trescone-Fattoria-del-Colle-Buffet-contadino-nuovo-lusso-come-esperienza

Qual è il nuovo lusso?

trescone-Fattoria-del-Colle-Buffet-contadino-nuovo-lusso-come-esperienza

Le cose sempre più rare, costose e esclusive oppure quelle più autentiche non “fatte per i turisti” da sperimentare in solitudine?

Fattoria-del-Colle-Buffet-contadino-nuovo-lusso-come-esperienza

Fattoria-del-Colle-Buffet-contadino-nuovo-lusso-come-esperienza

Di Donatella Cinelli Colombini

Meglio il confort del 7 stelle o il luogo autentico che ti fa battere il cuore? Qual è il nuovo lusso? Quello degli alberghi o dei ristoranti con la stessa jacuzzi e gli stessi piatti di alta cucina che trovi a Beijing come a Rio de Janeiro e a Londra…. Oppure vuoi qualcosa di più vicino alla civiltà del posto che visiti?

OFFERTE DI TURISMO ESPERIENZIALE E IL LUSSO DIVENTA EMOZIONE

Airbnb, gli home restaurant, fenomeni con Woofing dove si paga il soggiorno lavorando in fattorie biologiche … persino l’afflusso sul cammino di Santiago di Compostella o la

trescone-Fattoria-del-Colle-Buffet-contadino-nuovo-lusso-come-esperienza

trescone-Fattoria-del-Colle-Buffet-contadino-nuovo-lusso-come-esperienza

partecipazione all’Eroica corsa in bicicletta su strade bianche, dimostrano che i nuovi viaggiatori hanno nuovi bisogni.
Esisterà sempre la corsa al lusso, all’ascensore esclusivo per i milionari del ristorante Hide di Londra oppure il locale stile Billionaire dove fare la doccia di Dom Perignon. I ricchi o aspiranti tali, che vogliono sfoggiano i propri soldi, ci sono e ci saranno anche in futuro per cui esiste un segmento di offerta dedicato a loro che cresce con l’aumento dei milionari russi, cinesi, indiani …. Ma qualcosa sta cambiando come avvenne trenta anni fa con le pellicce che prima erano un must per ogni donna elegante e in pochi anni diventarono un simbolo di insensibilità verso gli animali per cui indossarle significava essere guardati con disprezzo e in certi casi ricevere anche insulti.

AMBIENTE, ETICA, AUTENICITA’, BENESSERE DEI VISITATORI E DELLE POPOLAZIONI VISITATE

Ora lo sfarzo ha bisogno di fare i conti con la compatibilità ambientale, sociale, etica. Cose che la bio edilizia e gli investimenti in tecnologia possono rimediare ma fino a un certo punto perché tutto ciò che è “fatto per i turisti” ha il limite di essere artificiale, staccato dalla civiltà del luogo, incapace di trasmettere valori.
Per questo le imitazioni diventano sempre più sofisticate al punto da sembrare più vere del vero mentre le esperienze scelta dai turisti sono sempre più estreme. Ricordo un tour organizzato dalla mia amica Gioia Milani per un gruppo di “mogli di supervip” dove la cosa più apprezzata fu la cena con la squadra dei cinghialai in una capanna senza pavimento dove si trovarono a dividere il cinghiale sporcandosi di sangue le mani inbrillantate.

LE CESARINE E L’OFFERTA DI PASTI ALTERNATIVI AI TURISTI

Una tendenza, quella del bisogno di esperienze vere e non “fatte per i turisti” che potrebbe spiegare l’impressionante successo delle Cesarine. Questa associazione di appassionate di cucina tradizionale disposte a offrire le loro creazioni culinarie ai turisti, hanno un Osservatorio di Home Food Le Cesarine ed hanno scoperto che dei 12 miliardi di Euro che i visitatori stranieri in Italia spendono per l’enogastronomia 3 sono stati spesi in “occasioni di consumo di cibo al di là della ristorazione tradizionale” cioè lezioni di cucina, social eating e home dining ….. Quello che attrae un crescente numero di clienti è la prospettiva di conoscere la cucina tradizionale e l’autentica ospitalità italiana preservando e continuando la tradizione regionale. I clienti di questo genere di offerta sono soprattutto stranieri – in larga parte statunitensi, seguiti da tedeschi, svizzeri e francesi – negli ultimi 18 mesi le più richieste sono state Le Cesarine delle grandi città d’arte come Roma, Firenze Venezia, Napoli, Bologna e Milano cui si sono aggiunte, nell’estate, quelle delle destinazioni di villeggiatura, con Sorrento, Como e Siena in prima fila. I turisti alla ricerca di food experience autentiche sono soprattutto donne (60%) hanno un’età media di 57 anni, spesso sono professionisti (alcuni dei quali in pensione) con un buon livello di istruzione, ottimo reddito e una famiglia. In maggioranza sono stranieri, provenienti per lo più da grandi città statunitensi, New York in testa, seguita da Houston, mentre dal vecchio continente, Monaco di Baviera, Parigi, Zurigo e Londra.

L’OFFERTA DI ESPERIENZE ALTERNATIVE NEI RISTORANTI

Un quarto della spesa dei visitatori esteri in vacanza in Italia, è destinata a pagare i pasti per un totale di 9,23 miliardi di Euro nel 2018 (+ 7% sull’anno precedente) in base ai dati Coldiretti. Una somma enorme che, per la maggior parte riguarda ristoranti, osterie, pizzerie e simili. Se vuole tenersi questa fettona del business questi esercizi devono diventare dei luoghi meno omologati e più esperienziali. Quindi bisogna diffidare degli arredi che esprimono solo la personalità dell’interior designer, recuperare il local – tipo Su gologone – e spingere gli chef a studiare la cucina  storica per proporla come scoperta culturale. Lo chef della Fattoria del Colle, Giovanni Rallo è partito da uno dei dolci più poveri della campagna senese: la mantovana per mandare in tavola una fetta della torta tradizionale accanto a un semifreddo creato da lui e contenente gli stessi ingredienti. Insieme alla storia del dessert il maitre Nicola Minunno spiega che le pinete italiane si stanno seccando a causa di un parassita ma è ancora possibile visitare la nostra dove c’è il “fantabosco” con gli alberi a tema per giocare e riflettere. Ecco, questa diventa un’esperienza partecipata che verrà ricordata per sempre

                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi