Vindome-NUOVE-TENDENZE-app-per-investire-in-vino

Tendenze: vino da investimento e stampa digitale

Vindome-NUOVE-TENDENZE-app-per-investire-in-vino

Le nuove frontiere del collezionismo del vino passano anche dal packaging per serie limitate e da un’app per comprare e conservare il vino da investimento

 

Vindome-NUOVE-TENDENZE-app-per-investire-in-vino

Vindome-NUOVE-TENDENZE-app-per-investire-in-vino

Di Donatella Cinelli Colombini

Bottiglia croce e delizia dei produttori di vino. Gran parte dell’impronta carbonica del vino deriva dal vetro, è un imballaggio pesante da trasportare, ma ha anche dei grandi pregi: è riciclabile e assolutamente sicuro per il liquido all’interno.

 

NUOVE TEDENZE DEL VINO, LA STAMPA DIGITALE DELLE BOTTIGLIE DI VETRO

O-I Expressions-STAMPA-DIGITALE-NUOVA-TENDENZA

O-I Expressions-STAMPA-DIGITALE-NUOVA-TENDENZA

Per capire le nuove tendenze delle bottiglie da vino Trebicchieri, settimanale economico del Gambero Rosso, ha interpellato Ernesto Ghigna, European Wine Marketing Manager O-I.
O-I è la sigla che significa Owens-Illinois e indica il più grande produttore mondiale di contenitori di vetro. Nel 2020 ha avuto ricavi pari a 6,1 miliardi di dollari. Nel pianeta, un contenitore in vetro su due nasce negli stabilimenti O-I, dalle sue affiliate o dai suoi licenziatari. In Italia O-I produce 5 miliardi di contenitori in vetro l’anno.
Quando un colosso multinazionale di queste dimensioni si occupa di decorazione digitale significa che la nuova tendenza presto diventerà parte della civiltà globale, un must su cui tutta la filiera produttiva dovrà ragionare. Fin ora la stampa digitale del vetro era il look premium di edizioni limitate come quelle Bacardi. Ma scopriamo che può diventare un packaging adatto a molte piccole serie di fine wines.

 

CONTENITRI SEMPRE PIU’ SOFISTICATI PER PICCOLE SERIE DA COLLEZIONSTI

O-I Expressions è il servizio che si occupa di questa nuova frontiera tecnologica e produttiva <<è tutto digitale. Questo significa avere una maggiore flessibilità, sia nel modificare il progetto in tempo reale e realizzare grafiche diverse all’interno dello stesso progetto, sia nel fare un ordine per quantità ridotte. Si lavora in quadricromia, con la possibilità di riprodurre quasi il 100% dei colori pantone, con un livello di qualità molto sofisticato>> spiega Ernesto Ghigna. Il futuro che diventa presente: inchiostri organici in modo che il vetro sia poi totalmente riciclabile, possibilità di rilievo trasparente o colorato con effetto tattile.

 

TENDENZE: IL PICCOLO COLLEZIONISMO DI VINO A FINI SPECULATIVI

Ovviamente si tratta di qualcosa di sofisticato e nuovo che può agevolare lo storytelling del vino ma soprattutto personalizzare le bottiglie fino a livelli mai raggiunti prima. E qui arriva un’altra novità o meglio quasi novità visto che è nata un anno fa: Vindome, l’app per i collezionisti. Consente di investire in vini per poche migliaia di Euro fino a cifra da capogiro. C’è una sezione con offerte suddivise per costo e durata. Poi c’è Live Market dedicata agli esperti. E’ un vero e proprio borsino in cui è possibile comprare dal mercato o dalle aste. Vindome ispeziona il vino lo consegna al cliente oppure lo conserva nei magazzini Hildebrand, leader nello stoccaggio di vini ad alto valore.

 

PERCHE’ INVESTIRE IN VINO E’ PIU’ SICURO E PIU’ REMUNERATIVO

Le serie limitate di vini confezionati in bottiglie con stampa digitale sembrano strizzare l’occhio al crescente collezionismo cui è dedicato Vindome. Infatti il numero di persone che usano il vino per far crescere i loro risparmi è sempre di più. Dipende dalla remuneratività nettamente superiore a quella dei portafogli azionari. Negli ultimi 30 anni il tasso di crescita annuale è stato del 10-14%. Si tratta di un investimento relativamente sicuro perché come diceva Gianni Agnelli <<il vino se proprio andasse male l’investimento me lo posso bere, con le azioni non ci posso fare niente!>>.