Ravioli con ripieno di pecorino Leone Rosso (7)

7 piatti e 7 vini per 7 sere

Ravioli con ripieno di pecorino Leone Rosso (7)

Nuovo look per l’Osteria della Fattoria del Colle che propone un calendario settimanale di piatti creati su misura per Brunello, Chianti, Orcia e Supertuscan

Petto d'anatra in porchetta - Cenerentola (10)

Petto d’anatra in porchetta – Cenerentola (10)

La Chef Roberta Archetti che, da oltre un anno, collabora con Donatella Cinelli Colombini ha dedicato i mesi invernali allo studio di alcune ricette capaci di esaltare, in un gioco di assonanze e leggere contrapposizioni, i vini del Casato Prime Donne e della Fattoria del Colle.
Roberta è partita da tradizioni culinarie e materie prime, per la maggior parte locali, come il maiale medioevale cinta senese o la carne di chianina, il cacio pecorino o le lenticchie di Castelluccio della vicina Umbria, a cui ha aggiunto un pizzico di creatività. Ne è uscito un programma di sette piatti abbinati a Brunello, Chianti superiore, Orcia e Supertuscan che permettono ogni giorno un assaggio diverso e intrigante. Ruoli rovesciati insomma, perché

Ravioli con ripieno di pecorino Leone Rosso (7)

Ravioli con ripieno di pecorino con Leone Rosso DOC Orcia

normalmente le pietanze vengono scelte per prime mentre, in questo caso i vini migliori, compresi il Brunello, il Brunello “Prime donne” 2010 e la Riserva 2008 sono serviti da ispirazione addirittura per la creazione delle ricette che li accompagnano.
L’idea è di proporre ai clienti ogni sera un assaggio diverso insieme a un calice di vino diverso esponendo il programma in una splendida cornice argento, che troneggia nell’angolo della sala da pranzo. Sarà poi Florjan Canaj, giovane maitre dell’osteria a raccontare ai clienti le virtù e i piccoli aneddoti di ciascun piatto e di ciascun vino compresi i punteggi che stanno premiando il meraviglioso Brunello 2010.Un programma perfettamente intonato all’osteria della Fattoria del Colle immersa nel verde della campagna toscana più intatta a pochi metri dal vigneto e dall’orto da cui

Tagliata di cinta senese - drago (10)

Tagliata di cinta senese – Il Drago e le 8 colombe

provengono le verdure che arrivano in tavola. Il ristorante dispone di due sale, la veranda che, si allarga in un patio perfetto per le cene estive e la sala liberty decorata da affreschi floreali e arricchita da un camino che, in inverno, attribuisce un tocco di intimità all’ambiente. Recenti interventi di restauro hanno aumentato il confort e conferito un carattere più curato a ogni particolare compresa un’autentica carretta contadina usata per le coperte utili nelle fresche notti d’estate.
I 7 piatti con i 7 vini vanno a combinarsi con un programma settimanale di intrattenimenti per gli ospiti delle camere, gli appartamenti e le ville della Fattoria del Colle. Lezioni di cucina, visite guidate nelle cantine, degustazioni, passeggiate nel bosco con archi e frecce, piccole escursioni nei dintorni che animano i soggiorni insieme alle piscine, i percorsi di trekking e l’area benessere dove il vino è di nuovo protagonista con la vinoterapia e il massaggio di coppia.

Ed ecco il programma 7 piatti per 7 vini per 7 sere.

LUNEDI’ Pinci saltati in briciole di pane casereccio e gotino di Cinta Senese su passatina

Pinci con le briciole gotino di cinta senese e fagioli con Brunello Prime Donne

Pinci con le briciole gotino di cinta senese e lenticchie con Brunello Prime Donne

di lenticchie di Castelluccio con il Chianti Superiore DOCG 2012

<<La tradizionale ricetta senese dei “Pinci alle briciole”, piatto semplice e povero, è stata arricchita con il gotino di Cinta Senese che gli dona intensità e con la purea di lenticchie. I profumi floreali del Chianti Superiore DOCG 2012 completano il piatto>>

MARTEDI’ Medaglione di filetto Chianino sfumato con Brunello al sentore di ginepro con lo stesso vino dell’annata 2010

Medaglione al peposo con Brunello

Medaglione al peposo con Brunello

<<Rivisitazione del piatto tipico “Peposo dei fornaciai di Petroio” spezzatino di muscolo di manzo cotto nel vino. Il taglio è il pregiato filetto di bue bianco servito col cuore al sangue per mantenere tutto il suo sapore deciso e sfumato con un vino nobile e invecchiato qual’ è il Brunello>>
MERCOLEDI’ Lombatina di cinghiale macerata al vino cotto con aroma di maggiorana su letto di fagioli di Sorana accompagnati dal Brunello DOCG Riserva 2008
<<Nella tradizione Toscana la carne di “maiale selvatico” viene cucinata con lunghe marinature e altrettanto lunghe cotture . La mia rivisitazione utilizza solo le costolette. Prima fatte ammorbidire ed insaporire in una bagna di vino rosso bollito, aromatizzato e speziato per qualche ora, poi vengono scottate in padella per mantenere il gusto intenso ed ampio. I fagioli di Sorana smorzano il sapore

Lombatina

Lombatina

forte e deciso della selvaggina e prolungano la piacevolezza di questa armonia di sensazioni. Il Brunello DOCG Riserva 2008 racchiude tutte le caratteristiche di questo piatto>>

GIOVEDI’ Ravioli tradizionali con ripieno di pecorino di Pienza abbucciato e agnello nostrano aromatizzato al timo su vellutata di favette fresche oppure di spinaci freschi abbinato all’Orcia Doc Leone Rosso 2011
<<Questo piatto nasce dall’abbinamento dell’agnello, carne dal sapore forte ed aromatico ancor più esaltato dal timo, con il pecorino delle nostre terre, rinchiusi in un involucro di pasta all’uovo. I baccelli donano una fresca dolcezza>>

VENERDI’ Tagliata di cinta senese DOP marinata con rosato con verdure croccanti e abbinata all’IGT Supertuscan “Il Drago e le 8 colombe” 2010
<<Il maiale Cinta Senese, razza autoctona delle campagne vicino a Siena, ha un sapore soffice con una nota di selvatico . La breve marinatura con il vino Rosa di Tetto IGT alleggerisce la consistenza leggermente oleosa del grasso. L’armonia si raggiunge con la cottura alla griglia e con la croccantezza delle verdure saltate con il dragoncello. Abbinamento perfetto con la grande struttura del vino IGT Supertuscan IL DRAGO E LE SETTE COLOMBE>>

SABATO Terrina di carne Chianina IGP con il suo paté di fegato avvolta nel lardo senese

terrina di chianina - prime donne

terrina di chianina – Brunello Prime Donne

con glassa al Brunello.”Prime Donne” abbinato allo stesso vino 2010
<<La carne di razza Chianina IGP è molto pregiata, ma in antichità era considerata solo un bovino da lavoro. Essendo una carne magra con poco grasso ma di intenso sapore, il fegato e il lardo si uniscono nel componimento del piatto per donargli morbidezza. Alla fine si aggiunge una riduzione speziata di Brunello. L’accompagnamento del Brunello Prime Donne 2010 ne esalta ed arrotonda tutti questi intensi intrecci di sapori.>>

DOMENICA Petto d’anatra muta in porchetta al finocchietto selvatico con scalogni fondenti abbinato all’Orcia Doc Cenerentola 2010
<<Il petto d’anatra viene condito come la comune porchetta di maiale e insaporito dal finocchietto selvatico, di cui sono piene le campagne toscane. Grazie alla cottura in padella a fuoco dolce, mantiene la morbidezza della carne rosata e la croccantezza della pelle. Gli scalogni cotti nel vin santo prendono un sapore agrodolce e arrotondano il gusto intenso dell’anatra.>>

Per informazioni e prenotazioni

oppure info@cinellicolombini.it  – 0577 662108