Brunello-2016-vendemmia

I grandi wine critics premiano il Brunello 2016

Brunello-2016-vendemmia

Monica Larner di Robert Parker – Wine Advocate, James Suckling e Eric Guido di Vinous – Antonio Galloni innamorati del grandissimo Brunello 2016

 

I grandi wine critics premiano il Brunello

I grandi wine critics premiano il Brunello

di Donatella Cinelli Colombini

Comincio con i punteggi stellari dei miei Brunello 2016 e la Riserva 2015

Robert Parker/Wine Advocate
Brunello 2016: 95
Brunello Prime Donne 2016: 96
Brunello Riserva 2015: 94

Vinous Antonio Galloni
Brunello 2016: 93
Brunello Prime Donne 2016: 95
Brunello Riserva 2015: 94

James Suckling
Brunello 2016: 94
Brunello Prime Donne 2016: 96
Brunello Riserva 2015: 93

 

MONICA LARNER E IL SUO BRUNELLO 2016 BELLWETHER

2016 Brunello - prima vinificazione nella tinaia Casato Prime Donne

2016 Brunello – prima vinificazione nella tinaia Casato Prime Donne

Monica Larner reviewer per l’Italia del Robert Parker – Wine Advocate, è una delle migliori assaggiatrici del mondo ma è anche un’ottima giornalista con un passato a La Repubblica e per questo riesce ad andare oltre gli assaggi per capire i territori e la loro evoluzione. Ha un occhio quasi profetico che le permette di intuire le tendenze e lavorare da talent scout su denominazioni e cantine.
Per descrivere il Brunello 2016 usa un’immagine molto bella, il Bellwether cioè la campanella appesa al collo della capra leader che serve a individuare verso quale direzione si sta muovendo il branco. Secondo Monica, l’annata 2016 mette in evidenza il cambiamento positivo avvenuto negli ultimi 6 anni nella regione di Montalcino, da una zona monolitica a un <<complesso e fluido assemblaggio di parti in movimento. Questa consapevolezza di sé è la chiave del futuro successo di Montalcino in un mercato sempre più competitivo>>.
Monica Larner evidenzia come il Brunello 2015 abbia un livello qualitativo più uniforme nel totale delle cantine montalcinesi ma preferisce il 2016 per la <<classica purezza>> di una vendemmia <<leggermente più fresca>> che saprà esprimersi con una grande capacità di invecchiamento <<grazie all’acidità equilibrata e alla spina dorsale tannica più pronunciata>>. Elementi che spingono l’editor del Wine Advocate – Robert Parker a paragonare il mitico Brunello 2010 con il 2016, dove il primo si distingue per <<la purezza del frutto e il 2016 espresso in modo più ampio in termini di linearità, complessità e profondità>>.

 

JAMES SUCKLING, UN AMORE CONTRASTATO FRA IL BRUNELLO 2015 E IL 2016

Brunello 2016 - vendemmia a Montalcino - Casato Prime Donne

Brunello 2016 – vendemmia a Montalcino – Casato Prime Donne

Un giudizio ancora più entusiasta viene da James Suckling: <<Se desideri un Brunello di Montalcino da invecchiare per decenni nella tua cantina, allora acquista l’annata 2016>>. Fra tutte le annate del Brunello che ha assaggiato dal 1980 in poi, per Suckling, quella perfetta è l’opulenta 2015 ma è affascinato dalla struttura del 2016 al punto da metterla subito dopo.

 

ERIC GUIDO DI VINOUS E LA PREDILEZIONE PER LA PUREZZA DEL 2016

Ed ecco Eric Guido che degusta per Vinous di Antonio Galloni ed ha un passato nel trade e nel rapporto diretto con i migliori appassionati di vino newyorkesi. E’ giovane, come Monica Larner e come lei, predilige la purezza del frutto dei produttori che lavorano molto in vigna mentre è quasi infastidito quando <<un vino che ha il pedigree per offrire grandezza, è coperto da una grossa dose di rovere tostato>>. Eric è affascinato dalla vendemmia 2016. <<Se dovessi pensare a un modo per descrivere la maggior parte dei vini della vendemmia 2016, direi che sono come uno stallone nero muscoloso al suo apice. Sono oscuri ma radiosi, espressivi, a volte quasi esplosivi, ma puri, equilibrati e strutturati. Sono vini che catturano la tua immaginazione>>.

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi