne

Eventi in cantina per enoturisti Cantine aperte 2015 Montalcino Casato Prime Donne

oppure “Calici di Stelle”, quest’ultimo in partnership con le Città del vino.
In questi due eventi la comunicazione è sviluppata dalle associazioni nazionale e regionale del Movimento Turismo del Vino. L’afflusso dei visitatori è consistente anche se concentrato sui territori e i brand più noti e presenta un target molto vario che raramente coincide con quello delle singole aziende . In particolare Cantine Aperte, che io ho ideato nel 1993 per promuovere l’enoturismo in Italia, mostra segni di stanchezza e andrebbe focalizzata sulle nuove offerte di ogni destination favorendo una diversificazione di proposte e spingendo ogni cantina a azioni di comunicazione e marketing a tutto vantaggio dei flussi permanenti diretti
verso di essa.

DALL’EVENTO REALE ALL’EVENTO VIRTUALE

Qualunque sia la struttura dell’evento -individuale oppure a rete- la creazione di una community fra i partecipanti è determinante sia durante che dopo l’evento. Serve per trasformare ogni wine lover in “evangelista”, accresce il suo attaccamento all’azienda e lo spinge a coinvolgere una rete di amici più vasta. Per questo i canali social della cantina devono contenere traccia dell’evento e dei suoi partecipanti facendoli entrare nella propria storia.

 

wine-tv-saint-emilion

Cinéréa wine-tv-saint-emilion

EVENTI IN CANTINA DAL “FAI DA TE” AI PROFESSIONISTI

Oltre gli eventi organizzati direttamente dall’azienda esistono quelli delle società specializzate. I primi sono più arrangiati ma anche più veri e più esclusivi, i secondi sono impeccabilmente allestiti ma sono prodotti
di serie.
Le società che organizzano appuntamenti in cantina commercializzano le cose più varie. La più conosciuta è Cinemadivino che propone film d’autore, con degustazione e visita fra le botti. C’è chi proietta su grandi superfici colori e immagini con la digital art wall e accompagna la performance con suoni e musiche. Ci sono una miriade di agenzie che propongono concerti, mostre d’arte, pieces teatrali, cene con delitto,

Cinéréa casinò organiser-soiree-thematique-autour-vin

Cinéréa organiser-soiree-thematique-autour-vin

persino presentazione di auto come nelle cantine Cecchi …. La cantina può essere il committente di questi eventi costruendoci una proposta per la sua clientela, oppure può essere il contenitore per inviti fatti da banche, grandi industrie che sfruttano il momento favorevole vissuto dalle cantine, per offrire qualcosa di esclusivo ai propri clienti.
Vino e cucina contengono quel mix di natura, tradizione e raffinatezza che piace sempre di più. Sono anche adatte ai team building sul lavoro di gruppo e la leadership. La società francese Cinéréa (9 uffici in Europa e 2 in America) propone <<animation oenologiques>> dal casinò alla gara di assaggio, dalla creazione di un vino, alla cocktail academy, che servono per la formazione e l’intrattenimento e sono stati sperimentati dai manager di Air France, IBM, Bayer, Porsche, Sony …
Chi vuole trarre spunto della loro proposta per organizzare qualcosa di simile non si faccia illusioni, creare un team di professionisti composto da light designer, Dj, sommelier animatori e poi tavoli sedie, materiali e attrezzature … è tutt’altro che facile.

                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi