fattoria-del Colle-ristorante

Dal 25 aprile al I° maggio nella campagna toscana

fattoria-del Colle-ristorante

Nel ponte di primavera 25 aprile – I° maggio la Fattoria del Colle diventa una wine destination e offre soggiorni “di vini” con pranzi, viste e assaggi

25 aprile-I° maggio alla Fattoria del Colle - Agriturismo in toscana

25 aprile-I° maggio alla Fattoria del Colle – Agriturismo in Toscana

Nel più lungo ponte di primavera la Fattoria del Colle aspetta gli amanti della natura e dei grandi vini per offrire loro delle esperienze emozionanti con il Brunello e nelle cantine.

25 aprile -I° maggio alla Fattoria del Colle

Nell’angolo più intatto e panoramico della Toscana, la Fattoria del Colle costituisce un “unicum”, un luogo sospeso nel tempo che Donatella Cinelli Colombini ha consacrato alla memoria: appartamenti arredati con veri mobili di antiquariato locale, orto con 80 varietà di essenze, ricette delle nonne nel ristorante, vigneti coltivati a mano e in modo biologico, parchi e giardini piantati dagli antenati … Ogni cosa – dai grandi vini al semplicissimo formaggio fresco – viene raccontato, toccato, annusato, assaggiato nel corso di esperienze in cui i turisti giocando, entrano in una storia millenaria.

Fattoria del Colle Wine Destination con animazioni permanenti

Fattoria del Colle cantina

Fattoria del Colle cantina

Ogni giorno c’è il programma della “Wine Destination” che comprende una lezione di cucina tipica che insegna a preparare la panzanella e il raviggiolo (ore 11) due degustazioni itineranti lungo itinerari che tocca le sale storiche della villa, la cantina, l’orto e la cappella cinquecentesca (ore 12), i vigneti e la cantina (ore 15). Il pranzo diventa un’esperienza del territorio con 8 salumi oppure 8 formaggi tipici che associano i sapori con le loro storie. Nel pomeriggio la degustazione verticale di 3 Brunello (ore 17) seguita qualche ora dopo dall’aperitivo.

Diventare enologi per un giorno

Un programma intenso e stimolante che domenica 28 e martedì 30 aprile ha un’eccellente alternativa: nel pomeriggio alle 17, nella cantina storica della fattoria del Colle, i turisti diventeranno “piccoli enologi” e produrranno il loro vino Supertuscan imparando a tagliare Sangiovese, Merlot e Sagrantino in purezza per ottenere quello del loro cuore, da tappare e etichettare per portarlo a casa come ricordo di un’esperienza che insegna molto sulla ricerca delle armonie gustative nei grandi vini rossi toscani. Sembra un gioco divertente ma in realtà è un modo per conoscere sé stessi, i propri gusti e i caratteri del vino.

fattoria-del Colle-ristorante

fattoria-del Colle-ristorante

Esperienza gourmand al Casato Prime Donne

Il 26 e 29 aprile alle 11 un’altra esperienza con il vino molto particolare e intrigante: al Casato Prime Donne, la cantina di Montalcino di Donatella Cinelli Colombini, viene organizzata una visita guidata delle tinaie e delle cantine dove le botti di Brunello sono intercalate da affreschi sulla storia di Montalcino. Gli aneddoti sulla storia fanno da cornice alle informazioni tecniche sulla coltivazione biologica dei vigneti, sulla fermentazione in tini di cemento nudo, e l’affinamento in botti dalle migliori tonnellerie francesi. Al termine, nella sala dove sono esposte le migliori foto del territorio pubblicate negli ultimi 20 anni, ci sarà una degustazione davvero straordinaria di tre vini abbinati a  salumi di cacciagione: Prosciutto di daino con il Chianti Superiore DOCG, capocollo di Cinta Senese con il Rosso di Montalcino DOC,  salsiccia di  cinghiale con il Brunello di Montalcino DOCG.

Oltre alle proposte della Fattoria del Colle e del Casato Prime Donne c’è un intero territorio pieno di città d’arte da visitare: Pienza, Montepulciano, Cortona …. e poco più distante Siena.

Fattoria-del-Colle-camera Forno

Fattoria-del-Colle-camera Forno

Orcia Wine Festival a San Quirico d’Orcia

Dal 25 al 28 aprile a San Quirico d’Orcia, a 30 km dalla Fattoria del Colle si svolge l’Orcia Wine Festival sul tema “Francigena di vini”. La bellissima cittadina si trova lungo la strada chiamata appunto Francigena che, nel medioevo, collegava Canterbury a Roma ed era percorsa da re, eserciti, mercanti e pellegrini. Durante l’Orcia Wine Festival sarà imbandierata e percorsa da personaggi storici mentre nelle sale affrescate del seicentesco Palazzo Chigi 20 produttori di Vino Orcia offriranno le loro bottiglie in assaggio. Da non perdere, il 26 aprile alle 16 la degustazione di 12 vini Orcia guidata dal campione italiano dei sommelier Ais, Simone Loguercio.  Oltre a questo concerti e addirittura due opere liriche nel teatrino di Palazzo Chigi, cene, laboratori per bambini … per vivere la festa di una denominazione che ha l’orgoglio di chiamarsi “Orcia il vino più bello del mondo”.

                                                                                               

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi