bottiglia-di-alluminio-per-vino-in-stile-Borgogna

Vino in lattina e in bottiglie in alluminio

Un tabu per molti wine lover ma il business del vino in lattina cresce a 200 milioni di Dollari e arrivano le bottiglie di vino in alluminio

 

bottiglia-di-alluminio-per-vino-in-stile-Borgogna

bottiglia-di-alluminio-per-vino-in-stile-Borgogna

Di Donatella Cinelli Colombini

Riciclabili, leggere, infrangibili, facili da raffreddare e da aprire, le lattine sono amate dai giovani consumatori per il loro packaging colorato e per la bassa gradazione alcolica del vino. Ma gli appassionati le guardano con sospetto bollandole come contenitori da vini “facili” di bassa qualità. In realtà non è proprio vero: il livello del contenuto si è alzato parecchio negli ultimi anni ed ha preso anche connotati trendy coinvolgendo autentiche celebrity.  Ne sono un esempio la Zai Urban Winery che propone una linea biologica e vegana di vini in lattina, il Gruppo Meregalli, vero maestro di eno-marketing, che commercializza le lattine di Coppola Winery, l’azienda vinicola statunitense del regista premio Oscar Francis Ford Coppola.
Da notare la presenza nei social di questa nuovo tipo di confezione. L’account Instagram più visibile è Miss Vicky Wine della produttrice di vino in lattina Ô Joie.

 

LA NUOVA FRONTIERA DEL VINO IN LATTINA E’ LA BOTTIGLIA IN ALLUMINIO

Ecco la novità: la bottiglia in alluminio in “stile Borgogna” che arriva da CCL Container principale produttore nordamericano di imballaggi in alluminio. Ha una forma conica più larga in basso che la fa apparire slanciata. La bottiglia in alluminio da 750 millilitri è ancora estremamente rara e CCL Container si è ispirato a quelle in vetro. Per esempio ha il tappo a vite come quello usato in Nuova Zelanda, non contiene plastica e ha l’etichetta direttamente disegnata sul metallo. Si tratta di un packaging riciclabile al 100%. Non si rompe, è leggero e quindi meno costoso da spedire e da trasportare, si raffredda facilmente e rimane fresca più a lungo.
A fronte di questi vantaggi, che potrebbero piacere ai consumatori più giovani e desiderosi di cose nuove, c’è la resistenza del tradizionalista mondo dei produttori e consumatori, soprattutto di quelli di alto livello.
Ve lo immaginate il mio Brunello in bottiglia di alluminio (e poi in stile Borgogna!!!!).
Kimberly Kizer, vicepresidente vendite di CCL Container ha ben chiaro il problema <<L’industria del vino è immersa nella tradizione che risale a migliaia di anni fa, eppure molti brand e consumatori di vino chiedono a gran voce innovazione. La nuova bottiglia di vino in alluminio a forma di Borgogna offre il meglio in termini di qualità, freschezza, sostenibilità e opportunità uniche di branding>>.