Alice-Grassi-turismo-Toscana-Fattoria-del-Colle

Prigioniere in casa nella campagna toscana

Alice Grassi turismo Toscana Fattoria del Colle

Il covid nel Senese ha colpito meno che nelle altre provincie e soprattutto sembra fermarsi prima. Racconti collettivi e personali di Alice e Alessia

 

di Donatella Cinelli Colombini

Alice Grassi turismo Toscana Fattoria del Colle

Alice Grassi turismo Toscana Fattoria del Colle

La provincia di Siena sembra essere riuscita a contenere l’epidemia meglio di tutte le altre zone d’Italia. Nonostante un forte afflusso di lombardi nelle loro seconde case, una gara di ballo a Chiusi e la squadra di calcio della Pianese a Piancastagnaio che hanno diffuso il covid in interi comuni, nella Toscana del Sud i numeri delle persone positive sono rimasti bassi, così come quelli dei ricoveri in ospedale e in terapia intensiva. Colpisce soprattutto il numero ridotto dei nuovi positivi dall’inizio di aprile, nonostante vengano fatti tamponi in modo sempre più esteso.

 

LA REGIONE TOSCANA DISTRIBUISCE LE MASCHERINE E OBBLIGA A INDOSSARLE

La Regione Toscana ha mandato a tutti i cittadini due mascherine (in scatole di cartone bianco e blu con scritte in cinese) ed ha proibito di uscire di casa senza protezione sul volto. Firenze è stata colpita dall’epidemia in modo consistente, ma la provincia di Siena forse uscirà dal contagio fra le prime in Italia.

Alessia Bianchi turismo Toscana Fattoria del Colle

Alessia Bianchi turismo Toscana Fattoria del Colle

Per la verità la sensazione di pericolo manca anche grazie alla piccola dimensione dei paesi e all’ampiezza degli spazi verdi nella campagna primaverile. C’è poi la fiducia in un sistema sanitario e sociale (istituzioni + volontariato) che ha dimostrato di funzionare e di presidiare il territorio. Bravi, davvero bravi: Regione, sindaci, personale sanitario, volontari della Racchetta, Misericordie e Pubblica Assistenza.

 

IL COLLASSO DEL TURISMO CAUSATO DAL COVID

Accanto a questo quadro positivo c’è la preoccupazione per il turismo che sta letteralmente andando a picco. Nessuno può prevedere se e quando i visitatori torneranno. La Toscana riceve soprattutto turisti esteri, con una grossissima quota di statunitensi. Il turismo italiano proviene in larga misura dalla Lombardia. Due zone di origine che destano grossa preoccupazione anche in chi deve accogliere i clienti. E’ altrettanto evidente che la sola clientela locale non basta per riaprire strutture ricettive e ristoranti.
Per il momento, la cosa più pesante è la reclusione in casa con solo qualche ora al giorno di lavoro a distanza. Ecco le testimonianze di due delle persone che accolgono i turisti nelle cantine e nell’agriturismo della Fattoria del Colle: Alice e Alessia.

 

ALICE GRASSI LA NEW ENTRY DELLA FATTORIA DEL COLLE

Alice è la new entry dell’hospitality team. E’ tosco-lombarda e si è fotografata nell’anticamera di casa sua a Montepulciano, dove c’è la libreria a muro con i libri e le guide di viaggio. La cosa che le pesa di più durante il look down è << essere vincolati in casa, anche se fortunatamente ho un giardino, ma mi manca la libertà di uscire quando voglio, anche se solo per una passeggiata o per una serata da passare con gli amici, e senza la paura di venire a contatto con qualcuno>>.  Il primo progetto appena il governo ci darà la “libera uscita” è di <<organizzare una pizzata con gli amici per passare una serata in compagnia e dimenticare questo periodo particolare>>. Non ha aneddoti da raccontare sul periodo dell’epidemia <<tranne le lunghe videochiamate con parenti e amici oppure le mattinate passate a preparare torte o pasta fatta in casa con mio marito. Insomma, in questo periodo di prigionia, mi sembra di continuare a mangiare e mangiare, e quando sarà tutto finito toccherà fare l’abbonamento in palestra!>>

 

ALESSIA BIANCHI IL TEAM LEADER DEL TURISMO ALLA FATTORIA DEL COLLE

Eccoci l’ultima testimonianza della reclusione covid. Parla Alessia la responsabile del comparto turismo della Fattoria del Colle. E’ lei a coordinare il team addetto all’hospitality e crea i progetti che vengono proposti ai visitatori. Originaria di Chiusi, vive a Foiano ed ha una mente aperta al nuovo e alla tecnologia. La foto ce la mostra nel soggiorno di casa sua <<un luogo che ho scoperto luminosissimo e che non avevo mai vissuto come in questo periodo, per leggere, per fare le videochiamate con i familiari, per giocare con mio figlio e nei momenti più critici per ascoltare la conferenza stampa della protezione civile alle 18.00>>. Alessia è un tipo dinamico e le è pesato <<abituarsi ad una nuova normalità fatta solo di cose quotidiane in casa, quelle cose che prima dell’emergenza si facevano sempre di fretta e in modo marginale perché la gran parte della giornata si trascorreva fuori casa>>. Appena possibile desidera <<andare a trovare i miei familiari che non vedo da tanto tempo, andare a mangiare il pesce al mare e fare una passeggiata in bicicletta>>. Lei è infatti una ciclista sportiva capace di pedalare per 50 km sulle colline toscane senza essere esausta. Più che un aneddoto ci comunica una riflessione <<che nasce da un momento. Un momento quasi surreale, in fila al supermercato, con guanti, mascherina, lontano dagli altri. Mi sono rimasti impressi gli sguardi persi, spaesati ed increduli delle persone. Un virus nuovo ci ha messo di fronte al pericolo e ha unito le nazioni nella difficoltà. La speranza è che non solo se ne esca tutti più forti, ma che il mondo intero se ne ricordi. Se ciò accadesse ne usciremmo più ricchi, più consapevoli e più organizzati. Spero che ognuno di noi faccia la sua piccola parte>>. Un augurio che tutti condividiamo.

                                                                       

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi