Chateau Mouton Rothschild Bordeaux – Salvador Dalì

10 bottiglie opera d’arte

Prezzi da capogiro e bottiglie talmente belle da essere esposte nei musei. Ecco a voi i vini vestiti dagli artisti più famosi del mondo.

 

Chateau Mouton Rothschild Bordeaux Dali

Chateau Mouton Rothschild Bordeaux Dali

Di Donatella Cinelli Colombini

Da Drinks Business inesauribile fonte di spunti, arriva la classifica delle 10 bottiglie più belle mai prodotte, quelle dove grandi artisti hanno vestito capolavori enologici con etichette d’autore. Alcune sono collegate al valore commerciale degli artisti o dei vini, altre sono prevedibili e vengono dalla mitica cantina Mouton Rothschild dove, dal 1945, ogni grande annata reca la firma di un pittore cult. Altre etichette forse mancano, come quelle del mio amico Sandro Chia per il Brunello del Castello di Romitorio. Tuttavia la carrellata è degna di nota e fa capire come il vino, a volte, sia un messaggio di civiltà, che va soprattutto al cervello e solo in seconda battuta alla bocca.

Forse non avremo mai i soldi per comprarle ma almeno proviamo a scegliere quale ci piace di più.

 

ETICHETTE D’AUTORE SULLE BOTTIGLIE DI VINO

Tonnix – etichetta di Tracey Emin. Il vino è frutto della collaborazione fra la cantina portoghese Quinta de la Rosa e lo chef britannico Mark Hix che a sua volta era legato da amicizia con Tracey Emin, nota per la tela “My bed” venduta per 2,5 milioni di sterline e raffigurante il suo letto sporco con tracce di sangue e preservativi.

 

Caelestis – etichetta di Peter Doig per il vino di Chateau Fonroque di Saint Emilion. Anche in questo caso si tratta di un artista importantissimo che ha donato il dipinto per un’azione di charity (40.000 Sterline). La sua “White canoe” è stata venduta nel 2007, per 11,3 milioni Dollari, una cifra che fece clamore.

 

Ornellaia vendemmia d'Artista Rebecca Horn.

Ornellaia vendemmia d’Artista Rebecca Horn

Ornellaia 2008 Vendemmia d’artista Salmanazar – etichetta è della tedesca Rebecca Horn nota anche come regista cinematografica. La bottiglia celebra i 30 anni di Ornellaia e sviluppa il tema dell’energia avvolgendo la bottiglia in un reticolo di fili di rame che iniziano con piccoli imbuti. Fa parte della serie “Vendemmie d’artista” che ogni anno riguarda un piccolissimo numero di bottiglie capolavoro.

 

Riesling 2013 Leeuwin Estate Margaret River Australia – etichetta di Robert Juniper. L’immagine “Frogs in riesling” fa parte di una serie di cento etichette d’autore.

 

Chateau Mouton Rothschild Bordeaux 1958 – etichetta di Salvador Dalì, non c’è niente da aggiungere, il montone del pittore surrealista è un capolavoro assoluto e il vino dentro la bottiglia anche.

 

Chateau Mouton Rothschild Bordeaux 1973 quasi un necrologio di Pablo Picasso. L’etichetta riproduce un’opera del pittore spagnolo morto proprio nel 1973 dopo aver segnato tutto il secolo con la sua personalità e la sua arte.

Yoko Ono – Casanuova di Nittardi, Chianti Classico 2005

Yoko Ono – Casanuova di Nittardi, Chianti Classico 2005

 

Chateau Mouton Rothschild Bordeaux 1975 – etichetta di Andy Warthol che ritrae il Barone Philippe come in un gioco pop ed è infatti il pittore americano il leader indiscusso della pop art.

 

Chianti Classico 2005 Casanova di Nittardi Vigna Doghessa – etichetta di Yoko Ono, l’intellettuale giapponese moglie di John Lennon -leader dei Beatles-che si è espressa nelle forme più diverse, dalle canzoni, alla regia cinematografica alle performance d’arte. Nella cantina Nittardi ha dato il suo contributo in una serie di etichette, di artisti diversi, iniziata nel 1981.

Cabernet Sauvignon Riserva 2008 Francis Ford Coppola

Cabernet Sauvignon Riserva 2008 Francis Ford Coppola

 

Cabernet Sauvignon Riserva 2008 Francis Ford Coppola – con etichetta di Dean Tavoularis un artista che ha spesso collaborato con il celebre regista ed ha firmato il packaging del vino destinato ai suoi ospiti.

 

Syrah “The 17th nail in my cranium” cantina Sine Qua Non di Santa Barbara California – l’etichetta è dell’enologo dell’azienda Manfred Krankl e ritrae sé stesso dopo essersi ferito con un chiodo alla testa ed essere stato ricucito con 16 punti di sutura. L’etichette di Krankl sono, a volte, così spinte da essere rifiutate dal TTB- Tobacco, Tax and Trade Bureau. Dal punto di vista commerciale, tuttavia, funzionano questo vino ha un prezzo medio di 1.115£

 

 

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi