Addio Antonio, eri un senese che guardava lontano

Antonio Sclavi

Addio Antonio, eri un senese che guardava lontano

Presidente dell’Unicef, ha guidato la Camera di Commercio di Siena e molte istituzioni cittadine portando ovunque innovazione, internazionalità e umanità

Antonio Sclavi

Antonio Sclavi

Letto per voi da Donatella Cinelli Colombini

E’ triste tornare da un viaggio all’estero, aprire il giornale e trovare la notizia della morte di un amico, di una persona verso cui ci legavano stima,gratitudine e affetto. Sapevo che Antonio Sclavi era malato ma non immaginavo di perderlo così presto.Mi dispiace moltissimo.
Di lui ho un ricordo bellissimo a New York, nel ristorante “Il Palio” di Tony May. Antonio è stato un coraggioso pioniere dell’internazionalizzazione dei vini senesi che proponeva con orgoglio nelle sedi più prestigiose. A New york, dove Sandro Chia aveva dipinto le immagini di Siena, Antonio volle farci bere Brunello riserva. Fu un’emozione grandissima e un regalo di cui gli sono ancora grata.
Instancabile, creativo, entusiasta era un trascinatore che ha aiutato l’economia senese a svilupparsi così come ha sviluppato la sua attività nel settore dei prodotti da forno, così come ha lavorato per l’Unicef. La sua ultima sfida e la più bella.
Grazie Antonio