Firenze-Palazzo-Vecchio-Donne-del-Vino-in-preparazione-del-G20

Territori, cultura e arte del vino a Palazzo Vecchio

Firenze-Palazzo-Vecchio-Donne-del-Vino-in-preparazione-del-G20

Le Donne del Vino protagoniste di un programma di 14 giorni in collaborazione con il Comune di Firenze e la pittrice Elisabetta Rogai per il G20 dell’agricoltura

 

Firenze-Palazzo-Vecchio-Donne-del-Vino-in-preparazione-del-G20

Firenze-Palazzo-Vecchio-Donne-del-Vino-e-Massimo-Giletti-in-preparazione-del-G20

di Donatella Cinelli Colombini

Incontri, dibattiti, performance di pittura dal vivo, enoarte, degustazioni … formano un fitto programma che declina il vino in tutte le forme, stimola la riflessione e porta esempi concreti capaci di aprire strade verso il futuro dell’enologia e dell’agricoltura tutta.

 

G 20 DELL’AGRICOLTURA FIRENZE 2021

Quest’anno il G20 Agricoltura avrà luogo a Firenze alla metà di settembre e il Comune ha concesso uno degli spazi più belli di Palazzo Vecchio, la Sala d’Arme, alle Donne del Vino per organizzarvi un progetto di incontri, dibattiti, degustazioni dedicati ai temi del forum internazionale: la resilienza, la sostenibilità e il contrasto della fame nel mondo.

Firenze-Palazzo-Vecchio-Donne-del-Vino-in-preparazione-del-G20

Firenze-Palazzo-Vecchio-Donne-del-Vino-in-preparazione-del-G20

Il progetto impegnativo che trova nella mostra delle opere della pittrice Elisabetta Rogai una cornice raffinata, toscanissima e perfettamente aderente al tema. Infatti, la Rogai, è un’artista di fama internazionale, che usa il vino per dipingere. La sua tecnica assolutamente originale, celebra proprio quest’anno il suo decennale e si chiama “Enoarte”. Proprio dal rapporto di stima e amicizia che mi lega, da quasi vent’anni, ad Elisabetta Rogai, nasce l’unione di volontà che ha reso possibile la collaborazione fra Comune di Firenze, Donne del Vino e lei per il progetto “Territori, cultura e arte del vino a Palazzo Vecchio”.

 

ELISABETTA ROGAI E L’ENOARTE

Quello di Elisabetta Rogai è un dipingere “di vino” di cui l’artista offre una pratica dimostrazione nelle performance live. Le tele di Elisabetta Rogai aggiungono un tocco di creatività e femminilità al programma di incontri organizzati dalle Donne del Vino in collaborazione con il Comune, per i 14 giorni – dal 2 al 15 settembre 2021- Una preparazione al G20 sull’Agricoltura a cui prendono parte 35 delegazioni estere con i 70 componenti.

 

I TEMI DEL SUMMIT RESILIENZA, SOSTENIBILITA’ E CONTRASTO ALLA FAME NEL MONDO

Ecco che i temi su cui si sta sviluppando l’azione UE – Next Generation, Farm to Fork, Ecological transition, e Wine in Moderation – vengono sviluppati con il coinvolgendo di un grandissimo numero di Donne del Vino e di istituzioni o associazioni con cui esse collaborano da tempo come Regione Toscana, Università, Movimento Turismo del Vino, ENEA-Federesco, AGIVI– Giovani Imprenditori Vinicoli Italiani.

 

LE DONNE DEL VINO PROTAGONISTE PER 15 GIORNI A PALAZZO VECCHIO

Tanti temi sviluppati con relatori di altissimo profilo e spesso con taglio inconsueto che accrescono la consapevolezza sul presente e aumentano la fiducia nel futuro. In particolare, le indagini di AGIVI sulla sostenibilità nelle cantine e delle Donne del Vino sulle bottiglie leggere, rivelano come la compatibilità ambientale sia ormai un prerequisito per moltissime imprese del vino a cui far seguire un deciso sforzo verso l’efficientamento energetico di cui il premio Enea-Federesco costituisce un primo segnale.
Allo stesso modo, all’interno del programma, sono incoraggianti le testimonianze che arrivano da chi lavora per accorciare le catene alimentari fra città e campagna attraverso un turismo del vino sostenibile oppure vede nella corretta alimentazione, di cui il vino fa parte, uno strumento di benessere e di salute.

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.
Approfondisci

Chiudi