I 10 LUOGHI DEL VINO PIÙ SORPRENDENTI DEL MONDO

I luoghi-del-vino-più-insoliti-Tank-Garage-Wines-

I 10 LUOGHI DEL VINO PIÙ SORPRENDENTI DEL MONDO

VIGNE E CANTINE IMPROBABILI CHE ATTRAGGONO VISITATORI PER LA LORO POSIZIONE ECCEZIONALE OPPURE PER LA PROPOSTA DI ESPERIENZE INSOLITE COME LA VISITA SUL CAMMELLO

i-luoghi-del-vino-più-insoliti-sottomarino winery

i-luoghi-del-vino-più-insoliti-sottomarino winery

di Donatella Cinelli Colombini #winedestination

L’elenco delle vigne e delle cantine più sorprendenti del mondo varia a seconda del punto di vista di chi le seleziona. Ci sono i super esperti di vino che cercano i vigneti estremi, mentre chi si occupa di turismo è colpito dalle esperienze fuori dagli schemi come un distributore di benzina con cantina annessa …. Alla fine la mia personale selezione è un mix di suggestioni diverse e propone esperienze intriganti

CANTNE NEI DISTRIBUTORI DI BENZINA E NEI SOTTOMARINI, VISITA AI VIGNETI COL CAMMELLO

1) Tank Garage Winery a Calistoga (Napa Valley)USA
E’ una stazione di servizio con veri erogatori di benzina stile anni 30, dietro c’è la sala da degustazione. Un omaggio nostalgico alla tradizione californiana degli easy rider, dei figli dei fiori … ma anche dei pionieri del vino di quella parte del mondo. Alla fine il benzinaio con cantina è molto più vero del californiano Castello dell’Amorosa che imita i manieri toscani anche negli affreschi.
2) Domaine Valle d’Argan, Ounagha Marocco
Ospitalità marocchina e enologia francese. La visita nei vigneti biologici di Shiraz è fatta a dorso di cammello e i vini sono buoni. E’ possibile vedere i dromedari a lavoro nelle vigne.
3) Sottomarino, San Francisco, California, USA
Situato sulla storica Isola del Tesoro di San Francisco, la sala degustazione è realizzata in un vero sottomarino da addestramento dalla marina USA ora dismesso ma un tempo conosciuto con il nome USS Buttercup. L’imbarcazione è sopra l’acqua e propone l’assaggio di vini italiani come il Pinot Grigio, il Primitivo e il Moscato di Canelli guardando il Bay Bridge.
4) cantina El Grifo, Lanzarote Carretera, San Bartolomé, Las Palmas, Isole Canarie, Spagna
Viti ad alberello coltivate un piccole cavità circolari scavate nella cenere vulcanica e protette da muretti a secco. Nell’insieme lo spettacolo è meraviglioso e mostra la capacità dell’uomo di adattarsi al clima. Infatti il particolare sistema di coltivazione permette di catturare l’umidità e produrre uva nonostante il clima arido.

VIGNETI E CANTINE SORPRENDENTI OVUNQUE NEL MONDO

5) Donum Winery, Sonoma, California, USA
Ci sono oltre 40 sculture giganti collocate intorno alla tenuta e firmate da artisti come Keith Haring, Richard Hudson, Tracey Emin e Louise Bourgeois.
6) Lerkekasa a Telemark in Norvegia
Sono i vigneti più a Nord al mondo a due ore da Olso, vicino al lago Norsjø. Le colline e le montagne intorno proteggono le viti dal clima freddo tuttavia le varietà sono quelle più resistenti alle basse temperature Rondo, Léon Millot e Solaris.
7) Ao Yun nella provincia cinese dello Yunnan nell’Himalaya
Ai piedi del Sacro Monte Meili, 30 ettari di vigneti a un’altitudine tra i 2200 e i 2600 metri sul livello del mare. Ho assaggiato il vino che evidenziava la difficoltà di portare l’uva a maturazione a quell’altitudine ma era comunque sorprendente.
8) sull’atollo di Rangiroa, a Tahiti nella Polinesia francese
Le viti crescono fra le palme da cocco e  fanno due vendemmie l’anno. L’uva viene trasportata in canoa fino alla cantina di vinificazione e alla fine la produzione è di 30.000 bottiglie all’anno di vino bianco e di un vino dolce.

TORNANO A PRODURRE I VIGNETI DEGLI ANTICHI ROMANI

9) Vigne di Pompei  vigneti
I vigneti sono stati ripiantati nel 1994 dove c’erano le antiche vigne romane dall’Università di Napoli e delle cantine Mastroberardino. Io ho visto i vigneti ripiantati a Capua e ho trovato molto affascinante la possibilità di bere di nuovo il vino prodotto esattamente dove e come lo facevano duemila anni fa.
10) Rooftop Reds sui tetti di un edificio a Brooklyn Navy Yard – New York .
Viti in vaso su un tetto con vista sull’Empire State Building. La prima uva nel 2017, il luogo è diventato un’attrazione turistica e fra le viti ci sono tende e salottini per assaggiare il vino.