Le oche dell’Oca

Contrada Oca

Le oche dell’Oca

Qualche sera fa, milioni di ascoltatori hanno visto, nel  TG1 delle 20, l’intervista alle 30 nuove suffragette, le donne della Contrada dell’Oca di Siena “bandite” per essersi rivolte alla magistratura contro l’esclusione dal diritto di voto

Contrada Oca

Contrada Oca

di Donatella Cinelli Colombini

Non in qualche sperduto villaggio islamico ma nella democratica Toscana dove le donne votavano già nell’Ottocento. Se consideriamo chi è la contradaiola dell’Oca più famosa, la cantante rock Gianna Nannini c’è da che rimanere basiti. L’ultratradizionalismo e la trasgressività a mille.
Ma che roba! E’ talmente incredibile che pare uno scherzo.

E’ brutto anche il termine “bandite” come dire – vi mandiamo in esilio. Ma che siamo tornati all’epoca di Dante?
Le donne dell’Oca trattate da oche, che brutto atteggiamento!
Mio marito Carlo Gardini è nato nella Contrada dell’Oca, proprio nella nostra casa di Siena, sopra il negozio

Gianna Nannini

Gianna Nannini

Toscana Lovers che dunque è  nella Contrada dell’Oca.
Sono orgogliosa di essere senese,  partecipo della cultura delle Contrade del Palio ma questa storia di negare il voto alle donne è offensiva.