Pouring champagne at party

IL VINO BUONO RENDE FELICI

bere vini buoni rende più felici

CONFERMA DELLA MUSICA E DELLE BELLE LOCATION COME AMPLIFICATORI DEL PIACERE DEL VINO. CONFERMATO ANCHE IL RUOLO DELLE ASPETTATIVE SULLA VALUTAZIONE DELLE BOTTIGLIE

bere vini buoni rende più felici

bere vini buoni rende più felici

Di Donatella Cinelli Colombini #winedestination

Il CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche, ha pubblicato sul prestigiosissimo “Journal of the Science of Food and Agriculture” gli esiti di uno studio che in sintesi dice “bere vino di alta qualità rende più felici”. Immagino le facce dei miei amici produttori che potrebbero commentare << è la scoperta dell’acqua calda! >> sarebbe una notizia bomba la cosa opposta cioè se fosse il vino cattivo a rendere felici. Infatti, come dice il proverbio “il buon vino fa buon sangue”.

La sperimentazione è stata condotta durante l’internet Festival di Pisa 2022 su 50 consumatori che hanno indossato sensori capaci di fornire l’elettrocardiogramma (ECG) e misurare le emozioni suscitate da diversi tipi di vino e di location. Sono stati assaggiati cinque vini, due dei quali “difettosi” e tre di alta qualità. La componente emozionale era suscitata da musica jazz dal vivo.
I ricercatori CNR L. Billeci, C Sanmartin, A Tonacci hanno notato che tutti i vini producono reazioni emotive in chi li beve ma ci sono elementi che differenziano gli effetti emozionali del vino in base alla sua qualità.

IL VINO DI ALTA QUALITA’ CREA UNO STATO D’ANIMO POSITIVO

Anche i consumatori meno esperti hanno le stesse reazioni e <<i vini di alta qualità sono in grado di indurre uno spettro di emozioni positive, come osservato dall’analisi dei segnali ECG, soprattutto quando sono abbinati a musica di sottofondo>>. In tutti quelli che bevono, anche negli esordienti senza cultura enologica, è possibile notare un << “effetto di trascinamento” verso uno stato d’animo positivo, generato dalle condizioni circostanti, ovvero dalla buona musica in un luogo bellissimo>>.
Ecco spiegato un paradosso che sembra contraddire le posizioni proibizioniste delle autorità sanitarie: dove avviene un consumo moderato del vino, le così dette Zone BLU, questo predispone a una vita più felice e più lunga.