SAQ-monopoli-canadesi-e sequestro-del-vino-da-Messa

Vino di-vino: suore cantiniere e vino da messa illegale

SAQ-monopoli-canadesi-e sequestro-del-vino-da-Messa

Suore cantiniere vendono rosato online, vino da Messa illegale sequestrato in Quebec il business enologico della Chiesa è sorprendente

di Donatella Cinelli Colombini

E le sorprese non finiscono qui. Scopro che a Parigi, prima del Covid, avveniva un Salon des Vins d’Abbaye cioè una fiera dei vini delle abbazie.

IL ROSATO DELLE SUORE CANTINIERE

Con la sospensione dell’evento le suore hanno avuto difficoltà a vendere il rosato che producono da vent’anni e quindi si sono rivolte a internet. Divine Box, portale creato per commercializzare il vino dei monasteri,  ha aiutato le suore a vendere online le loro 9.000 bottiglie di un rosato (63,9€ l’una) da bere giovane e quindi da vendere entro aprile. Suor Armel ha spiegato che il vino e l’olio costituiscono una grande risorsa economica per la loro abbazia dove vivono 47 persone.
La notizia delle suore cantiniere è stata ripresa da molti giornali francesi che hanno sostenuto il loro tentativo per dare una prospettiva di sopravvivenza all’abbazia, tramite il vino. Bellissimo il video con le suore sul trattore e nella vigna mentre legano le viti.

SAQ-monopoli-canadesi-e sequestro-del-vino-da-Messa

SAQ-monopoli-canadesi-e sequestro-del-vino-da-Messa

VINO DA MESSA ILLEGALE SEQUESTRATO IN QUEBEC

Più ingarbugliata la notizia del vino da Messa sequestrato dalla polizia del Quebec perché importato illegalmente. Pare che in varie zone del Canada, e soprattutto nel Quebec fosse pressoché impossibile acquistare del vino per le sacre celebrazioni. Non si tratta infatti di un semplice vino bianco. La normativa che arriva dal Vaticano (2017) lo descrive così<<Il vino che viene utilizzato nella celebrazione più sacra del Sacrificio eucaristico deve essere naturale, dal frutto dell’uva, puro e incorrotto, non mescolato con altre sostanze. Bisogna fare molta attenzione affinché il vino destinato alla celebrazione dell’Eucaristia sia ben conservato e non si sia inacidito. È assolutamente vietato utilizzare vini di dubbia autenticità o provenienza.>>

LE CARATTERSITICHE DEL VINO DA MESSA

Per essere sicure di queste caratteristiche le chiese di tutto il mondo reperiscono il vino attraverso i loro canali esterni a quelli commerciali.
Pare che il sequestro avvenuto a Montreal sia l’epilogo di una vertenza che dura da 40 anni e vede, da un lato il monopolio canadese per la vendita degli alcolici, che, fin ora non vendeva vino per la Messa e dall’altro le Chiese canadesi che hanno bisogno di questo vino per la consacrazione eucaristica.
La polizia canadese ha bloccato un’importazione che infatti durava da molto tempo, al punto da essere considerata una pratica consolidata anche se priva di una completa autorizzazione.

IL MONOPOLIO CANADESE E IL VINO PER LA CELEBRAZIONE EUCARISTICA

Come è ben noto il Canada regola il mercato del vino attraverso i monopoli presenti in quasi tutte le provincie escluso l’Alberta. Questo significa che in Quebec la vendita del vino per la Messa doveva passare attraverso la SAQ – Societe des Alcools du Quebec.
Il problema è che in realtà la SAQ non commercializzava una tale tipologia. Per questo il vino per le chiese canadesi veniva prodotto in California – Mont La Salle Altar Wines e Cribari Premium Altar Wines – e poi importato in Ontario o della provincia del New Brunswick prima di essere inviato in Quebec. Fin ora un cavillo legale permetteva di mantenere il commercio del vino da Messa parzialmente all’interno della legge: l’Importation of Intoxicating Liquors Act canadese del 1985 prevede infatti un’eccezione per le bevande alcoliche destinate a scopi sacramentali o sanitari.

LA SOLUZIONE DI UN PROBLEMA PIU’ RELIGIOSO CHE GIUDIZIARIO

Attualmente nessuna cantina canadese produce vino per la Messa anche se quello del Vignoble Vertefeuille a La Prairie sta per essere approvato. Da parte sua la SAQ ha preso contatto con i Vescovi canadesi e si sta organizzando per offrire loro una fornitura di vino per la Messa completamente autorizzato.
Questo dovrebbe mettere fine a una situazione che, dall’esterno, sembra buffo

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.
Approfondisci

Chiudi