Vini-da-regalo-l’importanza-del-packaging

Vini da regalo

Come scelgono la bottiglia regalo gli uomini e le donne. Qualche consiglio utile a seconda del destinatario: ambientalista, glamour, esperto, sperimentalista

 

Dom Pérignon Brut-i-dieci-champagne-più-desiderati

Vini-da-regalo-Dom Pérignon Brut-i-dieci-champagne-più-desiderati

di Donatella Cinelli Colombini

Cominciamo dal genere: c’è una differenza fra le donne e gli uomini nel modo di scegliere la bottiglia da regalare.

 

IL VINO DA REGALO SCELTO DELLE DONNE

La donna pensa <<gli piacerà?>> e si lascia consigliare dall’addetto del negozio ponendo attenzione al gusto del destinatario e al tipo di situazione che un determinato vino suggerisce in relazione allo stile di vita di chi riceverà la bottiglia. La donna è tendenzialmente più “risparmiosa” dell’uomo e quindi il valore del regalo sarà quasi certamente più basso.

 

Vini-da-regalo-l'importanza-del-packaging

Vini-da-regalo-l’importanza-del-packaging

IL VINO DA REGALO SCELTO DALL’UOMO

L’uomo invece guarda proprio al prezzo <<costa abbastanza per il mio capo?>> è il suo primo pensiero. Poi si concentra su denominazione, brand e punteggi nelle guide. L’uomo ascolta meno gli addetti alle vendite e guarda di più le valutazioni online. Gli interessa meno il packaging rispetto alla cliente femmina ma comunque ha bisogno che il regalo si presenti bene.

 

L’IMPORTANZA DEL PACKAGING DEL VINO DA REGALO

Per questo astucci singoli, sacchetti, cassette in legno, scatole da regalo …. Sono indispensabili in ogni punto vendita: dalla cantina, all’enoteca fino al supermercato con reparto con prodotti di lusso.
Andate da Harrods a Londra e vedrete come confezionano le bottiglie di lusso!
Va detto tuttavia che i grandi vini viaggiano nelle tradizionali casse di legno da 6 bottiglie con coperchio inchiodato. Non sono belle ma, del resto, anche la Rolls Royce non ha il top del design ma è uno dei maggiori simboli di antica ricchezza!

 

LA BOTTIGLIA PERFETTA DA REGALARE

Al NEO SOMMELIER – Assecondiamo la sua nuova passione con un rosso da invecchiamento di qualche cantina molto nota controllando i punteggi che ha ottenuto sulle guide Vitae se è un Sommelier AIS, Bibenda se è della FIS, oppure SlowFood se ha invece un diploma Fisar ….
Per l’ESPERTO E COLLEZIONISTA DI VINO – In questo caso cerchiamo una bottiglia prodotta in piccola serie. Serve un vino di alta qualità ma meno conosciuto, una perla rara che lo deve stupire.
Per CHI E’ UNO SPERIMENTALISTA – Se il vino è per qualcuno che mangia sempre ingredienti nuovi fino alle cavallette oppure sceglie ristoranti di cucina etnica lontanissima dalla nostra, ebbene è il caso di cercare cose nuove e diverse dai soliti noti come uno sparkling britannico.
Per LA PERSONA AMATA – Ci vuole un vino romantico che faccia allegria quindi bollicine possibilmente rosè per rendere la scelta più di tendenza.
Per GLI AMATI DELLA BUONA TAVOLA – Puntiamo sui vini gastronomici e magari su più di una bottiglia scegliendole fra le denominazioni classiche.
Per L’ELEGANTONE CHE COMPRA SOLO COSE GRIFFATE – In questo caso il brand e il packaging contano quasi più del vino per cui bisogna scegliere fra i “soliti noti”.
Per L’AMBIENTALISTA VEGANA – Ovviamente vini biodinamici o “senza mani” potrebbe piacere un orange wine.

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.
Approfondisci

Chiudi