vendite-in-cantina-media-nazionale-7%-del-fatturato-totale

I NUMERI DELLA RIPRESA TURISTICA 2022

vendite-in-cantina-media-nazionale-7%-del-fatturato-totale

Tornano i turisti stranieri. Le esperienze enogastronomiche prima motivazione di viaggio verso l’Italia, portano il 58% dei viaggiatori nei luoghi di produzione

 

di Donatella Cinelli Colombini

 

vendite-in-cantina-media-nazionale-7%-del-fatturato-totale

vendite-in-cantina-media-nazionale-7%-del-fatturato-totale

Nell’estate 2022, i 24.000 agriturismi italiani hanno superato le presenze pre-covid (dati Agriturist di Confagricoltura).

Fipe/Confcommercio conferma la tendenza positiva e indica una crescita del 9,8% sul 2019 nel secondo trimestre di quest’anno.

 

ESPERIENZE ENOGASTRONOMICHE IMPORTANTI PER IL 56% DEI TURISTI STRANIERI

Il motivo di questo successo e del ritorno dei turisti stranieri, dipende in modo rilevante dalle esperienze enogastronomiche (17% secondo Coldiretti/Ixè) che appaiono come il primo fattore di scelta sulla destinazione turistica. Sono molto importanti per il 56% dei viaggiatori e il 58% dei vacanzieri visita frantoi, malghe, cantine, aziende o mercati degli agricoltori.

 

27% DEL BUSINESS DELLE AZIENDE DEL VINO DIPENDE DAL TURISMO: VENDITE, PERNOTTAMENTI E PASTI

L’Italia è in cima alle destinazioni enogastronomiche e nel Forum Mondiale dell’Enoturismo UNWTO ad Alba sono stati presentati anche i numeri di questo primato: il turismo del vino in Italia vale 2,5 miliardi i Euro, e incide mediamente il 27% del fatturato delle cantine visto che 9 su 10 offrono anche ricettività o ristorazione. Roberta Garibaldi, a capo dell’Osservatorio sul turismo gastronomico italiano e AD di Enit – Agenzia Nazionale del Turismo ha indicato le tendenze: la voglia di “spazi aperti” per pasti e sport, il “nature bathing”, le “nuove connessioni tra urbano e rurale”, l’“ospitalità innovativa”, i “new wine travelers” cioè donne, giovani ed appassionati di cultura e natura.
Su tutto domina il desiderio di esperienze unite a un maggior uso della tecnologia.